impianto SAT – Convertitore singolo o monoblocco?

Settembre 2008.
Il mio impianto dual-feed Hotbird+Astra è attualmente composto da una parabola FTE da 100 cm, due LNB Humax 0,5 dB, uno switch Digiquest ed un cavo di discesa da 6,7 mm lungo circa 15 metri.
A questi si dovrebbe aggiungere tra breve un decoder Clarke-Tech 2100+.
Vorrei sostituire gli attuali LNB con modelli nuovi e più performanti con bassa figura di rumore (0,2 dB) ma sono indeciso se optare per un sistema a doppio LNB collegato ad uno switch o per un LNB monoblocco. Gradirei un vostro consiglio in merito con eventuali pregi e difetti delle due configurazioni.
Gino S.

Il doppio LNB con switch ha il pregio di poter essere aggiornato, modificato e, in caso di guasto, riparato senza bisogno di sostituire tutti i componenti (come per un LNB monoblocco).

Di contro, richiede diversi cablaggi ed è quindi più complesso da installare oltre a richiedere spazio per lo switch (da montare a palo, nel sottotetto o nell'abitazione).

Il monoblocco è decisamente più semplice, può avere fino a 4 uscite indipendenti (un LNB singolo arriva invece a 8) e si adatta perfettamente a situazioni molto particolari come ad esempio gli impianti dual-feed per satelliti molto vicini tra loro (es. 3°) ma risulta meno flessibile rispetto alla soluzione classica del doppio LNB in caso di soluzioni standard.

Pubblica i tuoi commenti