impianto SAT – Echostar 2400 con posizionatore guasto

Dicembre 2009.
Sono abbonato da tempo a Eurosat, rivista che reputo molto valida e unica nel settore, e leggo con interesse le risposte che date ai lettori con semplicità, chiarezza e precisione. Da qualche anno ho installato un’antenna satellitare motorizzata primo fuoco da 150 cm con attuatore a pistone e gestita da un ricevitore Echostar 2400. Negli ultimi tempi, il posizionatore integrato nel ricevitore ha iniziato a non funzionare correttamente, fermandosi in posizione diversa da quella richiesta. Ho provato a resettarlo ma senza successo. A Novara non ho trovato un riparatore adeguato e/o l’assistenza necessaria. Tra l’altro, sul numero di luglio, avete pubblicato una risposta ad un lettore di Trieste anch’egli possessore di questo modello. Secondo voi è opportuno e possibile far revisionare l’apparecchio e da chi? Avete qualche nominativo? È possibile utilizzare un posizionatore esterno? Come devo collegarlo? Esiste in commercio un ricevitore con alimentazione 36 V che sostituisce l’Echostar?
Angelo F.

Cercando su Internet abbiamo trovato un centro di assistenza che dovrebbe essere in grado di riparare il suo ricevitore. Si tratta della STARTE S.n.c. di Firenze (Via Giovanni da Empoli, 21/23 - Tel 055350096, Fax 055 332944 - www.starte.it).

Tuttavia, considerando che nel suo impianto è presente un’antenna primo fuoco che garantisce, come noto, un guadagno inferiore rispetto ad una offset di pari diametro, potrebbe approfittare del malfunzionamento del suo Echostar per sostituire l’intero impianto con uno più moderno ed efficiente.

Sul numero di novembre abbiamo pubblicato il test del motore EISAT Actua XR1, che si abbina perfettamente a parabole offset fino a 240 cm gestibili sia attraverso il posizionatore dedicato (fornito insieme al motore) sia con un qualsiasi decoder digitale compatibile DiSEqC 1.2, anche di tipo HD per la ricezione dei canali in Alta Definizione.

In alternativa può optare per un rotore STAB abbinato ad una parabola da 90 (rotore modello HH90), 100 (HH100) o 120 cm (HH120). Anche in questo caso il movimento del disco viene effettuato automaticamente dal ricevitore tramite i comandi DiSEqC 1.2 e USALS sfruttando lo stesso cavo coassiale del segnale antenna.

Pubblica i tuoi commenti