impianto SAT – Impianto ottimale per una palazzina nuova

Novembre 2009.
Avrei bisogno di un consiglio su come progettare un impianto di distribuzione dei segnali televisivi terrestri e satellitari da installare in una palazzina di nuova costruzione (senza quindi grossi problemi per la canalizzazione dei cavi o altro) costituita da 7 unità immobiliari. Il requisito principale è la presenza di almeno 4/6 prese Tv/Sat indipendenti per appartamento mantenendo la migliore qualità audio/video possibile.
Fox

Il multiswitch è senza dubbio la migliore soluzione per garantire la distribuzione dei segnali Tv/Sat su un numero così elevato di prese per utente.

A seconda del numero di poli orbitali ricevibili (1 per il solo Hot Bird 13° Est oppure 2 per Hot Bird + Eurobird 9° Est o Astra 19,2° Est) può scegliere modelli con 4 oppure 8 ingressi Sat oltre a quello terrestre (totale 5 o 9) e 8 o 16 uscite per altrettante prese. Su ciascuna di queste, tramite gli appositi demiscelatori, potrà ricavare sia il segnale satellitare che quello terrestre.

I multiswitch, configurati in cascata, possono essere collocati ad ogni singolo piano così da permettere di raggiungere le prese nei singoli appartamenti con un cablaggio il più corto possibile.

Sulla parabola, di tipo monofeed per un solo polo satellitare o dual feed per due, andranno montati uno o due convertitori LNB di tipo “Quattro” a 4 uscite con altrettante combinazioni di banda e polarità destinate al primo multiswitch della catena (centrale di testa).

La sezione terrestre deve invece prevedere 3 antenne (per le bande VHF e UHF IV/V) collegate ad una centralina di miscelazione ed amplificazione.
L’uscita di questa centralina deve poi essere collegata all’ingresso terrestre del primo multiswitch.

Un progetto di distribuzione di questo tipo richiede un’analisi approfondita del luogo di installazione, il calcolo di tutte le variabili in gioco e la conseguente scelta dei singoli componenti.
Per questo motivo, va effettuato da un installatore professionista che provvederà anche a metterla in opera e a certificarla a norma di legge.

Pubblica i tuoi commenti