impianto SAT – La “para-mobile” motorizzata

Giugno 2009.
Sono un vostro affezionato lettore da molti anni ed essendo un appassionato sperimentatore, apprezzo molto gli articoli tecnici pubblicati sulla rivista. Vi scrivo per segnalarvi un impianto satellitare da me realizzato in un’abitazione di montagna e battezzato “la para-mobile motorizzata”. Onde evitare discussioni condominiali e problemi con l’innevamento, ho pensato di studiare un sistema mobile per far rientrare l’antenna parabolica nel sottotetto in mia assenza. Alla parte inferiore di un polarmount ho fissato un tubo alla cui estremità ho sistemato un vecchio Stab regalatomi da un amico installatore che fa girare un disco da 85 cm con braccio pieghevole salva-spazio. Due magneti recuperati da un altoparlante woofer tengono in posizione verticale il tubo e sono regolati in modo da permettere un facile distacco con una fune scorrevole attraverso delle carrucole per ridurre lo sforzo. Nonostante le apparenze da “accrocchio”, questo impianto copre egregiamente la fascia di Clarke da 42° Est a 30° Ovest con ottimi risultati.
Se qualche lettore fosse interessato ad ulteriori approfondimenti può contattarmi all’indirizzo chikung313@yahoo.com. Grazie per l’attenzione.
Luciano P.

Ringraziamo il signor Luciano per la segnalazione e ci complimentiamo per l’originalità e l’utilità della sua invenzione.

Pubblica i tuoi commenti