Impianto SAT – MySky HD con impianto condominiale

Agosto 2011
Gradirei un vostro parere su un problema apparentemente irrisolvibile. Vorrei installare MySky HD ma dalla parabola condominiale scende un solo cavo. Il tecnico di SKY sostiene che l’installazione non sia possibile perché mancano altre uscite sulla parabola per far scendere il secondo filo. E’ vero oppure esiste un’altra soluzione?
Giuseppe I.

I decoder di tipo MySky (normale e HD) dispongono di due tuner indipendenti con cui vedere e registrare contemporaneamente due diversi programmi del bouquet. Per consentire tutto ciò devono essere “alimentati” da segnali indipendenti provenienti da due discese oppure da una singola, ma solamente se l’LNB installato è compatibile con la tecnologia SCR. Questa tecnologia permette di veicolare su un solo cavo coassiale fino a 4 segnali contemporaneamente su altrettante frequenze di riferimento (Output IF Channel 1/2/3/4) per poi essere “splittati” da un comune partitore e gestiti dai decoder compatibili SCR/UniCable. Gli impianti condominiali sono solitamente realizzati con LNB multiuscita (4-8) se di piccole dimensioni, oppure con multiswitch se le abitazioni da servire sono più numerose. Se mancano uscite libere sull’LNB o sul multiswitch, oppure sono disponibili ma è impossibile o troppo oneroso posare un secondo cavo tra il tetto/solaio e l’appartamento, il tecnico di SKY è tenuto a rifiutare l’installazione a meno di utilizzare un’antenna personale di tipo piatto (come la Selfsat) posizionata sul balcone. Per prima cosa le consigliamo di contattare, tramite l’amministratore del condominio, l’antennista che ha realizzato l’impianto satellitare condominiale, chiedendo se è possibile effettuare le necessarie modifiche richieste dal tecnico SKY e il loro costo da suddividere tra tutti gli interessati all’installazione del ricevitore MySky. Se ciò fosse possibile, può sottoporre la richiesta alla prossima assemblea di condominio, discutendo la questione con gli altri inquilini.

Pubblica i tuoi commenti