Impianto Sat – Quale cavo per una tratta da 40 metri?

Vorrei approfittare del rifacimento della facciata del condominio in cui abito per togliere la parabola dal balcone, installarla sul tetto e fare così felici gli altri condomini (e l’amministratore). Purtroppo abito al 1° piano mentre il condominio ha 8 piani. Il cavo dovrebbe essere lungo circa 40 metri, considerando anche i vari passaggi dalla facciata al tetto e all’appartamento. Secondo voi quanto si attenua il segnale satellitare in un cavo coassiale? E’ necessario un cavo speciale o basta uno normale?

Sergio V.

L’attenuazione rappresenta la diminuzione d’intensità che il segnale subisce nell’attraversare il cavo. La misura della perdita è quantificata in dB per 100 metri di cavo alla temperatura di 20° C. L’attenuazione aumenta all’aumentare della frequenza del segnale e all’aumentare della lunghezza del cavo e dipende dalla struttura del cavo stesso.
Di contro l’attenuazione diminuisce all’aumentare del diametro del cavo ed è tanto migliore quanto più il conduttore esterno esercita un’efficace funzione schermante. I cavi sat con dielettrico, cioè la parte isolante tra il conduttore centrale e quello esterno (schermo), in Polietilene espanso, bianco e spugnoso, assicurano eccellenti prestazioni e una bassa attenuazione grazie alla sua conformazione cellulare che si avvicina al miglior isolante, il vuoto.
Ciò premesso, il nostro consiglio è di utilizzare un cavo sat con diametro di 6-7 mm e dielettrico in PEE (Polietilene espanso).
I vari modelli in commercio indicano un’attenuazione di circa 30 dB per 100 metri alla frequenza di 1750 MHz che, nel suo caso, si traduce in 10-12 dB, un valore tutto sommato trascurabile nel caso in cui gli altri elementi della catena dell’impianto sat (LNB, parabola) offrano performance elevate. Un buon cavo prodotto da aziende affidabili andrà sicuramente bene.
All’attenuazione del cavo deve poi aggiungere quella dei connettori F (0,5 dB ciascuno). Nella sua mail non ci ha specificato il diametro della parabola installata sul balcone. Se si tratta di una 60 cm con diversi anni di anzianità, consigliamo di approfittare del “trasloco” per sostituirla con una più grande (es. 80-90 cm) e, soprattutto, per cambiare l’LNB con uno di nuova generazione a basso rumore ed, eventualmente, con supporto SCR e Legacy. In tal caso, suggeriamo di posare non uno ma due cavi coassiali per altrettante discese indipendenti, ideali sia per un eventuale upgrade dual-feed sia per assicurare il collegamento contemporaneo e indipendente di un massimo di 3-5 decoder (4 SCR o 2 dual-tuner - es.: MySky HD - e 1 universale).

Pubblica i tuoi commenti