impianto SAT – TV Sat in tutta la casa

Settembre 2008.
Mi accingo a realizzare l’impianto satellitare in un appartamento con 9 vani e sette prese e vorrei capire quali sistemi e tecnologie utilizzare. Il segnale terrestre giunge dal terrazzo tramite una linea dedicata mentre per quello satellitare sfrutterei le canalette disponibili nel vano scale per partire dal tetto e arrivare nell’appartamento.
Inoltre, vorrei sapere se è già stata fatta la prova del decoder Clarke-Tech 5000 e quale, tra questo e il Vantage 7100TS, sia il migliore.
Pietro, Genova

Per distribuire il segnale satellitare in tutti i locali del suo appartamento in modo indipendente e senza limitazioni è possibile adottare tre diverse soluzioni.

La prima sfrutta gli LNB multiuscita (2, 4, 8) collegati ad altrettanti cavi di discesa che alimenteranno le singole prese sparse per tutto l’appartamento, la seconda utilizza la tecnologia SCR con appositi LNB e switch per distribuire, con un unico cavo di discesa, i segnali satellitari a più prese in serie mentre la terza utilizza i commutatori multiswitch solitamente utilizzati per gli impianti centralizzati condominiali.

Questi commutatori dispongono di 4 o 8 ingressi (per uno o due satelliti - es. Hot Bird e Astra) oltre a quello terrestre precedentemente miscelato VHF+UHF e di diverse uscite destinate alle prese utente oppure ad altri commutatori in cascata per consentire di espandere l’impianto in modo semplice ed economico senza sostituire gli LNB né gli altri multiswitch.

La prima soluzione richiede il passaggio nel vano scale di 4 (mono-feed con 4 uscite), 8 (dual-feed con 4 uscite o mono-feed con 8 uscite), 16 cavi (dual-feed con 8 uscite), la seconda richiede l’utilizzo di decoder compatibili SCR/Unicable mentre la terza può richiedere da un minimo di 4 cavi (mono-feed con multiswitch passante) ad un massimo di 12-16 cavi (dual-feed con un solo multiswitch dotato di 12-16 uscite).

Dal momento che l’impianto terrestre viaggia su linee separate, può tranquillamente evitare la miscelazione con i segnali sat, sempre a patto di disporre di spazio sufficiente nelle canaline che arrivano nei locali del suo appartamento.

Per la progettazione dell’impianto le consigliamo di rivolgersi ad un installatore professionista che saprà fornirle i necessari suggerimenti dopo un attento sopralluogo.

Per quanto concerne i decoder HD di Clarke-Tech e Vantage, i test sono già stati pubblicati rispettivamente su Eurosat di novembre 2007 (n. 178) e maggio 2008 (n. 184).

Su questo numero, tuttavia, troverà una guida all’acquisto dei principali modelli in commercio tra cui i due da lei segnalati, con una descrizione dettagliata delle funzioni, delle dotazioni e le caratteristiche tecniche per consentirle di valutare il modello più adatto per le sue esigenze.

Pubblica i tuoi commenti