Impianto SAT – Upgrade a dual feed con problemi di ricezione

Abito in provincia di Belluno e possiedo una parabola da 80 cm puntata sui satelliti Eutelsat Eurobird 1 a 28,5° Est e ASTRA 2A-2B-2D a 28,2° Est con discesa unica verso il decoder. Con il precedente LNB universale ricevevo perfettamente i canali a 28,5° Est ed alcuni a 28,2° Est ma, dopo la sua sostituzione con un monoblocco 3° per aggiungere Astra 1G a 31,5° Est, non riesco più a ricevere alcun segnale né a 28,5° Est né a 31,5° Est. Per installare il nuovo LNB ho dovuto fare un adattamento sulla culla di fissaggio dell’LNB perché il monoblocco aveva un diametro di 60 mm invece di 40 mm. Non ho modificato né l’inclinazione verticale né quella orizzontale ma, forse, ho sbagliato a puntare l’LNB. Potreste aiutarmi?

DSD

Tutti i satelliti in orbita a 28,5° Est (Eurobird 1), 28,2° Est (ASTRA 1N, 2D, 2B, 2A) e 31,5° Est (ASTRA 1G) sono ricevibili nella sua zona con parabole da 60 cm. Fanno eccezione i transponder con spot UK del satellite ASTRA 1N e quelli di ASTRA 2D che, essendo concentrati sulle isole britanniche, richiedono in Italia parabole ben più grandi.
La trasformazione della sua parabola da mono-feed a dual-feed ha sicuramente comportato un peggioramento nella ricezione dei segnali, soprattutto sul fuoco secondario. Per arginare questo problema bisogna fare in modo che il fuoco secondario sia utilizzato per ricevere il segnale del satellite/slot più potente. Nel suo caso, però, è anche probabile che l’LNB non sia stato montato correttamente, ad esempio troppo vicino o lontano dalla parabola, soprattutto in considerazione che ha dovuto modificare il suo supporto. Per prima cosa le consigliamo di rimontare il vecchio LNB e verificare che l’antenna sia perfettamente puntata a 28,2/28,5° Est. Fatto questo può installare l’LNB monoblocco provando, se possibile, a fissarlo sul primo o sul secondo feed. Solitamente, il feed utilizzato per il fissaggio corrisponde al fuoco primario e, per verificare a quale porta DiSEqC è associato, basta coprire con la mano i cappucci di uno dei feed quando si eseguono i test con uno strumento di misura. È necessario poi ruotare e spostare l’LNB sul suo supporto fino ad ottimizzare i segnali dei due poli orbitali utilizzando sempre il misuratore di campo. Se fosse sprovvisto di questo strumento, le consigliamo di rivolgersi a un antennista professionista che, in pochi minuti, sarà certamente in grado di risolverle tutti i problemi.

Pubblica i tuoi commenti