In orbita i primi due satelliti Galileo

Dicembre 2011
La messa in orbita dei primi due satelliti definitivi della costellazione Galileo è il primo passo del cammino di realizzazione di un sistema indipendente di navigazione satellitare globale interamente progettato in Europa.
I prossimi due satelliti saranno lanciati nel 2012 e permetteranno di formare il nucleo operativo dell’intera costellazione. I satelliti del programma Galileo saranno messi in orbita a un’altitudine di 23.600 chilometri e l’intera costellazione sarà completata entro il 2019 attraverso molteplici lanci. Galileo è stato progettato per garantire nei primi tre mesi del 2014 tre servizi: uno base (Open Service), un servizio governativo (Public Related Service) e uno di ricerca e salvataggio (Search and Rescue Service). Inizialmente prevista per il 20 ottobre, la missione era stata posticipata di 24 ore per le anomalie riscontrate al vettore Soyuz durante le operazioni di rifornimento del propellente. Con questo volo è stata inoltre inaugurata la nuova piattaforma ESA dedicata al sistema di lancio russo.
www.asi.it
www.esa.int

Pubblica i tuoi commenti