Installiamo il ricevitore sat

Luglio 2010. Ecco la procedura completa per il montaggio completo del kit satellitare (figura).
Montare l’LNB sulla parabola con l’apposito braccio, fissare il complesso con l’apposito sostegno (ventosa o trepiede) in modo che la direzione interessata al puntamento non sia coperta da edifici o alberi.
Collegare il cavo al decoder, raccomandando di non superare la lunghezza max del cavo di 10 mt fornita nel kit. Alimentiamo il tutto e procediamo al puntamento verso il satellite Eutelsat Hotbird 13°Est. Il puntamento della parabola non è facilissimo e le prime volte può risultare piuttosto frustrante. Normalmente è più pratico iniziare con lo spostamento orizzontale della parabola per passare poi all’elevazione.
Orientare la parabola verso Sud utilizzando la bussola e misurare l’azimuth tenendo la bussola lontana dalle masse metalliche (come sostegno stesso della parabola o il tetto dell’auto o del camper) altrimenti l’indicazione risulta falsata. Meglio traguardare due punti, uno dietro l’altro, con la bussola, come per es. un cespuglio ed il campanile della chiesa, quindi piazzare la base della parabola e dirigerla in direzione di quei due punti.
Regolare l’elevazione al valore richiesto con i riferimenti del sostegno seguendo il criterio esposto nel paragrafo precedente per le parabole off-set.
– Completato il puntamento di massima si procede al puntamento fine. Non è possibile utilizzare a tale scopo l’indicazione del decoder poiché questo risponde con grande ritardo al segnale di ingresso. Si deve allora fare ricorso ad un Sat Finder, strumentino economico, che si acquista a 15-20 € se non fosse già compreso nel kit. Il Sat Finder misura la potenza del segnale al suo ingresso attraverso una scala graduata e fornisce una segnalazione acustica; è munito di un potenziometro per regolare la sensibilità di misura. Va collegato in serie al cavo dell’LNB, il più vicino possibile al LNB stesso, si autoalimenta attraverso il cavo collegato al decoder che deve essere quindi acceso. Si parte con il potenziometro regolato per la massima sensibilità, per poi ridurla quando la lancetta è a fondo scala e la segnalazione acustica è molto forte. Occorre fare spostamenti micrometrici della parabola in tutte le direzioni, in alto e in basso, controllando se il livello dell’indicatore aumenta guardando la scala e ascoltando il tono del Sat Finder.
– Può essere utile affinare la posizione dell’LNB rispetto alla parabola. Ogni volta che il Sat Finder evidenzia un massimo di segnale sulla scala graduata, occorre verificare sul decoder di che satellite si tratta. A questo punto si dovrebbe vedere il programma sul televisore se avete agganciato Hot Bird su un canale “free” come ad esempio RAI. Se non vedete nulla sicuramente siete andati troppo a sinistra e avete agganciato ASTRA con canali “pay” per i quali il decoder non è abilitato.
– La sintonizzazione dei canali nel decoder può avvenire in modalità automatica di tutti i canali ricevibili dal singolo satellite oppure manuale di un solo transponder (frequenza) con possibilità di specificare anche i codici PID e scegliere se memorizzare i soli canali in chiaro oppure anche quelli codificati, la Tv e/o le Radio. Talvolta la finestra di informazione che appare con il tasto Info del telecomando comprende anche due utili strumenti per il puntamento ottimale dell’antenna: un tono acustico (beeper) che diventa sempre più acuto man mano che aumenta il livello del segnale ricevuto e due barre grafiche di livello (azzurro) e qualità (verde) del segnale.
– Per quanto riguarda le connessioni essenziali del decoder, troviamo l’ingresso coassiale IF per il segnale Sat, almeno una presa Scart (eventualmente mini con adattatore nel caso di decoder miniaturizzati), uscite audio  analogica RCA ed eventualmente digitale S/Pdif (compatibile Dolby AC3), la presa RS-232 per l’aggiornamento firmware e canali.

Pubblica i tuoi commenti