Internet, scenari ed inediti percorsi

Settembre 2009. Internet è una rete mondiale di computer ad accesso pubblico oramai divenuta uno dei principali mezzi di comunicazione di massa.

Chiunque disponga di un computer e degli opportuni software, può usufruire dei servizi di Internet accedendo alla rete tramite una linea dedicata, ADSL la più utilizzata, oppure una linea telefonica (ISDN, GSM, UMTS, ecc.). Ciò è reso possibile da una serie di protocolli di rete denominata TCP/IP che formano la base comune con cui i computer di Internet si interconnettono e comunicano reciprocamente, indipendentemente dalla rispettiva architettura hardware e software.

Oggi Internet è costituita da alcune centinaia di milioni di computer collegati tra loro con i più svariati mezzi trasmissivi, che ne fanno la più grande rete di calcolatori esistente. Teorizzata per la prima volta 1960 da un docente del Massachusetts Institute of Technology (MIT), Internet è divenuta una realtà solo nel 1990 con lo sfruttamento commerciale da parte dell'iniziativa privata di una rete di PC mondiale di proprietà statale, destinata al mondo scientifico (università e laboratori di ricerca).

Nel 1991 nasce World Wide Web e da quel momento ha inizio la crescita esponenziale di Internet, sviluppo che in pochissimi anni porterà la Rete a cambiare per sempre la società moderna rivoluzionando il modo di relazionarsi delle persone come quello di lavorare, tanto che nel 1998 si arriverà a parlare di “nuova economia”.

Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata su strutture fisiche e collegamenti di vario tipo quali.
- Fibre ottiche
- Cavi coassiali
- Collegamenti satellitari
- Doppino telefonico
- Collegamenti Wi-Fi (ponti radio,raggi laser, onde convogliate)

Ogni dispositivo connesso direttamente a Internet viene chiamato host mentre la struttura che collega i vari host si chiama link di comunicazione: la connessione a Internet, oltre che con il classico computer, è realizzabile anche sfruttando dispositivi mobili come palmari, telefoni cellulari e, appunto, ricevitori digitali.

Il solo requisito necessario per potersi collegare a Internet è di poter “dialogare” con i protocolli che controllano l'invio e la ricezione dei pacchetti. I protocolli più importanti sono Transmission Control Protocol (Protocollo di trasmissione dati, TCP) e Internet Protocol (Protocollo Internet, IP).

Pubblica i tuoi commenti