Irresistibili colpi da campione

Gennaio 2009. Ha preso il via, il 10 novembre scorso, la nuova emittente satellitare free-to-air SuperTennis (www.supertennis.tv), trasmessa sul canale 224 della numerazione SKY, con visibilità anche sulla frequenza 11.790,00 MHz di Hot Bird 6.

Realizzato dalla Federazione Italiana Tennis (FIT), tramite la società editrice partecipata Sportcast, SuperTennis si pone come il primo canale televisivo tematico ad essere strutturato da una federazione sportiva nazionale, offrendo per tutto l'anno una programmazione 24 ore su 24 interamente dedicata all'affascinante universo della racchetta.

In linea di massima, questa programmazione sfrutta alla base due tipologie di palinsesto.
Quella “normale”, che nei giorni lavorativi di ogni settimana risulta incentrata su sette rubriche a rotazione e due edizioni TG quotidiane, con rievocazioni storiche, magazine di attualità, didattica, tecnica, personaggi, interviste, viaggi nei circoli e quant'altro.
Quella “speciale”, on air durante i weekend, che propone invece - in diretta o differita - specifici eventi agonistici di grande rilevanza nazionale e internazionale.

Sbirciando ora rapidamente qua e là nel ricco palinsesto di SuperTennis, troviamo:
- i due TG quotidiani, trasmessi rispettivamente alle 16.45 e alle 20.15, con le ultime notizie relative ai più importanti tornei nazionali ed esteri;
- Tennis Club, un talk show, condotto ogni martedì da Massimo Caputi e Carolina Boniek (figlia del famoso campione Zbigniew), con ospiti vari nonché interessanti approfondimenti riguardanti il Tennis non solo del nostro Paese;
- Sottorete, un magazine da 90 minuti (in onda il venerdì), dedicato al commento di entusiasmanti programmi tennistici di acquisto oppure autoprodotti. Per esempio, sono già stati acquistati programmi da network come IMG (UK), Tennis Channel (USA), ATP e WTA;
- Circolando, un programma di 30 minuti curato da Paolo Canè (ex Azzurro di Coppa Davis), il quale visita i circoli di Tennis italiani maggiormente rappresentativi, raccontando la loro storia e la loro vita quotidiana;
- Colpo da Campione, un format di approfondimento tecnico-tattico, realizzato da Roberto Lombardi e dal team della Scuola Nazionale Maestri, così da illustrare tattiche e mosse segrete attuate dai più forti tennisti del mondo;
- Profili, ovvero un magazine da 30 minuti dedicato ai grandi campioni mondiali di questa disciplina e/o ai VIP che seguono e praticano lo sport della racchetta;
- Replay, una programmazione di circa due ore, che racconta le storie più avvincenti del Tennis nazionale e internazionale, riproponendo altresì le fasi salienti di tornei passati o recenti. Per realizzare Replay vengono sfruttate a supporto immagini provenienti sia dall'archivio Rai, sia da federazioni estere o da determinati circoli italiani;
- Tennis School, viaggio di 30 minuti tra le migliori scuole di Tennis del Paese, con la descrizione della vita dei campi scuola e della formazione dei campioni in erba;
- Super Tennis Accademy, un programma di didattica dedicato all'insegnamento e al perfezionamento della tecnica di questo particolare gioco;
- Test Tecnici, approfondimento, sempre di 30 minuti, inerente i materiali tecnici e le nuove tecnologie alla base dell'attività dei campioni;
- Beach Tennis, magazine intento a presentare in dettaglio le imprese compiute dai protagonisti di questa emergente variante di sport che sta letteralmente spopolando sulle spiagge italiane.

Palinsesto con 10 ore “live” al giorno
Ovviamene, quelle appena elencate sono solo le rubriche fisse del nuovo canale. Nel ricco palinsesto trovano spazio, infatti, numerose altre programmazioni “occasionali”, riguardanti soprattutto la diretta di grandi eventi, come, per esempio, il Campionato Italiano di Serie A1, svoltosi dal 6 all'8 dicembre a Brà, in Piemonte. Una programmazione su misura, invece, verrà elaborata per gli Internazionali BNL d'Italia 2009, realizzando dieci ore “live” al giorno dedicate ad interviste, commenti e curiosità sul torneo.

Ricordiamo che SuperTennis utilizza la direzione editoriale di Giancarlo Baccini, sfruttando anche lo sprint di cinque giovani e dinamici reporter, coordinati da Beatrice Manzari: si tratta di Livio D'Alessandro, Giovanni Di Natale, Lorenzo Fares, Francesca Paoletti e Gianluca Galeazzi, quest'ultimo discendente diretto del più noto Giampiero “Bisteccone”.
Non mancano, poi, testimonial davvero prestigiosi, a cominciare da Lea Pericoli e Nicola Pietrangeli, intervenuti di persona all'affollatissima conferenza stampa di presentazione del canale, condotta da Massimo Caputi e svoltasi a Roma, nel Salone d'Onore del CONI.

Nel corso dell'incontro Angelo Binaghi, presidente della FIT, ha spiegato che l'idea di realizzare SuperTennis era venuta alla Federazione poco più di un anno fa, quando la stessa FIT si era resa conto che, nonostante gli sforzi compiuti da RaiSat, la finale di Fed Cup, giocata a Mosca dalle atlete italiane contro la fortissima squadra della Russia, non aveva ottenuto il risalto televisivo dovuto.
Binaghi, tuttavia, ha precisato che il nuovo canale non intende affatto mettersi in concorrenza con le proposizioni televisive di Tennis gia esistenti su SKY, RAI, Mediaset o Eurosport, ma vuole, anzi, spingere le altre Tv a trasmettere sempre più avvenimenti riguardanti questa disciplina.

«In passato - dichiara Gianni Petrucci, presidente del CONI - mi hanno accusato di fare troppi complimenti alla Federazione Italiana Tennis: il motivo è sotto gli occhi di tutti. Nel nostro Paese, il Tennis è stato rilanciato davvero alla grande, e sono soddisfatto che ora s'intraprenda un'impresa televisiva del genere. L'intero mondo dello Sport sarà al fianco della Federazione in questa nuova avventura».

Notevoli contributi d'archivio
Un'avventura che, dal punto di vista logistico, sfrutta il supporto sia di RaiTrade (che, come ha sottolineato l'AD Carlo Nardello, mette a disposizione, oltre a un know-how specifico, anche le Teche Rai, permettendo al canale tematico di riproporre immagini di grandi eventi tennistici del passato), sia di Digicast, società - oggi a totale controllo RCS Media Group - rappresentata nel corso dell'incontro dal suo direttore Marketing, Andrea Spada.

Il contratto con Digicast costituisce un appalto tecnico, in quanto la stessa Digicast provvede a realizzare (negli studi di via Sambuca Pistoiese 55, a Roma) soltanto la produzione, la post-produzione e la messa in onda dei servizi di SuperTennis, lasciando invece a Sportcast l'intera parte editoriale.

«Abbiamo optato - ha precisato Carlo Ignazio Fantola, presidente di Sportcast - per la piattaforma satellite, dopo aver fatto un accurato confronto con i costi richiesti dal Digitale terrestre, e dopo aver constatato che la soluzione celeste ci offriva un deciso vantaggio, anche per altre ragioni. Quanto prima, inoltre, Sportcast esprimerà tutta la sua naturale vocazione multipiattaforma, poiché canalizzerà i suoi programmi non soltanto via satellite ma anche tramite Web Tv e IPTV. Considerando che l'utenza sportiva, soprattutto quella giovanile, va a sintonizzarsi in prevalenza su questi tre media diffusivi, possiamo ragionevolmente ritenere che con questo tris di piattaforme saremo in grado di coprire un valore prossimo al 100% del potenziale mercato specifico disponibile».

Pubblica i tuoi commenti