La prossima frontiera è sul Web

Maggio 2008. Il video disponibile su Internet trasforma l'utente in spettatore ma anche in protagonista: la Web Tv è fin dai suoi albori riconosciuta come televisione interattiva per eccellenza, dove ognuno può contribuire alla creazione di contenuti video mettendoli a disposizione di altre persone.

Il Web è enciclopedia, vetrina, informazione, è relazione, è gruppo e l'utente riversa sulla Rete gli aspetti della propria vita sociale, politica, religiosa, le news e contenuti video di qualsiasi tipo. Ciò che guida sono le passioni e il riconoscimento delle tematiche più varie da parte di gruppi di spettatori. Ciascuno, inteso come “webnauta” o società, personalizza un proprio spazio, contribuisce o ne crea uno che comprenda contenuti tematici disponibili per altri utenti.

Secondo un recente studio di Comcast, il 75% dei navigatori ha visto almeno un video on line per un totale di 9 miliardi di filmati visti nello stesso mese (dati riferiti a settembre 2007): è quindi il caso di dire che il telecomando verrà, almeno in parte, sostituito dal mouse?
Non nell'immediato, ma sicuramente la Rete oggi offre anche contenuti di qualità e possiede i numeri per offrirsi come buona alternativa, quantomeno alla televisione generalista e ad altri canali d'intrattenimento televisivo.

Rimanendo sempre sul tema della “qualità”, lo standard in Alta Definizione ad esempio offre una qualità di suoni e immagini maggiore con colori più vivi e dettagli più marcati; esso normalmente è fruibile attraverso la Tv satellitare, l'IPTV e i DVD acquistabili o noleggiabili.

Se invece navigate su Internet, scoprirete che all'estero - ma pian piano anche in Italia - non mancano esempi di Web tv con contenuti HDTV.
Non sono tutti progetti definitivi, ma sono il segno che la banda larga raggiunge nuove lunghezze e migliora gli standard di trasmissione, permettendo alla tecnologia legata ai contenuti di sperimentare e fare dei passi avanti.

Pubblica i tuoi commenti