La Rai punta su una nuova immagine

Nuovi loghi canali RaiTempo di importanti rinnovi in casa Rai, anche se solo di "facciata". Infatti, per la prima volta tutto il portfolio di reti del servizio pubblico avrà un’immagine coordinata: Rai 5, Rai Movie, Rai Sport, Rai Yoyo, Rai Gulp, Rai Storia, Rai Premium, Rai Scuola, Rai Italia e Rai World Premium hanno completato il rebrand avviato nel settembre 2016, introducendo una grafica che intende rendere la Tv pubblica unica e distinta.
Curato dalla direzione Creativa Rai guidata da Massimo Maritan, il progetto è stato diretto da Roberto Bagatti, Chief of Brand & Creative, in collaborazione con la designer Florencia Picco.
Con il rebrand dei dieci canali tematici si conclude il percorso di perfezionamento dell’immagine coordinata avviato da Rai per restituire nuovo valore e una nuova dinamicità all’identità visiva, attraverso elementi di forte innovazione ma anche riferimenti all'insegnamento  dei più importanti designer italiani del XX secolo – afferma il Direttore Generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto –. Per la prima volta un’identità unica accomunerà tutti i canali Rai, consolidando personalità e riconoscibilità del servizio pubblico e celebrando l’eredità del design italiano”.
Roberto Bagatti spiega l'idea di fondo di questo cambio d’immagine: “Come già fatto con le quattro reti generaliste, a partire dal quadrato, forma del logo Rai, ogni canale avrà una propria identità visiva. Come scrisse Munari, il quadrato sta, nelle più antiche strutture e nelle immagini rupestri dei primi uomini, a significare l’idea di casa e di Paese. Laddove con Rai 1, Rai 2, Rai 3 e Rai 4 le soluzioni visive sono astratte per raccontare la natura generalista delle reti, con i canali tematici il quadrato diventa un contenitore dove emerge la raffigurazione dei temi e dei generi protagonisti delle diverse proposte editoriali; ad esempio passiamo dalle immagini poligonali di Rai Movie per illustrare diversi generi cinematografici a un gruppo di piccoli amici di forma quadrata che si divertono a portare scompiglio tra una trasmissione e l’altra di Rai Yoyo, fino a Rai Gulp con una serie di teenager dal viso quadrato che animano i bumper della rete”.
Il “look and feel” delle reti Rai verrà esteso alle piattaforme digitali e social, mentre le prime quattro reti generaliste Rai presenteranno una nuova serie di bumper dedicati, in cui i quadrati diventeranno tridimensionali, in modo da accompagnare il rebrand dei canali tematici e completare la nuova immagine dell'intero portfolio.

Pubblica i tuoi commenti