Le nuove frontiere, i futuri orizzonti

Maggio 2009. Giunta al suo secondo appuntamento romano (la sedicesima edizione, se consideriamo anche tutte quelle svoltesi a Vicenza), SAT Expo - divenuto nell'ultimo biennio SAT Expo Europe - è andato sempre più a modificare e ad “allargare” i suoi connotati originali, riferibili innanzitutto a una robusta presenza di espositori del settore “satellite & dintorni”.

Oggi, infatti, il SAT Expo rappresenta un “cross point” in cui convergono, oltre che bande di frequenza e servizi satellitari di tipo innovativo, anche: applicazioni HD e HD-3D, sistemi di navigazione e osservazione della Terra, vettori e soluzioni di trasporto via spazio, formazione di nuove professioni nel campo delle TLC e dalla comunicazione audiovisiva avanzata e così via.

Questa sostanziale modifica di rotta ha portato a far sì che l'ultima edizione del SAT Expo Europe - svoltasi alla Fiera di Roma, dal 19 al 21 marzo scorsi - fosse caratterizzata da una folta agenda di convegni specializzati e da un numero piuttosto limitato di stand espositivi (Gruppo Finmeccanica, 3D Stereoscopic Group, Auriga, EmmeEsse, HD Forum Italia, GlobeCast, OpenSky, M-Three Satcom, Tooway, ecc). Convegni che, a nostro avviso, costituivano senz'altro la parte più interessante della tre giorni capitolina.

Cinema digitale, frizzanti prospettive
Cominciamo da Cinema: scenari del digitale prossimo venturo, un evento organizzato dall'ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e multimediali), tendente ad evidenziare l'avanzata sia delle sale cinematografiche digitali (che in Italia, attualmente, tra grandi, medie e piccole, si attestano su un totale di almeno 200 unità), sia anche delle sale 3D Stereoscopic D-Cinema.

Le quali, non solo nel nostro Paese, hanno conosciuto un vero e proprio boom, dopo la recente programmazione del film a tre dimensioni Viaggio al centro della Terra (vedi link qui sopra).

Al punto che - come ha dichiarato Richard Borg, AD di Universal Pictures Italia durante il convegno ANICA - il marchio Luxottica, in accordo con DreamWorks Animation, renderà disponibile in estate una nuova generazione di occhiali da sole, abilitati anche alla visione 3D nelle sale pubbliche.

In proposito, occorre sottolineare che proprio l'argomento 3D (sopratutto il 3D-HD live) riaffiorava in modo preponderante un po' da tutti i convegni promossi al SAT Expo, rappresentando in un certo senso il leit motiv della manifestazione.

Nel corso di un altro incontro fieristico, anche Giuliano Berretta, CEO e presidente di Eutelsat, dopo aver commentato i dati economici positivi conseguiti dall'organizzazione satellitare nel primo semestre 2008/2009, ha parlato di tridimensionalità.

«Oggi - ecco le dichiarazioni di Berretta - sono 75 i canali in Alta Definizione trasmessi attraverso i satelliti di Eutelsat, tutti potenzialmente in grado di supportare anche il 3D. Prova ne sia che, da tre mesi, abbiamo attivato un canale test Tv HD-3D, sfruttato sia come banco di prova per analizzare le prestazioni di specifici schermi, encoder e decoder, sia per raccogliere esperienze sull'uso di contenuti stereoscopici per il singolo utente e in locali pubblici».

Prove tecniche in HD-3D
Sempre in occasione del SAT Expo 2009, nel corso di un simposio organizzato da HD Forum Italia, Luca Carniato, del team 3D Stereoscopic Group (una partnership industriale costituita tra Eutelsat, OpenSky e DBW Communication) ha diffuso maggiori ragguagli sul test Tv HD-3D.

In particolare Luca Carniato ha precisato che il canale Tv HD-3D direct-to-home: è disponibile 24h su 24, offre una risoluzione a 1080i, viaggia (codificato in Mpeg4/H.264) attraverso Eutelsat Eurobird 9° Est (ricevibile, quindi, anche tramite una parabola dual feed, puntata ai 9-13 gradi Est) e sfrutta la frequenza 11747 MHz, adottando la polarizzazione orizzontale.

Le emissioni del canale sperimentale risultano compatibili pressoché con tutti gli schermi HD stereoscopici consumer oggi in commercio (ancora pochi, in verità), a cominciare da quelli proposti all'ultimo CES di Las Vegas da marchi di prima grandezza quali Samsung, LG e Panasonic.
Per maggiori informazioni in proposito, o per partecipare al Tv HD-3D test, invitiamo i lettori a contattare via mail Luca Carniato all'indirizzo lcarniato@open-sky.it.

Nel corso del convegno di HD Forum Italia, è stata anche presentata la pubblicazione Esperienze in Alta Definizione: Guida per l'Utente, promossa dalla stessa associazione HD Forum e curata dal Comitato Tecnico del CEI, ente riconosciuto dal nostro Stato e dalla UE come preposto a contribuire alla definizione pratica di tutto ciò che, in materia specifica, viene prescritto dalle leggi come “regola d'arte”.

La pubblicazione (scaricabile on line dal sito www.hdforumitalia.it) introduce le principali caratteristiche delle trasmissioni e dei ricevitori HD, tratteggiando importanti linee-guida per favorire l'orientamento dei consumatori in un mercato caratterizzato sia dalla presenza di produttori multimediali sia dal ruolo ultracompetitivo delle proposizioni “low cost” sia da un elevato tasso di rinnovo dei prodotti offerti.

Benito Manlio Mari, presidente di HD Forum Italia, ha voluto ricordare che l'opuscolo Esperienze in Alta Definizione: Guida per l'Utente fa seguito - a distanza di tre mesi - alla presentazione del Volume 1 della HD-Book Collection: una serie coordinata di volumi (indirizzati al settore broadcast) strutturati sempre per iniziativa di HD Forum Italia, e rispettivamente dedicati: al Digitale terrestre (Vol.1, pubblicato a dicembre 2008); al Satellite e all'IPTV (Volumi 2 e 3, che usciranno entrambi durante il 2009); al cosiddetto “Packaged Media” (Vol.4), release prevista in uscita per il 2010 e inerente la confezione di contenuti destinati a supporti Blu-ray, digital media e simili.

Tra gli altri “attori” del convegno di HD Forum Italia figuravano anche Vittorio Arrigoni, di IDS Multimedia (il quale ha mirabilmente descritto le varie fasi storiche di passaggio da Tv analogica a digitale, e da questa ad HDTV) nonché Sebastiano Trigila, della Fondazione Ugo Bordoni, che ha parlato di Alta Definizione, evidenziando in particolare il ruolo cardine degli installatori nell'ambito delle attuali fasi DTT di switch-over/switch-off.

Citiamo, inoltre, Antonio Arcidiacono, direttore Innovazione, Ricerca e Sviluppo di Eutelsat, prodottosi come competente chairman nell'ambito di un interessante simposio inerente i servizi satellitari mobili in Banda S.

Pubblica i tuoi commenti