Legami molto stretti con Internet

Maggio 2009. Oltre alla proliferazione di terminali dotati di connessione al Web, in occasione della manifestazione di quest'anno si è vista una decisa accelerazione sullo sviluppo delle reti per la banda larga mobile, mentre, per quanto riguarda i servizi, si assiste ad un crescente mercato on-line delle applicazioni per arricchire le funzionalità del telefonino.

Banda larga mobile, verso lo standard unico LTE
È ormai maturata presso operatori e costruttori la scelta definitiva per il futuro standard 4G, che succederà al 3G consentendo di ottenere prestazioni di banda larga in mobilità uguali, se non superiori, a quelle della rete fissa con 100 Mbs in downlink e 50 Mbs in uplink.

Si tratta dello standard LTE (Long Term Evolution) evoluzione dell'UMTS, che in Europa, America e Giappone è stato preferito a standard concorrenti come WiMAX e CDMA EV-DO. In USA hanno deciso di far partire il servizio LTE già dal prossimo anno, mentre in Europa si parla del 2012, ma già sono operative tecnologie come HSUPA che assicurano elevate velocità dati in mobilità.

Nella tabella sono riassunti gli “step” temporali attraverso i quali si sta attuando l'evoluzione delle reti europee verso LTE: dal passo iniziale UMTS che ha segnato l'inizio del servizio 3G nel 2003 fino a LTE/4G previsto nel 2012.

Oggi gran parte della rete sta passando da HSDPA agli step HSUPA e HSPA+ con velocità dei dati che, come si può notare dalla tabella, sono superiori a quelle delle attuali reti fisse.

Applicazioni in Rete, mercato fiorente
Servizi come la navigazione Web, la localizzazione e il download di contenuti sul telefonino stanno riscuotendo un grande successo nonostante la crisi che interessa tutti gli altri segmenti del business.

Dopo il successo di Apple App Store, sviluppata da Apple per distribuire on-line le applicazioni per iPhone, gli altri player stanno lottando contro il tempo per creare il proprio mercato on-line.

Google ha annunciato l'apertura dell'Android Market per distribuire applicazioni a pagamento.

Microsoft ha presentato la nuova piattaforma Windows Mobile 6.5 e apre il servizio Windows Marketplace for Mobile per l'acquisto, attraverso telefoni Windows o PC, di applicazioni mobili.

Nokia ha lanciato il proprio negozio virtuale online, Ovi Store (Ovi significa porta in finlandese). RIM ha annunciato la prossima apertura del BlackBerry Application Store.

Skype-lite nei telefonini
A Barcellona Skype ha dato un segnale di cambiamento storico, con la disponibilità di una versione leggera del proprio software per il VoIP sui telefonini 3G.

Gli utenti potranno utilizzare la connessione dati per effettuare o ricevere chiamate, sia le comunicazioni gratuite Skype-to-Skype sia le chiamate a tariffe Skype verso linee fisse e telefoni cellulari, opzione quest'ultima assente nello Skype Phone di Tre.

La nuova applicazione ha provocato reazioni contrastanti da parte degli operatori: sono favorevoli quelli, come Tre, che vedono in Skipe-lite un aumento nell'utilizzo della rete 3G, sono contrari quegli operatori che, avendo i maggiori ricavi dalla rete GSM, vedono in Skype-lite una seria minaccia.

Pubblica i tuoi commenti