L’ESA “arruola” Vega

Aprile 2012
Grazie a Vega, l’Europa è ora in grado di assicurare il supporto a qualsiasi operazione di lancio: dai piccoli satelliti scientifici e di osservazione della Terra fino alle missioni più grandi come i carichi di rifornimento ESA verso la Stazione Spaziale Internazionale.
La capacità di Vega di accogliere carichi leggeri, permette di trasportare una vasta gamma di satelliti – dai 300 kg fino a 2 tonnellate e mezza – per posizionarli in diverse orbite, da quella equatoriale a quella solare. Lo standard di riferimento è di 1500 kg in un orbita solare circolare a 700 km di altitudine.
Insieme ai lanciatori Ariane 5 (per carichi pesanti) e Soyuz (medi), permetterà di migliorare l’efficienza dell’infrastruttura di lancio europa, grazie alla ripartizione dei costi operativi su un elevato numero di lanci.
Lo sviluppo del lanciatore Vega è cominciato nel 2003 ed ha coinvolto sette paesi membri: Belgio, Francia, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Svezia e Svizzera. Il programma Vega entra ora in una nuova fase, chiamata VERTA, il programma di Ricerca, Tecnologia ed Accompagnamento (Vega Research Technology and Accompaniment programme). Sotto VERTA, Vega effettuerà diverse missioni scientifiche e tecnologiche tra cui il lancio del satellite di telerilevamento Proba-V previsto per l’inizio del 2012.
www.esa.int

Pubblica i tuoi commenti