L’HD-Book & la Guida HD

Febbraio 2009. Durante la convention capitolina Marco Pellegrinato, vicepresidente di HD Forum Italia, ha illustrato le caratteristiche salienti dell’HD-Book Volume 1, dedicato al Digitale Terrestre.

Abbiamo così appreso che la pubblicazione rappresenta un’estensione del D-Book di DGTVi dedicato alla DTT Sandard Definition (presentato circa 4 anni fa), mirando a coordinare le molte opzioni possibili per la fabbricazione degli apparati di ricezione ad Alta Definizione (set-top-box e televisori integrati) in base a norme tecniche internazionali.
Con l’obiettivo di garantire semplicità di fruizione e compatibilità tra contenuti (HD e SD) trasmessi dai broadcaster italiani verso i ricevitori.

Le opzioni considerate nell’HD-Book Volume 1 riguardano in particolare: le tecniche di codifica, le risoluzioni, i formati di visualizzazione, il trattamento del segnale audio (considerato di importanza assolutamente essenziale), il supporto di servizi ausiliari sia per i non udenti che per i non vedenti.

Non mancano, poi, nella pubblicazione curata da HD-Forum Italia e DGTVi, indicazioni inerenti i vari automatismi di numerazione e gestione durante la sintonia iniziale, nonché una modalità di visualizzazione HDTV-program opportunamente “ridotta in scala” per utilizzo su apparati tradizionali, come Tv color e VCR in formato PAL.

Durante il simposio, poi, è stato fatto accenno anche alla “Guida all’Alta Definizione”, d’imminente pubblicazione, concepita per gli utenti desiderosi di scegliere e utilizzare al meglio gli apparati di fruizione HDTV.
Il volume introdurrà le caratteristiche principali delle trasmissioni e dei ricevitori HD, offrendo altresì delle linee-guida capaci di favorire l’orientamento dei consumatori in un mercato caratterizzato sia dalla presenza di produttori multimediali, sia dal ruolo ultracompetitivo delle proposizioni “low cost”, sia anche da un elevato tasso di rinnovo dei prodotti offerti.

A parere di HD Forum Italia, infatti, diventa essenziale, per una stabilità dell’ecosistema relativo all’audiovisivo, che l’utente finale venga messo in condizioni di acquistare un apparato valido per una durata di tempo ragionevolmente compatibile con la spesa che lo stesso utente è disposto a sostenere.

Pubblica i tuoi commenti