Il quesito: Livello DTT né troppo, né troppo poco

Un mese fa ho cambiato le vecchie antenne UHF, la centralina, i cavi e le prese in casa ma sia il TV sia il decoder DTT HD ora non funzionano bene come prima. Il segnale è molto buono ma l’immagine e il suono risultano spesso disturbati, inoltre alcuni programmi “saltano” continuamente. C’è troppo segnale? Come faccio a diminuirlo dove eccede? Ho notato che se soltanto avvicino lo spinotto dell’antenna al TV già vedo i programmi, forse anche meglio rispetto allo spinotto inserito completamente. Spero in un vostro aiuto.

Gianni M.

 

Spettro

Quando si effettuano modifiche all’impianto di ricezione terrestre che comportano la sostituzione di uno o più componenti fondamentali come le antenne, la centralina, i cavi e le prese utente, è necessario valutare “prima” le caratteristiche dei nuovi componenti in base al tipo di impianto, alla sua ubicazione rispetto ai ponti trasmettitori e così via. Ad esempio, se la sua zona è coperta da tutti i mux principali e il segnale DTT giunge forte e chiaro, non è necessario adottare antenne e centraline a elevato guadagno e livello d’uscita. Se, invece, alcuni mux arrivano più forti di altri, sarà necessario “riequalizzarli” con gli appositi filtri. Ciò premesso, l’unico modo per valutare se il suo nuovo impianto amplifica troppo il segnale, tanto da far saturare il tuner di TV e decoder, è di effettuare alcune misure con uno strumento di analisi. Se lei esegue con regolarità la manutenzione dell’impianto d’antenna, potrebbe valutare l’acquisto di un misuratore di campo palmare da poche centinaia di euro in grado di analizzare i segnali terrestri e satellitari nelle loro componenti fondamentali (livello, qualità, BER, CBER, MER, spettro, ecc.). Con questo strumento (o con quello del suo antennista di fiducia se decide di affidarsi a un professionista) dovrà misurare i segnali dei mux “disturbati” tra le antenne e la centralina, a valle della centralina e alle prese d’utente, confrontandoli con i mux “buoni” e agire sui trimmer di amplificazione/attenuazione della centralina fino a ottenere un livello compreso tra 52 e 77 dBµV alle prese d’utente. Si ricordi che, più il segnale viene amplificato, più aumentano il rumore ed i disturbi nelle immagini.

Se non dovesse riuscire a far “rientrare” tutti i mux nell’intervallo 52-77 dBµV, allora potrà provare a spostare l’antenna che riceve i mux più “forti” verso destra o verso sinistra per allontanarla dal ripetitore di riferimento. Se ciò non fosse possibile o non sortisse alcun effetto, dovrà attenuare le frequenze dei mux più “forti” con gli appositi filtri trappola tarati sui canali UHF incriminati. Per quest’ultima operazione è meglio, però, affidarsi a un professionista che, con le sue conoscenze e capacità, saprà proporle una soluzione rapida e risolutiva.

Pubblica i tuoi commenti