LNB, ampio ventaglio di scelte

Maggio 2009. L’LNB (Low Noise Block downconverter), ossia il convertitore a basso rumore, s’installa nel punto di fuoco della parabola e ha il compito di amplificare il segnale satellitare, traslando entrambe le bande in una gamma di frequenza inferiore.

Questa conversione è necessaria in quanto le frequenze provenienti dal satellite sono dell’ordine degli 10.7-12.75 GHz, difficilmente trasportabili con un cavo coassiale: l’LNB li trasla in una gamma compresa tra 950 e 2150 MHz.

La tipologia d’uso più comune è quella degli LNB universali (polarizzazione verticale ed orizzontale pilotata con tensioni di 13V e 18V rispettivamente e salto banda con tono a 22kHz) dei quali esistono alcune varianti:
– a singola uscita;
– a due uscite indipendenti per collegare due ricevitori;
– a quattro uscite indipendenti per collegare quattro ricevitori;
– a otto uscite indipendenti per collegare otto ricevitori.

Esistono ulteriori varianti:
– monoblocco singolo: equivale ad avere 2 LNB e uno switch DiSEqC integrato;
– monoblocco twin: equivale ad avere 2 LNB twin e due switch DiSEqC integrati.

Pubblica i tuoi commenti