Panasonic FZ1000, la prima “bridge” che registra in 4K

Settembre
Lo zoom ottico 16x Leica DC Vario-Elmarit con apertura F2,8-4,0 produce sfocati di alto impatto, soprattutto in combinazione con la capacità di elaborazione del nuovo processore e le qualità del sensore da 1”, più grande e luminoso rispetto a quello dei modelli concorrenti.
L’obiettivo è anche capace di sopprimere la distorsione alle focali grandangolari così come di minimizzare le aberrazioni cromatiche alle focali tele.
Il Venus Engine di Panasonic è stato totalmente riprogettato per migliorare le prestazioni ottiche, la risoluzione e la resa cromatica, così da registrare immagini e video in modo più accurato. Il filtro rumore integrato nel motore di elaborazione del segnale riduce il disturbo casuale presente nell’immagine, permettendo così la realizzazione di fotografie più naturali, mentre un nuovo filtro tratta il segnale sulla base dell’apertura, assicurando che i dettagli più fini come i capelli o l’incarnato vengano elaborati a frequenze più elevate. La FZ1000 registra video QFHD 4K da 30 minuti in formato MP4 fino a 25 fps (con possibilità di estrarre fotogrammi da 8 Mp) oppure Full HD a 100 fps.
Da segnalare, inoltre, lo stabilizzatore ottico a cinque assi Hybrid 5-axis OIS, la livella elettronica e una ghiera per la zoomata per riprese video prive di vibrazioni, la modalità AF Depth From Defocus su 49 punti ad alta velocità (solo 0,09 secondi in grandangolare e 0,17 secondi in tele), il mirino OLED da 2.359.000 pixel, il display LCD orientabile da 3” con 921.000 pixel, la connettività Wi-Fi con NFC e 22 filtri creativi.
www.panasonic.it

Pubblica i tuoi commenti