Panasonic, verso il 3D domestico

Aprile 2010. Andrea Tito, responsabile marketing Panasonic Italia, ha presentato in anteprima italiana proprio a Bologna la strategia della sua azienda per quanto riguarda il 3D domestico.

«Entro la primavera sdoganiamo il 3D per l'home entertainment. Qui a Bologna abbiamo presentato in assoluta anteprima per il nostro Paese la possibilità di fruire del 3D anche in ambienti diversi dalla sala cinematografica. Per la dimostrazione abbiamo utilizzato un plasma 106 pollici decisamente non alla portata della famiglia media ma da aprile saranno disponibili i primi plasma 50 pollici full HD 600 Hz, venduti in set con due paia di occhialini attivi a circa 2500 euro. Si parte dunque con il 50 pollici ma entro l'estate saranno disponibili anche televisori di misura diversa, per rispondere a tutte le esigenze di spazio e per supportare la positiva spinta al mercato di sostituzione dei televisori in occasione dei Mondiali di Calcio e dell'imminente switch-off al DTT in regioni impattanti come la Lombardia e il Veneto. Il sistema potrà contare su una buona disponibilità di prodotto 3D su Blue-ray (una ventina di titoli da questa primavera e, a questo scopo, sono stati già avviati accordi con i principali distributori) essendo però perfettamente idoneo anche alla ricezione del tradizionale segnale televisivo in 2D. Abbiamo puntato sulla tecnologia al plasma a 600 Hz poiché risulta ottimale per la velocità di scansione dell'immagine ed è in grado di gestire il segnale 3D evitando l'effetto crosstalk degli schermi a tecnologia LCD. Si tratta anche del sistema più affidabile per la luminosità (soprattutto per la saturazione del nero non essendo retroilluminato) e per la durata, che può essere paragonata ai vecchi tubi catodici (circa 30 anni)».

Pubblica i tuoi commenti