parabola – Antenna piatta Selfsat H10D con motore dedicato

Febbraio 2009.
Ho scoperto da poco l’esistenza delle antenne satellitari piatte
Selfsat, di cui si parla anche in una pagina del vostro sito Internet, e della possibilità di abbinarle al motore HH90 “espressamente progettato” da Stab. Sul sito di Stab, però, ho trovato solo motori la cui installazione sembra sia prevista per le classiche parabole satellitari e non sono riuscito a trovare riferimenti specifici alle antenne piatte.
Aggiungo che, a causa delle mie scarse conoscenze in materia, non capisco bene a cosa si fa riferimento quando si parla di “compatibilità con gli impianti multiutente grazie alle uscite doppie e quadruple indipendenti (modelli H10D2, H21D/D2/D4)”.
Avendo, nell’immediato futuro, intenzione di acquistare un impianto per la ricezione satellitare e prevedendo la potenziale necessità di una antenna piatta per ragioni legate a regole condominiali e quanto altro, potreste aiutarmi a capire meglio? Vi ringrazio anticipatamente per le informazioni che potrete fornirmi. Cordiali saluti.
Salvatore T.

Sul sito www.selfsatitalia.it può trovare tutte le informazioni sulla gamma di antenne piatte Selfsat (schede tecniche, manuali, foto, videoguide all’installazione, gamma accessori, ecc.) oltre alla versione PDF della prova su strada pubblicata sul numero 186 di Eurosat (luglio 2008).

Il rotore HH90 è stato sviluppato da Stab appositamente per le antenne Selfsat ma, dal momento che viene commercializzato direttamente dalla Selfsat Italia (Primitech), non è presente sul sito di Stab.

Questo motore permette di trasformare l’impianto fisso in uno motorizzato senza pregiudicare la compattezza e la mimetizzazione. Viene gestito da un qualunque decoder compatibile DiSEqC 1.2 /USALS tramite il cavo coassiale, può ruotare su un arco di 144° e dispone di 29 posizioni preregistrate.
La versione della Selfsat da noi testata è la HD10D con LNB integrato a singola uscita ma sono disponibili altri due modelli con uscita twin (H10D2) e con LNB intercambiabile (H21D-IT).

Il modello H10D2, grazie alla doppia uscita indipendente, può “alimentare” due diversi decoder con altrettanti cavi coassiali in modo da garantire la ricezione di due diversi programmi radiotelevisivi satellitari (ad esempio uno in salotto ed uno in camera).

L’H21D-IT, invece, utilizza un LNB intercambiabile a 1, 2 o 4 uscite, a seconda delle necessità dell’utente. Rispetto ai modelli “mono” HD10D e “twin” HD10D2, è possibile quindi ottenere 4 uscite indipendenti per altrettanti decoder ma, soprattutto, sostituire l’LNB in caso di necessità o upgrade senza dover acquistare una nuova antenna.

In futuro è previsto inoltre il lancio della versione “quatro” con LNB multi uscita a piani di frequenza e banda separati (V low, V high, H low, H high) compatibile con gli impianti centralizzati multiswitch per la distribuzione dei segnali ad un numero elevato di utenti.

Tutti i modelli sono compatibili con una ricca gamma di accessori tra cui le pellicole adesive decorative (pietra, mattoni, fiori, vaso fiori, marrone, bordeaux, ocra, rosa, azzurro, grigio, albicocca) che permettono di mimetizzare perfettamente la Selfsat a seconda della facciata del palazzo o delle caratteristiche del balcone.

Pubblica i tuoi commenti