Il quesito – Quando la parabola centralizzata non basta

Sono un antennista chiamato da alcuni clienti stranieri per installare una parabola sul loro balcone. In due casi è già presente la parabola condominiale per Sky ma i clienti sono interessati ai canali turchi e rumeni presenti su altri satelliti. Prima di mettere la parabola sul balcone, vorrei sapere se la legge lo consente e se andrà chiesto all’amministratore il nullaosta. Credo che la questione interessi anche altri colleghi.

S.P.

 

Le antenne televisive e radiofoniche per la ricezione e la trasmissione dei segnali hanno ricevuto una tutela molto particolare, che le “protegge” perfino dai contrastanti interessi dei condomini dello stabile. L’installazione delle antenne e degli accessori sia essa configurabile come diritto soggettivo autonomo sia come facoltà compresa nel diritto primario all’informazione e diretta all’attuazione di questo (art. 21 della Costituzione), è limitato soltanto dal pari diritto di altro condomino o di altro coabitante nello stabile e dal divieto di menomare (in misura apprezzabile) il diritto di proprietà di chi deve consentire l’installazione su parte del proprio immobile.

Nel diritto primario riconosciuto dalla Costituzione rientra anche l’installazione di antenne su beni di proprietà esclusiva altrui, nonché l’installazione di antenne sul lastrico solare condominiale, contro la volontà dell’assemblea dei condomini.

Alcuni regolamenti comunali e condominiali “normano” l’installazione delle parabole, pur senza limitare il diritto all’informazione. Solitamente, questi regolamenti vietano l’installazione all’interno di balconi visibili da pubblica via o in altre situazioni esteticamente deturpanti. Prima di richiedere l’installazione, quindi, il cliente deve consultare il regolamento condominiale (ogni condomino dovrà possederne una copia) e quello comunale presso l’Ufficio Urbanistica o sul portale web del Comune di residenza del cliente. Se così fosse, le parabole in aggiunta a quella centralizzata condominiale possono essere installate sui balconi ma senza essere visibili oppure solo ed esclusivamente sul tetto, rispettando ovviamente le normative elettriche e di sicurezza. In molti casi, è anche necessario segnalare agli uffici comunali competenti l’installazione di un’antenna parabolica, compilando l’apposito modulo disponibile in Comune o sul suo sito web.

 

Pubblica i tuoi commenti