Pay-tv – Mediaset Premium e protezione anticopia

Ho notato che il segnale di Mediaset Premium (Cinema e fiction) viene ora irradiato con divieto di copia da quando ho aggiornato la guida dei programmi. Secondo me si tratta di una palese violazione di un obbligo contrattuale a suo tempo sottoscritto: in nessun modo e con nessun mezzo mi è stato mai accennato alla possibilità che si verificasse quanto poi accaduto. Il motivo del mio disappunto risiede nel fatto che registravo i film non per rivendermeli ma per vederli con calma al riparo da citofono, telefono e quant'altro. Ora sono costretto a restare appiccicato al televisore senza, magari, poter vedere altri programmi.
Potrei promuovere una causa civile ma sarebbe faticoso e antieconomico: se il divieto non sarà rimosso, non ricaricherò la mia card e passerò alla concorrenza. Con viva cordialità.

Raffaele V.

Mediaset e altre pay-tv sono indotte a inserire nelle trasmissioni un segnale anticopia (analogico via Scart o digitale per i decoder/Tv PVR con slot CAM) per impedire la registrazione di alcuni eventi e rispettare così le clausole antipirateria inserite nei contratti stipulati con i fornitori di contenuti (es. major cinematografiche). Questo tipo di protezione è presente però solo sui decoder “ufficiali”, ossia quelli forniti dalle stesse pay-tv oppure certificati da DGTVi, e sulle CAM HD. Con altri decoder e CAM, invece, è ancora possibile registrare tutti i contenuti criptati, sia collegando alla Scart un videoregistratore VCR o DVD (meglio se di vecchia generazione) sia attraverso un hard disk nei modelli PVR. Anche i TV di ultima generazione con funzione PVR, come hanno dimostrato i nostri test, sono in grado di registrare i programmi criptati del Digitale terrestre ma solo utilizzando una SmarCAM tradizionale su piattaforma CI e non quella HD che invece è basata sullo standard CI+.

Pubblica i tuoi commenti