Personal Video Recorder – Registrazioni a scatti e… pezzetti

Possiedo un decoder PVR che riproduce frequentemente le registrazioni a scatti oppure si blocca, per cui è necessario spegnerlo staccando la spina. Provando sul PC, ho visto che divide la registrazione in tanti file cosicché, per vedere tutto, devo passare manualmente da uno all’altro. Qualche suggerimento? Io non colleziono nulla, voglio solo rivedere qualche programma quando sono assente, possibilmente sul TV e tutto di fila. Devo forse acquistare una Pen Drive speciale per PVR, anche se costa quasi come il decoder?

Segreteria P.V.

La riproduzione a scatti, probabilmente causata da errori di registrazione, e il blocco del decoder dipendono quasi certamente dalla Pen Drive USB (chiavetta) utilizzata che non è in grado di supportare un’adeguata velocità di lettura e scrittura. A priori non possiamo nemmeno escludere un malfunzionamento del tuner o il segnale digitale di scarso livello o qualità che impediscono il corretto trasferimento del flusso MPEG-2 TS verso la chiavetta USB. Può verificarlo cambiando l’attuale chiavetta con una più “performante”, scegliendo tra i modelli dedicati ai decoder PVR (come quelle prodotte da TELE System e disponibili nei tagli da 8, 16 e 32 GB) oppure i modelli ad alta velocità prodotti da brand famosi e affidabili. Gli hard disk USB autoalimentati a basso consumo da 2,5” possono rappresentare una valida alternativa alle Pen Drive, soprattutto considerando il basso costo per gigabyte (320/500 GB a 50-70 euro).
Lo spezzettamento delle registrazioni, una pratica utilizzata in molti decoder PVR, permette di gestire più agevolmente l’archivio, superare le limitazioni del file system FAT32 (max 4 GB per file) e facilitare l’editing.
Di contro, obbliga il telespettatore a unire tutte le parti nel caso in cui desideri archiviare una registrazione, convertirla in DVD o in altri formati. Per queste operazioni, può appoggiarsi a diversi programmi gratuiti per piattaforma Windows come ProjectX, Avidemux, TMPG Enc oppure a Womble MPEG-VCR che invece è a pagamento.
Visto, però, il suo disinteresse ad archiviare le registrazioni, la soluzione migliore è di utilizzare lo stesso decoder che le ha generate oppure un PC o TV con Mediaplayer USB creando una playlist contenente tutte le parti della registrazione.

Pubblica i tuoi commenti