programmi Tv – A quando le trasmissioni in 16:9?

Marzo 2008.
Per Natale avrei voluto acquistare un televisore LCD da 20 pollici in formato 16:9 ma mia moglie si è opposta perché non disposta a vedere immagini deformate, insistendo quindi per l'acquisto di un LCD 4:3. Stando alle dichiarazioni del rivenditore cui mi sono rivolto, sembrerebbe che Adiconsum abbia fatto richiesta perché dal 2009 inizino le trasmissioni in 16:9. Potreste fornirmi maggiori delucidazioni in merito?
Giuseppe V., Faenza (RA)

L'Associazione Consumatori Adiconsum sta esercitando pressioni nei confronti dei broadcaster italiani per spingerli a trasmettere i propri programmi in formato 16:9 (widescreen) “reale”, così da ottimizzarne la visione con i moderni Flat Tv LCD e Plasma.
Finora, però, solamente SKY ha accolto l'invito, annunciando dal 1° marzo la trasmissione di tutti i canali SKY Cinema in 16:9. Rai, Mediaset e altri non hanno, invece, fatto alcuna promessa a riguardo.

La questione da lei sollevata è condivisa da moltissimi utenti già da anni possessori di un Tv widescreen o che di recente hanno provveduto a sostituire il vecchio televisore con un modello 16:9 (praticamente il 100% degli apparecchi dai 24” in su).

Nonostante infatti i Tv widescreen possano visualizzare correttamente il formato 4:3, le immagini occupano solo una parte dello schermo (es. 40” per uno schermo da 50” 16:9) e le bande nere, grigie oppure bianche che appaiono lateralmente possono creare problemi al pannello LCD o Plasma (persistenza o bruciatura dei fosfori).

Le pellicole cinematografiche widescreen trasmesse dai canali 4:3 in formato Letterbox possono, invece, essere zoomate a tutto schermo sfruttando così l'intera superficie ma con un'inevitabile perdita di qualità dovuta allo sgranatura dell'immagine.

Il primo passo verso il definitivo passaggio al 16:9 potrebbe essere rappresentato dalla trasmissione delle sole pellicole nell'originario formato anamorfico, così da permettere ad un Tv 16:9 di visualizzare le immagini senza tagli, ma soprattutto senza perdita di qualità.
In questo caso, però, i possessori di un Tv 4:3 dovranno ricorrere alla funzione “16:9/letterbox” per schiacciare orizzontalmente l'immagine (restituendo la corretta geometria) e far apparire le bande nere superiore e inferiore.
Ne deriva una riduzione della superficie “utile” dello schermo, ma anche un incremento delle informazioni a corredo dell'immagine che, altrimenti, risulterebbero tagliate (parti laterali).

Pubblica i tuoi commenti