Punti Sat. Le decisioni da prendere

Febbraio 2009. Ottenuto un quadro ragionevolmente completo di cosa possiamo installare sul nostro tetto non ci rimane che stabilire di quanti “punti sat” abbiamo bisogno: non dimentichiamo che ad ogni punto serve un ricevitore, differentemente dalle vecchie trasmissioni analogiche per le quali bastava il televisore, con il tuner integrato.

Sarebbe buona norma cercare di scegliere componenti che si prestino ad un ampliamento dell'impianto: per esempio possiamo decidere d'installare una parabola “toroidale” e partire con l'installare solo 3 LNB puntati sui satelliti preferiti: e possiamo altresì stabilire che questi LNB siano a 4 uscite indipendenti anche se poi, in prima instanza, si utilizzeranno soltanto due di queste 4 uscite: due switch DiSEqC 1.1 completano il tutto.

Insomma le possibilità sono davvero numerose e vanno valutate bene in fase di progettazione dell'impianto: il tempo passato a valutare le alternative verrà largamente ripagato in facilità di ampliamento futuro.

Pubblica i tuoi commenti