Realtà o televisione?

Agosto 2008. Il primo passo per una riproduzione della realtà sempre più verosimile è quello di aumentare quanto più possibile il numero di immagini al secondo che lo schermo televisivo è in grado di riprodurre e la tecnologia Blue Phase sviluppata nei laboratori di ricerca e sviluppo dell’azienda coreana vanno proprio in questa direzione.

«La modalità Blue Phase - ha spiegato il direttore del dipartimento R&D LCD Jun Hyung Souk - è un’importante evoluzione delle tecnologie relative ai display a cristalli liquidi convenzionali. Lo sviluppo tecnologico di Samsung ha prodotto una straordinaria occasione per portare la qualità delle immagini degli schermi LCD molto più vicina a quella delle immagini in movimento reali».

In sostanza, la Blue Phase porta i pannelli LCD a riprodurre sequenze alla frequenza di 240 Hz, cioè le immagini si rinnovano 240 volte al secondo producendo una incredibile fluidità nella rappresentazione delle scene in movimento.

Il primo prototipo è stato presentato lo scorso mese a Los Angeles, ha una dimensione di soli 15 pollici ma dischiude le porte a una futura commercializzazione di display di qualsiasi taglio, probabilmente già a partire dal 2011.

Pubblica i tuoi commenti