Rete Ethernet – LAN in appartamento da ristrutturare

Sto ristrutturando un vecchio appartamento e, possedendo diverse apparecchiature audio/video collegabili in rete (Smart TV, decoder MySky HD, Blu-ray, Mediaplayer, router/modem, NAS, ecc.), stavo pensando di realizzare una rete LAN cablata così da evitare, ove possibile, il Wi-Fi che alcuni reputano dannoso per la salute. Sono un tecnico elettronico ma ho poche conoscenze di reti. Secondo voi, come dovrà essere realizzata questa rete? Che tipo di cavo è necessario? E’ meglio intestare i cavi oppure utilizzare le prese a muro? E’ facile intestare i cavi?

Luciano T.

La decisione di realizzare una rete cablata approfittando della ristrutturazione di un appartamento ci sembra pienamente azzeccata. Il primo passo è di stabilire l’esatto punto in ciascuna stanza dove si ha intenzione di installare le varie apparecchiature dotate di porta Ethernet. Quello successivo sarà stabilire dove sistemare il modem ADSL/fibra e gli eventuali switch per moltiplicare le porte LAN destinate alle varie stanze. Se la sua abitazione è raggiunta dal classico doppino di rame, la posizione del modem/router può variare semplicemente modificando il percorso di questo doppino. Se, invece, nel suo appartamento arriva il cavo in fibra ottica, allora sarà meglio evitare modifiche oppure rivolgersi direttamente a un tecnico autorizzato dal suo service provider.
Molti utenti installano il router/modem e gli switch nei pressi del TV, ossia dove sono concentrati tutti gli apparecchi AV “connessi”, mentre altri preferiscono averli vicino al PC e alla stampante, magari in una stanza adibita a studio o relax. Dal salotto oppure dallo studio partiranno uno o più cavi Ethernet destinati alle varie stanze dell’abitazione (schema “a stella”) mentre in queste ultime, se è necessario collegare più apparecchi (es. PC, stampante, IP Cam, ecc.), anche di tipo wireless, si farà ricorso a switch, Access Point e così via.
Per un lavoro a regola d’arte, le suggeriamo di posare una rete di canaline esclusivamente dedicate al cavo LAN, di tipo FTP Cat. 5e o 6 per supportare velocità fino a 1 Gbps. Queste canaline, se necessario, potranno essere utilizzate anche per ospitare il doppino fonia/dati. Per ragioni estetiche e pratiche, consigliamo di installare in tutte le stanze dove arriva il cavo FTP, una o più prese da muro RJ45 con collegamento rapido ad incisione (Tool Less – basta un cacciavite) per facilitare i cablaggi, preferibilmente della stessa marca e serie delle altre prese ed interruttori. Queste prese avranno ovviamente bisogno di una scatola a incasso compatibile che il muratore provvederà a installare durante la ristrutturazione. Una volta completata la realizzazione della rete, potrà acquistare i cavi Ethernet per il collegamento prese-dispositivi-router-switch già pronti nelle varie lunghezze oppure realizzarli nelle misure desiderate acquistando i singoli componenti, ovvero cavo, plug RJ45, pinza crimpatrice e spelafili. Sul web si trovano numerose istruzioni, anche video, per intestare i cavi Ethernet in pochi minuti e senza errori.

Pubblica i tuoi commenti