Ricevitore DTT HD FTA Digiquest DG3600 HD HP

In sintesi
Se il predecessore DG3600HD si distingueva per la presenza del tuner HD, una rarità per i box free-to-air di un paio d’anni fa, la nuova versione HP si spinge oltre, portando per la prima volta su uno zapper le App e i servizi VOD. Ciò grazie alla piattaforma App TV di InView (in grado anche di fornire una superba EPG con tanto di suggerimenti su misura di telespettatore) e al dongle USB Wi-Fi in dotazione. L’offerta è abbastanza ampia e comprende anche alcuni servizi in lingua italiana (La Repubblica e diverse radio in streaming), sfruttando al meglio la risoluzione Full HD di cui è capace il decoder.
Con il ricevitore DG3600 HD HP possiamo anche registrare i programmi radiotelevisivi su schede di memoria, chiavette e hard disk USB, riprodurre la quasi totalità dei file multimediali in circolazione e programmarlo abbastanza facilmente nonostante diversi menu OSD che non brillano per intuitività. Ultimo, ma non meno importante, è il fattore estetico: il nuovo ricevitore Digiquest occupa pochissimo spazio e può essere installato anche in verticale. Oltre alle liste preferite, avremmo sicuramente gradito la presenza di una seconda USB, magari sul retro, così da consentire il collegamento contemporaneo sia del dongle Wi-Fi sia della chiavetta o dell’hard disk per il PVR e il Mediaplayer.

Gennaio 2014
La storia di Digiquest è costellata di molti successi raccolti soprattutto nei momenti più brillanti, quando la TV satellitare era all’apice della sua popolarità, e qualche periodo di riflessione causato dalle crisi cicliche del mercato dei set-top-box. L’azienda californiana, che in Italia ha il “volto” di Cardmania, ha sempre sviluppato prodotti innovativi, sotto certi aspetti anche rivoluzionari, investendo molte risorse nella ricerca di soluzioni che anticipassero i bisogni dei consumatori nel mutevole mondo dell’elettronica di consumo e della TV digitale. Il decoder presentato questo mese rappresenta l’ennesima tappa della storia di Digiquest e riconferma in toto la sua filosofia. Come altri zapper HD, il DG3600 HD HP trasforma un vecchio TV, un monitor o un videoproiettore in uno strumento sofisticato per vedere e registrare i programmi televisivi in chiaro, a definizione standard e HD. In più, e da questo punto di vista è davvero “unico”, rende l’esperienza televisiva più ricca e coinvolgente grazie a Internet. La piattaforma App TV di InView contiene infatti decine di App per tutti i gusti e le esigenze: video-on-demand, radio, musica, news, meteo, social network, giochi e una EPG settimanale sempre disponibile, aggiornata in tempo reale e ricca di personalizzazioni.
Il nuovo ricevitore Digiquest è privo di interfacce Wi-Fi o Ethernet e, per connettersi a Internet, utilizza un micro-dongle USB Wi-Fi in dotazione collegato all’unica presa USB frontale disponibile (da condividere con eventuali chiavette e hard disk per il PVR e il Mediaplayer).
Per il resto, il ricevitore DG3600 HD HP si comporta come i migliori zapper terrestri HD sul mercato: si autoinstalla in pochi minuti, sintonizza tutti i canali in chiaro a norme DVB-T, sia SD sia HD, li ordina secondo la LCN permettendo la risoluzione manuale di eventuali conflitti di numerazione, registra e mette in pausa i programmi televisivi (Rec e Timeshift), riproduce la maggior parte dei file multimediali come musica, foto e video, anche in HD 3D, si spegne automaticamente dopo un tempo di inattività di almeno 3 ore. Il parco delle connessioni prevede sia la porta HDMI sia la SCART per ripetitori di segnale e modulatori mentre sul pannello frontale è presente anche uno slot per memory card di tipo SD/SDHC con le stesse funzionalità della presa USB. L’apparecchio misura solamente 180x95x32 mm e può essere installato praticamente ovunque, sopra un mobile o accanto a un TV, anche in verticale.

OSD originale
Il primo contatto con la grafica del menu OSD ha lasciato chi scrive un po’ disorientato perché la disposizione delle voci e delle relative icone all’interno delle sezioni principali è differente da qualunque altro set-top-box o TV. Il tasto freccia “giu” seleziona le tre sezioni (Trasmissione, Multimedia, Impostazioni e altro) che si “aprono” mostrando le icone dei sottomenu scorrevoli con i tasti freccia destra/sinistra. Inoltre, in alcuni sottomenu, la pressione dei tasti Info e soprattutto NAVI, fa apparire diverse opzioni che solitamente risultano integrate nel menu “principale”. Dopo un breve periodo di adattamento, la situazione cambia radicalmente ma l’esperienza di navigazione, secondo noi, risulta meno fluida e intuitiva rispetto ad altri set-top-box provati, anche della stessa Digiquest.
Trasmissione consente la selezione dei canali televisivi oppure radiofonici (come il tasto TV/Radio del telecomando) e di accedere alla pagina delle registrazioni effettuate.
Multimedia conduce al Mediaplayer, cioè alla riproduzione dei file multimediali salvati su dispositivi USB o schede SD (foto, musica e film).
Impostazioni e altro ospita alcune utility come il calendario e la calcolatrice, i giochi Boxman, Tetris e Gobang, tutte le impostazioni a loro volta organizzate in 7 sottomenu: Installazione, decoder, setup TV, password, software, ripristino valori di fabbrica e rimuovi USB.
Installazione attiva la tele-alimentazione per le antenne attive e altri accessori, imposta il Paese per la corretta canalizzazione, la lingua OSD/audio/sottotitoli, attiva l’ordinamento LCN e la funzione di spegnimento automatico dopo tre ore di inutilizzo, esegue la ricerca manuale o automatica dei canali.
Decoder regola l’orologio e il datario (GMT On/Off, fuso, ecc.).
Setup TV abilita lo spegnimento temporizzato (Sleep Timer - 15’/30’/45’/ 60’/90’/120’), imposta il formato d’immagine (16:9 Letterbox, 16:9 Fit, 4:3 Letterbox, 4:3 Pan&Scan), l’uscita video SCART (CVBS/RGB) o HDMI, la risoluzione in uscita dalla HDMI (Auto, 720p o 1080p), il formato audio digitale (RAW/LPCM).
Password blocca l’accesso ai canali con un PIN mentre Software permette di aggiornare il decoder via USB/SD oppure OTA (antenna) e di salvare una copia dei dati di sistema sempre via USB/SD per un successivo ripristino o clonazione.
Ripristino effettua un reset del decoder, mentre Rimuovi USB disabilita la scheda SD e i dispositivi USB collegati per evitare il rischio di perdita dei dati durante la rimozione.
Per conoscere i dati di sistema come la versione software, quella hardware e la data di compilazione, basta premere il tasto Info quando appare la schermata principale del menu.

PER INFORMAZIONI
Cardmania
www.cardmania.it
www.digiquest.it
Topfield Telefonia
indo@digiquest.it

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1121/eur252_DigiQuest_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti