Ricevitore Sat C.I. CAS Big SAT DSR-7800 CRCI Premium

In sintesi
Anche se la concorrenza nella fascia entry-level è sempre più agguerrita, il decoder Big SAT DSR-7800 sa ritagliarsi un proprio spazio grazie alla qualità della componentistica, all’affidabilità generale e alla facilità d’uso e configurazione. Il doppio slot C.I. e la CAS assicurano l’accesso a molte pay-tv mentre la compatibilità DiSEqC 1.2/USALS permette di sfruttare al meglio i 6000 canali di memoria. Troviamo anche alcune “chicche” come i grafici di livello/qualità del segnale (oscilloscopio o barra tradizionale) e l’autoimpostazione del DiSEqC mentre le funzioni multimediali sono state volutamente ignorate per ridurre il prezzo finale.

Gennaio 2009. Il nuovo Big SAT DSR-7800 CRCI Premium al quale dedichiamo il test di oggi è strettamente derivato dal modello BS-S780 CRCI di cui ci siamo occupati il mese scorso.
Il costruttore tedesco Golden Interstar, proprietario del marchio Big SAT, ha voluto infatti arricchire la propria gamma di set-top-box digitali con un nuovo esemplare a basso costo sprovvisto di tutte quelle funzioni accessorie come il player Jpeg/MP3 e la porta USB che una parte degli appassionati di Tv satellitare giudicano superflue.

Le funzionalità “chiave” del decoder sono invece rimaste immutate. Ci riferiamo, in particolare, alla doppia Common Interface affiancata da una CAS (CAM integrata) originariamente compatibile con l’accesso condizionato Conax ma facilmente riprogrammabile con le apposite patch scaricabili dal Web, ai 6000 canali di memoria, alla compatibilità con gli impianti motorizzati (DiSEqC 1.2 e 1.3 USALS) e con quelli fissi (singolo e multifeed), al display frontale a led, alla doppia presa Scart per TV/VCR, al modulatore RF ed all’uscita audio digitale ottica compatibile Dolby AC3.

In sostanza si tratta di un decoder concreto ed affidabile, capace di soddisfare la stragrande maggioranza dei bisogni degli utenti e proposto ad un prezzo molto competitivo.

Menu hi-res multicolore
Il menu OSD si caratterizza per le numerose voci presenti, la grafica multicolore ad alta risoluzione e la dinamicità delle finestre e dei testi.
Le icone, come già visto in altri esemplari della grande famiglia Golden Interstar, sono spesso animate mentre la barra di aiuto scorre in continuazione nella parte bassa del teleschermo mostrando le funzioni associate ai vari tasti del telecomando per la navigazione OSD.

La finestra del main menu che appare in sovrimpressione alle immagini televisive permette di accedere alle 6 sezioni, ovvero Installazione, Impostazioni del sistema, Preferenze dell’utente, Giochi, Common Interface, Smart Card.

La sezione Installazione permette di configurare l’impianto di ricezione operando sui settaggi di ciascuno degli 83 satelliti presenti nel database (frequenza, tipo e alimentazione LNB, DiSEqC - anche in modalità automatica, switch 0/12 Vcc, tono 22 kHz) e quelli per la ricerca dei canali (estensione network, tipologia canale FTA/criptato, filtro PID TV e/o Radio oppure anche dati, ecc.).
Inoltre è possibile selezionare l’eventuale impianto motorizzato (rotore DiSEqC 1.2 tradizionale oppure USALS) ed effettuare tutte le necessarie regolazioni (satellite di riferimento, frequenza transponder, dimensione passo, spostamento antenna) anche in modalità automatica (Auto Adjust).
L’indicatore del livello e della qualità del segnale associato ad un transponder predefinito (modificabile) consente di verificare il corretto inserimento dei dati ed il puntamento della parabola.

Sempre nella sezione Installazione è possibile editare il database dei transponder, tra l’altro non recentissimo, modificando i parametri (SR, polarità, PID, ecc.), cancellare le frequenze non più attive o aggiungerne di nuove.

Nel menu Impostazioni del sistema troviamo le operazioni di editing dei canali dell’elenco generale (cancellazione, spostamento, cambio nome, ordinamento, blocco), la creazione di liste preferite (fino ad un massimo di 8) associate ad un contenuto predefinito (sport, musica, cinema, ecc.), la gestione del Parental Control (blocco accesso a menu, canali, pay-tv ed ai programmi in base all’età), la regolazione dell’orario/datario (automatica oppure manuale con fuso e ora legale/solare), i settaggi per l’aggiornamento firmware/settings tramite RS-232, il reset ai dati di fabbrica, la visualizzazione dei dati di sistema (versioni firmware, boot, ecc.) e la programmazione del timer VCR (20 eventi).

La sezione Preferenze dell’utente mette a disposizione tutte le voci per la selezione della lingua di menu, audio (principale e secondario), formato dello schermo (4:3/16:9 Full Screen/Letterbox/Pan&Scan), standard TV (Pal/NTSC/auto), dell’uscita video dalla Scart TV (RGB o CVBS), la configurazione del modulatore RF (canale e standard audio), la personalizzazione delle finestre OSD e della navigazione nel menu (livello e frequenza tono acustico pressione tasto telecomando, stile barra segnale, trasparenza, durata banner, opzioni cambio canale, screensaver, modalità Dual Sound, ecc.).

In Giochi troviamo alcuni videogame come Mine, Pacman ed il calendario perpetuo.

Dai menu Common Interface e Smart Card possiamo infine accedere alle informazioni e allo status dei moduli C.I. e delle smart card inserite nelle CAM C.I. e nel lettore ISO.

Sintonia automatica e manuale
Anche questo modello è sprovvisto di un menu dedicato per la sintonizzazione dei canali da effettuare, quindi, all’interno della sezione Installazione.

Dopo aver impostato tutti i parametri corrispondenti al proprio impianto di ricezione, fisso oppure motorizzato e averne verificato il funzionamento, possiamo procedere con la ricerca automatica (singolo o multi satellite) oppure manuale (normale o avanzata).

La sintonia automatica richiede la selezione dei satelliti ricevibili nella colonna di sinistra (con il tasto OK), l’impostazione dei filtri ricerca (network, solo FTA, tipologia TV e/o Radio) e si avvia con il tasto blu del telecomando (Cerca tutti) mentre per quella manuale su un determinato transponder bisogna selezionare il satellite, posizionarsi a destra sulla frequenza, premere OK, selezionare uno o più transponder a piacere nella colonna di sinistra ed avviare la ricerca sempre con il tasto blu.

Con i tasti di colore rosso, verde e giallo possiamo, rispettivamente, cancellare uno o più transponder (perché obsoleti o errati), aggiungerne di nuovi ed editare i codici PID per la ricerca avanzata.

Durante la scansione vengono elencati i canali TV/Radio trovati e il numero totale, il satellite e il transponder esaminato (completo di frequenza, polarità, symbol rate), l’eventuale switch DiSEqC associato, la barra di progresso, lo status di avanzamento ed il tempo trascorso dall’inizio della ricerca.
La scansione può essere interrotta in qualsiasi momento con il tasto rosso.

La lista dei canali che appare sullo schermo premendo il tasto OK può essere ordinata per accesso condizionato, satellite, alfabeto e, per ogni canale evidenziato, sono mostrati anche i dati tecnici come satellite, frequenza, polarità e SR.
Con il tasto blu, inoltre, si accede al mosaico multicanale (4, 9, 10, 13 e miniature contemporaneamente sullo schermo).

Banner multicolore ed EPG settimanale
Nel banner canale, anch’esso multicolore e ad alta risoluzione, troviamo diverse informazioni testuali e grafiche (icone) come il numero ed il nome dell’emittente, i dati tecnici della trasmissione (satellite, frequenza, polarità, SR, accesso condizionato, PID - in continua rotazione), il livello e la qualità del segnale (sottoforma di oscilloscopio oppure di barre a seconda della scelta effettuata nel menu OSD), i sistemi di accesso condizionato delle CAM e della card (se inseriti) e diverse icone (codifica, teletext, doppio audio, EPG, lock).
La visibilità dei testi non è ottimale a causa delle ridotte dimensioni di caratteri.

Per conoscere il palinsesto si può premere il tasto Info (finestra aggiuntiva al banner) oppure EPG che mostra, per ogni singolo canale selezionato nella colonna di sinistra, la programmazione giornaliera/settimanale e le informazioni estese come titolo, protagonisti, trama, ecc. Con il tasto rosso si effettua la prenotazione dell’evento con la programmazione diretta del timer VCR.

Grazie alla doppia Common Interface e alla CAS Conax, il decoder Big SAT DSR-7800 può decodificare qualsiasi pay-tv a patto che utilizzi un sistema di accesso condizionato disponibile sui moduli CAM (standard o multisistema) o emulabile attraverso la programmazione della CAS con le solite patch.
Bisogna però sottolineare ancora una volta come la riprogrammazione della CAS a scopi di emulazione sia vietata dalla legge.

Collegamenti possibili
Il parco connessioni del decoder Big SAT DSR-7800 è identico a quello della maggior parte dei decoder satellitare in commercio.

La sezione video comprende due Scart (Tv e VCR oppure Aux) compatibili con i formati RGB (ingresso VCR e uscita Tv) e Composito (ingresso+uscita VCR e uscita Tv) e una presa Cinch per l’uscita video Composito; quella audio si basa su una coppia di Cinch (uscita audio analogica) ed una Toslink (audio digitale compatibile AC3 sempre in uscita) mentre quella dati si limita alla seriale RS-232.

Ci sono poi due prese IF per l’ingresso antenna Sat e l’uscita passante (LOOP), due IEC dedicate al modulatore (antenna terrestre in ingresso e uscita con il segnale AV modulato su un canale RF selezionabile da menu) e un ulteriore Cinch che fornisce la tensione di 12 Vcc attivabile sempre da menu per la gestione di commutatori d’antenna e altri accessori.

C’è anche l’interruttore generale di alimentazione (Power) per disconnettere il decoder dalla rete elettrica senza dover estrarre la spina.

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi/uscite antenna IF: 1/1 (passante)
Frequenza di ingresso: 950÷2150 MHz
Canali memorizzabili: 6000 (120 satelliti)
Symbol Rate: 1÷45 Msym/s
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.2/1.3 (USALS)
CPU: Nec D61115 - 32 bit
Memoria Flash/SDRam: 2/16 MB
Connessioni Video: 2 Scart (TV: CVBS Out, RGB Out; VCR: CVBS In/Out, RGB In), 1 Cinch (CVBS Out)
Connessioni Audio: 2 Cinch (analogico out dx/sx), 1 Toslink (digitale ottico out compatibile Dolby AC3)
Presa RS-232: D-Sub 9
Altre prese: IEC ingresso/uscita passante (modulatore), Cinch uscita 0/12 Vcc
Modulatore RF: PLL ch 21÷69 UHF
Teletext: Integrato e disponibile su uscita video (VBI)
Altre funzioni: Giochi, calendario perpetuo, zoom e fermo immagine digitali, timer VCR, sleep timer, mosaico multiscreen, upgrade firmware/settings via RS-232, liste preferite (8), auto DiSEqC
Slot CAM C.I.: 2
CAM integrata: Conax (programmabile) con lettore smart card
Alimentazione: 100÷250 Vac - 50/60 Hz
Consumo: 25 watt max (8 watt in stand-by)
Dimensioni (LxAxP): 340x60x240 mm
Peso: 2 kg
Prezzo: Euro 65,90

DA SEGNALARE
+ Doppio slot Common Interface
+ CAM Conax integrata e programmabile
+ 6000 canali di memoria
+ Compatibile DiSEqC 1.0/1.2/1.3 USALS
+ Menu OSD graficamente curato
+ Facile da utilizzare e configurare
- Manuale d’uso senza traduzione italiana

Dati apparecchio in prova
SW: v 1.72 G8C5M4S3 (R3040)
Boot: v 1.36

PER INFORMAZIONI
Chip Planet
www.chipplanet.it
Tel. 091 525455

Pubblica i tuoi commenti