Ricevitore SAT CAS HD Linux MVision HD-700L

In sintesi
Il primo decoder Linux della gamma MVision ha molti pregi (dimensioni compatte, ricerca Blind Scan, doppia EPG, banner dettagliato, PVR multifunzione, Plugin, IPTV, funzionalità di rete) ma anche qualche neo (no SCR, Mediaplayer video tentennante). I primi superano senza dubbio i secondi e, soprattutto, la piattaforma Linux offre una serie di “plus” destinati a far felici molti smanettoni sempre pronti a sperimentare nuove soluzioni. Al di là dello sviluppo futuro del firmware originale “custom”, che ci auguriamo possa procedere come avvenuto finora per eliminare i bachi e aggiungere nuove funzioni (come il supporto SCR e qualche codec video in più), la possibilità di trasformazione a Enigma 2 è senz’altro rimarchevole. Anche in questo caso, però, occorre migliorare la compatibilità perché le schermate di errore, che costringono a riavviare il decoder, sono abbastanza frequenti e fastidiose. Con Enigma 2, però, è proprio tutto un altro mondo…

Ottobre 2013
I decoder con sistema operativo Linux, i cosiddetti “Linux Embedded”, hanno rivoluzionato il mercato dei set-top-box. Il motivo è semplice: oltre ad aggiungere funzionalità inedite per un comune ricevitore (tramite gli ormai famosi “plugin”) e fungere da precursore per la futura Smart TV, la piattaforma Linux garantisce una piena personalizzazione anche grazie ai Gruppi di lavoro artefici di firmware rivoluzionari come Enigma ed Enigma 2 adattandoli a numerosi modelli in commercio.
La maggior parte dei decoder Linux in circolazione monta firmware “customizzati” ma con la possibilità di trasformarsi successivamente in Enigma attraverso procedure più o meno complesse. Il ricevitore 700L è il primo “Linux Powered” a far parte della famiglia Mvision, un debutto molto atteso e che non deluderà certo le aspettative dei fan del pinguino.
Compatto ma non essenziale, Mvision HD-700L vanta le stesse caratteristiche e dotazioni di un box satellitare HD di fascia medio-alta ma con il “plus” del firmware Linux.
Supporta qualunque impianto e sistema di distribuzione satellitare (ad eccezione di quelli con tecnologia SCR/UniCable), è provvisto di CAS programmabile associato a due lettori smart card, è predisposto per la registrazione dei programmi televisivi su unità USB esterne (PVR e Timeshift con numerose opzioni), riproduce i file multimediali in locale (USB) e in rete (anche in streaming) grazie all’interfaccia LAN, è predisposto per la connettività Wi-Fi con dongle USB opzionale. Non manca il display a LED, le uscite AV analogiche (Scart, Cinch) e digitali (HDMI e S/PDIF ottica). Infine, dispone già di diversi plugin preinstallati tramite cui consultare le previsioni meteo, gestire il funzionamento delle webcam, ascoltare le radio della piattaforma Shoutcast, leggere i feed RSS e molto altro. I plugin sono un po’ come le App dei device Android e quindi possono essere installati e disinstallati a piacere.

Menu Full HD
Il menu OSD si avvale di una grafica “customizzata” con testi e icone ad alta risoluzione. I sottomenu e le voci sono organizzate con intelligenza e facili da navigare. La schermata principale ospita nella parte inferiore le icone corrispondenti alle sezioni principali, con un piacevole effetto scorrevole e in quella superiore il titolo e i contenuti di quella selezionata. La traduzione italiana è un po’ lacunosa con vari errori ed omissioni mentre i suggerimenti che appaiono nella parte bassa del teleschermo con le funzioni di navigazione associate ai vari tasti del telecomando (es. Verde per salvare le impostazioni, Menu per uscire dall’OSD, Exit per tornare al livello precedente) offrono un valido aiuto.
Installation permette la gestione dell’impianto satellitare fisso e motorizzato (scelta satellite e associazione porte DiSEqC 1.0 e 1.1, limiti e tipo motore, oscillatore locale LNB, frequenza di controllo, ecc.), di effettuare la scansione dei canali, aggiornare il firmware via USB o Internet, resettare il decoder ai valori di fabbrica.
Setting protegge i programmi in onda in base all’età minima consigliata (Parental Control), modifica la lingua del menu, gestisce i sottotitoli, l’orologio (automatico con fuso oppure manuale), il PVR, le uscite AV (formato schermo e immagine, risoluzione HDMI fino a 1080p, Dolby On/Off), la connettività Ethernet e Wi-Fi (IP fisso/DHCP, subnet mask, router address, DNS), la condivisione con PC e NAS (indirizzo IP e cartella) ed altre funzionalità (Stand-by normale o profondo, durata banner, trasparenza OSD, Stand-by Automatico).
Plugins ospita le applicazioni preinstallate compatibili con questo set-top-box (come Meteo, IRC, WebCAM, ecc.) e consente di installarne altre grazie al programma Manager.
Information mostra i dati di sistema (versioni software, API plugin, loader, micom, mainboard, System ID, ecc.) e lo spazio libero/totale dell’eventuale hard disk o chiavetta USB collegati alla porta posteriore mentre Media Center permette di riprodurre i file multimediali da USB o rete, gli streaming Unicast e Multicast (grazie a VLC Player) e conduce alla pagina delle registrazioni per la visione o l’editing.

PER INFORMAZIONI
MVision Italia
www.mvision.tv
Tel. 0421 210527

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1121/eur249_mvision_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti