Ricevitore SAT DTT CI HD TELE System TS4600HD-CI

In sintesi
Il decoder TS4600HD-CI ha dimostrato di essere un “combo” versatile e intuitivo, costruito in modo impeccabile e compatibile con la stragrande maggioranza dei segnali digitali e degli impianti di ricezione. La netta separazione (o quasi) tra le modalità DTT e SAT contribuisce a semplificarne l'installazione e l'utilizzo mentre il doppio slot Common Interface compatibile SmarCAM assicura la visione delle pay-tv DTT e, almeno per ora, dei canali di TivùSat.
Il Mediaplayer svolge il suo lavoro in modo onesto pur senza eccellere mentre la ricerca dei canali satellitari, seppur precisa e veloce, non prevede la scansione interna di un transponder tramite i codici PID. La qualità video è eccellente con tutte le uscite disponibili (in particolare HDMI e Component visto che supportano anche i formati 720p e 1080i) così come quella audio che può contare su una triplice uscita digitale (ottica Toslink e elettrica cinch+HDMI).
Da segnalare anche la possibilità di regolazione della risposta video sia da telecomando che da menu.


Ottobre 2009. Negli ultimi tempi, TELE System ha ulteriormente arricchito la propria gamma di decoder digitali satellitari e terrestri con tre nuovi modelli ad Alta Definizione dalle caratteristiche interessanti. Troviamo il Common Interface satellitare economico e compatto siglato TS4500HD, il primo box interattivo DTT compatibile con la nuova offerta HD di Mediaset Premium (TS7900HD) e infine il primo “combo”, TS4600HD-CI, oggetto del test di oggi.

Per fare le cose in grande, l'azienda vicentina ha deciso di utilizzare le tecnologie più avanzate come il tuner DVB-S/S2, la decodifica Mpeg-2 e Mpeg-4 per la ricezione dei segnali a definizione standard e HD, il doppio slot Common Interface per le pay-tv SAT e DTT compatibile SmarCAM (e quindi con l'offerta pay di Mediaset Premium, Dahlia TV, Glamour Plus, NiteGate ma anche con la piattaforma TivùSat), il supporto ai sistemi di commutazione DiSEqC 1.0, 1.2 e USALS, il lettore di file multimediali Jpeg, Mp3 e Mpeg-2, la porta USB dedicata al Mediaplayer e all'aggiornamento del firmware, il parco connessioni multisistema che comprende le uscite Scart (doppia), Component, HDMI, CVBS e S-Video.

Altra peculiarità del  decoder TS4600HD-CI è il menu grafico con caratteri di grandi dimensioni strutturato per semplificare al massimo la configurazione di tutti i parametri e l'accesso alle funzioni disponibili da parte di tutti gli utenti, dal principiante all'esperto.

OSD chiaro e semplice
La struttura e gran parte delle voci del menu OSD sono comuni alle sezioni DTT e SAT ma la navigazione avviene separatamente così come l'accesso ai canali.

Per semplificare, possiamo definire il Combo TS4600HD come due decoder, ciascuno con un proprio menu e una propria lista canali. Lo switch tra SAT e DTT avviene con l'apposito tasto del telecomando o tramite la voce presente nel sottomenu Installazione.
Il menu principale è composto da 5 sezioni: Canali, EPG, Impostazioni, Installazione, Sistema.

Canali permette di gestire le emittenti memorizzate in qualunque lista (eliminazione, blocco, spostamento, cambio nome, ordinamento all'interno dell'elenco generale o in quello diviso per transponder/broadcaster), creare fino a 10 elenchi di canali preferiti in base al genere di trasmissione (Movie,  Music, Sport, Shopping, Guide, News), alla tipologia (Scramble, FTA) o alle proprie preferenze personali (Favorite 1-2), accedere ai file multimediali presenti su memorie USB.

EPG rappresenta il collegamento alla guida elettronica ai programmi (in alternativa all'omonimo tasto del telecomando).

Impostazioni concentra le voci del Parental Control (blocco accesso canali in base all'età), i settaggi video e audio (lingua, uscita Dolby/PCM, preferenza audio Mpeg/Dolby, livello volume standard, formato video Pal/576p/720p/1080i, formato immagine Pan & Scan/Pillar Box/Schermo intero/Panoramico, uscita Scart RGB/CVBS/S-Video), le regolazioni dei parametri d'immagine (luminosità, contrasto, saturazione, colore, nitidezza), l'attivazione del filtro rumore digitale DNR, le regolazioni dell'orologio (fuso, formato, ora legale), la personalizzazione delle finestre OSD (durata banner e menu, lingua, trasparenza, sottotitoli), l'attivazione dell'ordinamento canali automatico LCN per il Digitale terrestre, la programmazione del timer eventi.
Le impostazioni di risoluzione/formato immagine e le regolazioni video sono accessibili anche da telecomando (tasti V.Format, A.Ratio, Picture).

La scelta del tuner (SAT o DTT), la configurazione di LNB/tipo impianto sat/satelliti ricevibili (solo menu SAT) e la ricerca dei canali si trovano in Installazione mentre Sistema permette di modificare la password per l'accesso a menu e canali, visualizzare i dati di programmazione del decoder, consultare le CAM e le smart card, ripristinare i dati di fabbrica (reset), abilitare l'aggiornamento firmware automatico via etere oppure procedere con quello manuale tramite USB.

Sintonizzazione separata automatica e manuale
Come anticipato, la ricerca dei canali digitali che trasmettono via etere (DVB-T) e via satellite (DVB-S/S2) viene effettuata separatamente a seconda del tuner scelto con il tasto DTT/SAT o dell'impostazione presente nel menu Installazione.

Per quanto riguarda le emittenti digitali terrestri, possiamo effettuare la scansione automatica generale delle bande VHF e UHF previa impostazione del Paese (Italia, Francia, Spagna, ecc.) e dell'ordinamento per frequenza o LCN oppure quella manuale scegliendo il canale (es. 50 UHF) o la frequenza, la larghezza di banda e la priorità (alta/bassa - solo per i canali trasmessi con modulazione gerarchica).

La ricerca manuale è supportata dalle barre di livello e qualità del segnale che permettono di verificare il perfetto funzionamento dell'antenna e dalle immagini in anteprima di uno dei canali presente nel mux sintonizzato.
Anche in questa modalità è possibile modificare il Paese e di conseguenza la canalizzazione VHF adottata.

Per i canali satellitari sono, invece, disponibili diverse modalità di ricerca: automatica per uno o più satelliti, manuale per singolo transponder o per tutti quelli collegati tra loro (NIT). Non è invece prevista la ricerca manuale avanzata tramite codici PID.

Prima di procedere con la scansione è necessario configurare correttamente l'LNB (tipo, 22 kHz, opzione DiSEqC) e il motore DiSEqC 1.2/USALS, associare agli slot DiSEqC i satelliti ricevibili con il proprio impianto e verificare il corretto agganciamento dei transponder di riferimento tramite le barre di livello e qualità del segnale.

Per la ricerca manuale è necessario anche specificare il transponder da esaminare selezionandolo dall'elenco (colonna Transponder) e, se necessario, procedere con le eventuali modifiche o aggiunte inserendo tutti i parametri richiesti - frequenza, polarità, standard DVB-S/S2, modulazione QPSK/8PSK, SR, FEC.
Con il tasto di colore blu si può decidere se memorizzare i canali in chiaro e/o criptati  mentre con quello verde si avvia la ricerca.

Durante la scansione DTT viene mostrato l'elenco delle emittenti trovate con il numero del canale occupato e la numerazione attribuita dalla tabella LCN, il canale VHF/UHF esaminato, la sua frequenza e la larghezza di banda, lo stato di avanzamento (canale/barra grafica).

Al termine, la nuova lista prenderà il posto di quella precedente.
La finestra di ricerca dei canali satellitari mostra invece i canali trovati con il loro numero progressivo, il numero del transponder esaminato con frequenza, polarità, SR, modalità, FEC e lo stato di avanzamento.

Eccellente navigazione
L'accesso ai canali memorizzati avviene come di consueto con l'inserimento del numero direttamente da telecomando, con i tasti CH +/- (zapping) oppure List (elenco generale o preferiti).
Quest'ultima opzione risulta la più indicata quando bisogna ricercare un canale tra diverse centinaia.

È possibile passare dal tuner DTT al SAT, effettuare la ricerca all'interno di singoli satelliti/bouquet/mux e visualizzare per ciascun canale il tipo di trasmissione (free-to-air o criptata) e i dati tecnici (satellite, standard, frequenza, larghezza di banda, SR, FEC, PID).
Manca solo la funzione di ordinamento alfabetico.

Informazioni chiare e dettagliate
Anche il banner canale è chiaro, dettagliato e perfettamente leggibile a distanza.
In diverse caselle sono inseriti il nome e il numero del canale, l'ora corrente, il tipo di trasmissione (SD/HD, FTA/S), lo standard audio (Mpeg/AC3), la risoluzione video (es. 704x576i, 1920x1080i, 1280x720p), il formato immagine (4:3/16:9), il teletext, il titolo del programma in onda o successivo con l'orario di inizio/fine.

La guida EPG è invece limitata al palinsesto del canale sintonizzato (o selezionato dall'elenco generale/preferiti) e non permette quindi comparazioni con gli eventi trasmessi da altre emittenti.

La guida mostra i dati dei programmi per la singola giornata o l'intera settimana con tanto di orario di inizio/fine, gli approfondimenti sul singolo evento e le immagini in anteprima.
Tramite il tasto giallo del telecomando possiamo programmare direttamente il timer eventi.

Common Interface per entrambi i tuner
Il doppio slot presente sul pannello frontale ospita fino a 2 CAM di tipo Common Interface tra quelle disponibili sul mercato (monosistema o multisistema programmabili) per la decodifica dei canali pay-tv che utilizzano sistemi di accesso disponibili su CAM.

Gli slot operano con entrambi i tuner come ha confermato il nostro test con la SmarCAM con la quale siamo riusciti a decodificare sia l'offerta del pacchetto TivùSat (es. Boing, Iris, Rai 4, RaiSat) sia le pay-tv terrestri di Mediaset Premium e Dahlia TV.

Per quanto riguarda invece la compatibilità con le pay-tv DTT HD (come Premium Sport HD) bisognerà attendere la disponibilità della nuova SmarCAM 3 e verificare se gli slot del TS4600HD-CI saranno in grado di supportare lo standard CI+.

Mediaplayer via USB
Il lettore multimediale integrato è compatibile con i formati Jpeg (foto), Mp3 (musica) e Mpeg-2 HD/SD (video) ed è molto semplice da utilizzare.

Basta collegare un dispositivo di memoria (Pen Drive, HDD a basso consumo, adattatore USB-Memory Card) alla porta USB presente sul retro, premere il tasto FILE del telecomando, selezionare la porta USB e l'unità disco, il tipo di contenuto da riprodurre (video, audio, foto o tutti) e cliccare sul file desiderato.
Nella finestra compare anche una barra che mostra lo spazio occupato sul totale disponibile.

La visualizzazione delle foto Jpeg comprende alcuni utili strumenti come l'anteprima delle miniature (se si sceglie di visualizzare solo i contenuti foto), le informazioni dettagliate sul singolo scatto (compressione, dimensioni originali/correnti, dimensione file, data/ora di registrazione) e lo zoom.

Le foto hi-res vengono però convertite in bassa definizione, gli Mp3 sono affiancati dagli eventuali dati presenti nell'ID Tag (autore, titolo brano) e dai comandi di stop, pausa, ff, rew, ecc. mentre per i video sono disponibili unicamente i comandi di play, stop, pausa, brano successivo/precedente.

Per essere correttamente riconosciuti, i dispositivi USB devono essere formattati in FAT32 oppure in EXT2 (Linux).
La USB è utilizzabile anche per l'aggiornamento del firmware semplicemente copiando su una pen drive i file scaricabili dal sito web di TELE System.

Collegamenti possibili
Il retro del decoder TS4600HD-CI ospita ben 17 connettori tra audio, video, dati e antenna.
A partire da sinistra troviamo gli ingressi e le uscite passanti antenna (IEC per il tuner DVB-T e F per DVB-S/S2), la mini-Din e i Cinch che mettono a disposizione in uscita i segnali video S-Video, Component, Composito e l'audio analogico e digitale S/PDIF (connessione elettrica), la presa Toslink (audio digitale con connessione ottica), la HDMI e la USB.

Il parco viene completato con le prese Scart dedicate a TV (compatibile in uscita con i formati CVBS, RGB, S-Video) e VCR (CVBS/S-Video - passante).
 
Entrambe le prese audio digitali sono compatibili MPEG/PCM e Dolby AC3. Sia la Component sia la HDMI forniscono in uscita i formati 576i/p, 720p e 1080i ma la Component viene automaticamente disabilitata quando si sceglie il formato RGB sulla Scart TV.

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi antenna SAT IF: 1
Uscite antenna SAT IF: 1 (passante)
Ingressi antenna DTT: 1
Uscite antenna DTT: 1 (passante 174÷862 MHz)
Frequenza operativa SAT: 950÷2150 MHz
Frequenza operativa DTT: 174÷227,5 MHz (VHF III); 474÷862 MHz (UHF IV-V)
Canali memorizzabili: 4000
Modulazione: DVBS-S (QPSK), DVB-S2 (QPSK-8PSK), DVB-T (COFDM)
Decodifica video: Mpeg-2/Mpeg-4 AVC-H.264 - profili MP@ML, MP@HL, HP@L4.1
Symbol Rate: 2÷45 Msym/s (DVB-S), 10÷30 Msym/s (DVB-S2)
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.2/1.3 (USALS)
Memoria SDRam/Flash: Ram 128Mb, Flash 8Mb
CPU: Bradcom 7402
Formati HDTV compatibili: 720p e 1080i (Component, HDMI)
Formati SDTV compatibili: 576i (RGB, S-Video, CVBS), 576p (Component, HDMI)
Connessioni Video: 2 Scart (TV: RGB Out, S-Video Out, CVBS Out; VCR: CVBS In/Out, S-Video Out, RGB In), 3 Cinch (Component Out), 1 Cinch (CVBS Out), 1 mini-Din (S-Video out), 1 HDMI 1.2 (con HDCP)
Connessioni Audio: 2 Cinch/2 Scart (analogico stereo out), 1 Toslink (digitale ottico Out compatibile PCM/Dolby AC3), 1 Cinch/1 HDMI (digitale elettrico Out compatibile PCM/Dolby AC3)
Presa RS232: No
Altre prese: USB 2.0/1.1
Modulatore RF: No
Teletext: Integrato e disponibile su uscita video (VBI)
Altre funzioni: Mediaplayer via USB, upgrade firmware via USB/etere, regolazioni video, filtro DNR, timer
Slot CAM C.I.: 2 (compatibili SmarCAM)
Alimentazione: 220÷240 Vac - 50/60 Hz
Consumo: 30 watt max (2 watt in standby)
Dimensioni (LxAxP): 360x78x270 mm
Peso: 2,8 kg
Prezzo: Euro 249,00

DA SEGNALARE
+ Doppio tuner DVB-S/S2 e DVB-T
+ Decoder MPEG-2/Mpeg-4 H.264
+ Doppio slot Common Interface compatibile SmarCAM
+ Player multimediale MP3/Jpeg/Mpeg via USB
+ Grafica OSD chiara e dettagliata
+ Semplicità d'uso e configurazione
+ Regolazioni video da menu e telecomando
+ Parco connessioni completo
-  Ricerca canali sat tramite PID non disponibile

Dati apparecchio in prova
H/W: ZDM642CI V0.2
S/W: ZDM642CI V0.6.2 (SSU v6)
FP: 1.5

PER INFORMAZIONI
TELE System
www.telesystem.it

Pubblica i tuoi commenti