Ricevitore SAT+ DTT FTA Cobra Fenice

In sintesi
Il Fenice è un decoder Combo pratico e versatile, la soluzione ideale per chi possiede una parabola e un impianto terrestre, desidera ricevere i canali con un solo apparecchio (e soprattutto con un unico telecomando) e non è interessato per il momento all’Alta Definizione. Il supporto degli hard disk NTFS e la duplice modalità di registrazione (TS o PS) rendono la sezione PVR ancora più interessante ed efficace mentre le molteplici modalità di ricerca (manuale per transponder/multiplex/frequenza, automatica predefinita, automatica passo-passo/Blind Scan, ecc.) assicurano la cattura di tutti i segnali free-to-air disponibili. Dai prossimi aggiornamenti firmware ci aspettiamo però una semplificazione nell’ordinamento dei canali (ad esempio due blocchi distinti per DVB-S e DVB-T) e la risoluzione automatica o manuale dei conflitti LCN.

Gennaio 2011. La gamma di decoder digitali Cobra, è talmente ricca e diversificata da permettere ad ognuno di trovare il modello ideale. Si va dal semplice zapper DTT da tavolo a quello miniaturizzato con presa Scart da nascondere dietro al “vecchio” Tv analogico, dal free-to-air satellitare PVR al Common Interface, dal box interattivo MHP DTT allo zapper DTT HD PVR per un totale di ben 19 modelli. Tra questi c’è anche il nuovo Fenice, primo decoder della gamma Cobra dotato di due distinti tuner, uno dedicato alle trasmissioni terrestri e l’altro a quelle satellitari. Entrambi i tuner operano in standard definition, permettono di sintonizzare fino a 4000 canali gratuiti ricevibili con qualunque impianto d’antenna terrestre e con una parabola satellitare fissa o motorizzata.

Grazie alla porta USB e alla funzione PVR (Personal Video Recorder), questi canali possono essere registrati (anche mentre si sta guardando un altro programma su un tuner differente) e rivisti in qualunque momento, anche sul PC, oppure possiamo bloccare un programma e rivederlo in differita (Timeshift). Il tutto con la massima semplicità e chiarezza grazie ad un menu ben organizzato e al manuale d’uso con tutti i dettagli per sfruttare al meglio le funzioni disponibili, tra le quali figurano anche l’ordinamento LCN, 32 liste preferite, la scansione satellitare automatica passo-passo (simile alla Blind Scan), la guida EPG, il timer con 8 eventi programmabili, la riproduzione dei file multimediali Mp3 (musica) e Jpeg (fotografie), l’alimentazione diretta di antenne portatili attive.

Menu chiaro e dettagliato
Il menu OSD è chiaro, dettagliato e ben organizzato. Si articola in 6 sezioni – Gestione Canali, Installazione, Configurazione, Strumenti, Giochi, Registra - abbinate ad altrettante icone incolonnate sulla sinistra e con il contenuto, cioè le voci ed i sottomenu, visualizzati al centro della finestra.

Da Gestione Canali possiamo gestire gli elenchi dei canali Tv e radio (con possibilità di separazione tra satellite e DTT), attraverso gli strumenti di blocco, salto, spostamento, cambio nome, ordinamento (A-Z/Z-A, liberi/criptati, bloccati/sbloccati, LCN), cancellazione ed inserimento in una o più delle 32 liste preferite, mantenendo sempre in primo piano l’elenco, i dati tecnici del canale selezionato (satellite, frequenza, polarità, larghezza di banda, SR, PID) e le immagini in anteprima. Sempre in questa sezione è possibile cancellare tutti i canali per avviare una nuova ricerca da zero.

Installazione riguarda il setup dell’impianto di ricezione (parabola fissa/motorizzata, abbinamento satelliti/DiSEqC, impostazione motore, tipo LNB, transponder di riferimento per il controllo del segnale, ecc.), la ricerca dei canali satellitari e terrestri, la manutenzione del database dei satelliti e dei transponder.

Configurazione contiene le voci per la scelta di lingua (OSD, audio, sottotitoli, teletext), uscita video (standard, formato immagine, uscita Scart TV RGB/CVBS), orologio (GMT manuale/automatico, fuso, ora legale, data/ora), timer (8 eventi programmabili per frequenza di ripetizione, modalità visione/registrazione, canale di accensione, orario di inizio e durata), Parental Control (blocco menu e/o canali, cambio password), grafica OSD (sottotitoli on/off, durata banner, trasparenza finestre) ed altri settaggi (cambio nome liste preferite, alimentazione LNB e antenna terrestre, filtro canali free/pay/tutto, tono acustico segnale parabola, LCN, modalità zapping e funzione Auto Standby dopo 3 ore di inattività).

In Strumenti troviamo le informazioni di sistema (versioni firmware/maincode ed altre), il ripristino della configurazione di fabbrica, l’aggiornamento firmware/settings ed il backup via USB (Dump), l’accesso al Mediaplayer. Giochi permette di giocare a Tetris, Othello e Sudoku.

Registra conduce alla lista delle registrazioni e alle impostazioni PVR e HDD (attivazione Timeshift e spazio riservato, memorizzazione Timeshift, attivazione formato PS, scelta volume/partizione, spazio totale/libero, file system, formattazione).

Ricerche indipendenti manuali ed automatiche
La sintonizzazione dei canali satellitari e terrestri avviene in modo indipendente seguendo le procedure presenti nella sezione Installazione, ovvero Ricerca singolo satellite, Ricerca multi-satellite, Lista TP, Ricerca automatica terrestre e Ricerca manuale terrestre.

Con le prime due si attiva la scansione automatica di uno o più satelliti impostati e ricevibili con la propria parabola, escludendo tutti i canali criptati, scegliendo le TV e/o le Radio, estendendo la ricerca ai transponder collegati (Rete/Bouquet) e scegliendo la modalità di scansione tra Completa (basata sul database interno dei transponder) e Blind Scan (ricerca passo-passo esaminando tutta la banda C o Ku).

Lista TP mostra, invece, il database dei transponder per eventuali operazioni di editing (modifica frequenza, symbol-rate, FEC e polarità, aggiunte e cancellazioni) e attiva la ricerca manuale con le stesse opzioni di quelle automatiche.
Prima di sintonizzare i canali satellitari bisogna però configurare il decoder in base all’impianto satellitare a cui viene collegato, dopo aver scelto cioè il tipo di antenna fissa o motorizzata, selezionato dal database dei satelliti quelli ricevibili (con eventuali aggiunte – Lista Satelliti) e averli associati alle porte DiSEqC, impostando il motore DiSEqC 1.2 o USALS e altre opzioni (tono 22 kHz, polarità) ed infine aver verificato la ricezione dei segnali di un transponder di riferimento tramite le barre di potenza e qualità.
Tutti gli esemplari del decoder Cobra Fenice sono pre-configurati per i satelliti Hot Bird a 13° Est e programmati con una selezione di canali italiani. La sintonizzazione dei canali DVB-T si attiva nei sottomenu Ricerca automatica terrestre e Ricerca manuale terrestre.

La ricerca automatica permette innanzitutto di scegliere l’area di riferimento (nel nostro caso Italia per impostare la corretta canalizzazione), limitare la ricerca ai soli canali in chiaro (utile per evitare di saturare la memoria con i canali pay-tv non visibili con questo decoder) e avviare la scansione delle bande VHF e UHF.

La ricerca manuale si effettua per singolo canale o frequenza impostando tutti i dati necessari (banda, numero canale, frequenza, larghezza di banda) e verificando la potenza e la qualità del segnale così da aver un riscontro immediato sulla presenza di portanti e del funzionamento dell’impianto terrestre.
In fase di ricerca, appaiono sullo schermo tre finestre con i canali TV e radio trovati (con il simbolo $ se criptati), la frequenza esaminata con alcuni dati tecnici (satellite, polarità, SR, larghezza di banda), la conferma del corretto agganciamento (OK) e la barra di avanzamento con il dato %.
Completata la fase di ricerca satellitare e terrestre, tutti i canali confluiscono in un’unica lista. Possiamo, tuttavia, visualizzare gli elenchi suddivisi per satellite e banda terrestre premendo i tasti OK e freccia destra/sinistra (Navigatore), effettuare tutte le modifiche desiderate con gli strumenti di editing oppure abilitare la numerazione LCN ed effettuare per prima la scansione terrestre così da avere ai primi posti della lista generale i canali DTT nazionali e locali più importanti.

Eventuali conflitti di numerazione LCN sul DTT o tra canali DTT e SAT non sono risolti né manualmente né automaticamente con la conseguenza che ad una stessa posizione vengono associati due o più canali. Sempre con gli strumenti di editing si possono comunque cancellare quelli indesiderati o spostarli in altre posizioni.

Informazioni dettagliate e programmazione diretta del timer
All’interno del banner canale appaiono il numero e il nome dell’emittente sintonizzata, il satellite da cui trasmette (o la lista DTT “italian”), gli orari d’inizio/fine e i titoli del programma in onda e di quello successivo, la data e l’ora correnti, la lista di appartenenza e diverse icone (EPG, teletext, sottotitoli, codifica programma).

Premendo il tasto Info, al posto del banner appare una finestra con i dati tecnici del canale (satellite, area, frequenza, PID, ecc.) e le barre di potenza/qualità del segnale.
La griglia della guida EPG contiene, invece, i palinsesti di 5 canali per pagina, i dettagli sull’evento selezionato, la data e l’orario correnti, le immagini televisive in miniatura. Tramite il  tasto di colore rosso si può navigare nella barra del tempo (+/- 30’, 120’, 24 ore) mentre con quello verde si programma direttamente il timer per un evento futuro a scopo di promemoria o registrazione via USB.

Registrazione e visione simultanee
La porta USB frontale è celata dietro ad uno sportellino e permette la registrazione dei programmi televisivi in chiaro sintonizzati dai tuner DVB-S e T e l’interruzione temporanea di un evento in onda (Timeshift).
La presenza del doppio tuner abilita la visione di un canale DTT (o SAT) e, contemporaneamente, la registrazione di un altro programma SAT (o DTT) oppure la visione e registrazione di due diversi canali DTT o SAT, ma solo se trasmettono sulla stessa frequenza. Non è, invece, consentito registrare due programmi in contemporanea né rivedere una precedente registrazione quando sono attivi il PVR e/o il Timeshift. La lista dei canali che appare sullo schermo con il tasto Ok riconosce queste limitazioni mostrando solo i canali accessibili quando è in corso una registrazione e nascondendo tutti gli altri.

Il decoder Cobra Fenice supporta i dispositivi di “storage” come pen drive e hard disk autoalimentati formattati in FAT, Fat32 e Ntfs. Nel menu OSD possiamo scegliere l’area di memorizzazione dei dischi multi-partizione e il container di registrazione tra PS (Program Stream – solo l’audio e il video) e TS (Transport Stream – anche altri servizi come teletext, sottotitoli, ecc.).
La registrazione si attiva manualmente con il tasto Record (prefissata di due ore e modificabile a piacimento) oppure in automatico programmando il timer da menu o EPG mentre per il Timeshift bisogna procedere ad una “pre-attivazione” da menu e poi premere i tasti SHIFT per iniziare a memorizzare l’evento in onda senza stopparlo, oppure Pausa per bloccare l’evento e iniziare la registrazione in background.

Con il Timeshift attivo, possiamo premere il tasto Pausa tutte le volte desiderate oppure >>, <<, > e Stop per effettuare un replay, spostarsi velocemente in avanti/indietro oppure lentamente fotogramma per fotogramma. Ad ogni pressione dei tasti appare un banner con la linea del tempo che riporta i tempi di registrazione live, riproduzione, comando, velocità di spostamento, lo spazio libero disponibile su disco, il nome del canale, la data e l’orario correnti.
Per riprodurre una registrazione possiamo premere due volte il tasto Shift oppure accedere al sottomenu Gestione Registrazioni, spostarsi con i tasti freccia sulla riga che riporta i dati del file (numero, data di registrazione, orario e canale), confermare con Ok e utilizzare i comandi di Pausa, Stop, Spostamento rapido/lento, ecc. Nella stessa finestra sono disponibili alcuni strumenti di editing (Cambio nome, Blocco tramite password, Cancellazione), lo spazio occupato dalle singole registrazioni, la durata complessiva e le immagini in anteprima.
A seconda del formato di registrazione scelto, i file sono registrati sul dispositivo USB in un file .dvr (TS) o .mpg (PS). Mentre il primo richiede appositi programmi di editing per la gestione da PC come DVR Studio, il secondo è facilmente riproducibile e convertibile con numerosi applicativi, anche gratuiti come Windows Media Player o VLC Player.

Mediaplayer incompatibile DivX
Il decoder Cobra Fenice legge anche i file Mp3, WAV, Jpeg, Mpeg-2 ma non supporta i codec video Mpeg-4 (DivX e Xvid).
L’accesso al Mediaplayer avviene tramite menu selezionando la voce USB, la partizione e/o la cartella che contiene i file. I filtri e gli strumenti a disposizione sono quelli “classici” e vanno dalla creazione di playlist alla visualizzazione in anteprima delle foto (con risoluzione e spazio occupato), dall’ordinamento (predefinito, alfabetico, immagini > musica, musica > immagini) alla ripetizione (singola, generale, ecc.), dallo slide-show a cadenza variabile alla rotazione.

Collegamenti possibili
Il parco connessioni del decoder Cobra Fenice è completo, soprattutto per quanto riguarda la sezione audio/video. Troviamo, infatti, due Scart compatibili RGB/CVBS e quattro Cinch che mettono a disposizione in uscita i segnali video (CVBS) e audio analogico e digitale (S/Pdif elettrico compatibile AC3).
Sulla sinistra sono posizionati gli ingressi e le uscite antenna (LNB In/Out per la parabola satellitare, Ant In/Loop per l’antenna terrestre). Sopra la Scart VCR si riconosce la porta seriale RS-232 per l’aggiornamento del firmware ed eventuali interventi da parte dei centri di assistenza. A destra, infine,è presente l’interruttore generale di alimentazione On/Off. La Scart VCR non è bidirezionale (solo Out) e non permette perciò il passaggio diretto del segnale di videoregistratori, DVD Recorder, altri decoder verso la Scart TV (loop).

Dati tecnici dichiarati
Ingressi antenna IF: 1
Uscite antenna IF: 1 (passante)
Ingressi antenna RF: 1 (con possibilità di telealimentazione +5 Vcc)
Uscite antenna RF: 1 (passante)
Frequenza di ingresso SAT: 950÷2150 MHz
Frequenza di ingresso DTT: 177,5÷227,5 MHz (VHF III), 474÷858 MHz (UHF IV/V)
Canali memorizzabili: 4000
Modulazione: DVB-S (QPSK), DVB-T (COFDM 2k/8k)
Decodifica video: Mpeg-2 – profilo MP@ML
Symbol Rate: n.c.
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.1/1.2/1.3 (USALS)
Memoria SDRam/Flash: n.c.
CPU: n.c.
Connessioni Video (segnali/formati): 2 Scart (TV: RGB Out, CVBS Out; VCR: CVBS Out), 1 Cinch (CVBS Out)
Connessioni Audio (segnali): 2 Cinch/2 Scart (analogico stereo Out), 1 Cinch (digitale elettrico Out compatibile PCM/Dolby AC3)
Presa RS-232: D-Sub 9
Altre prese: USB 2.0 (Host tipo A – frontale)
Modulatore RF: No
Teletext: Integrato e disponibile su uscita video (VBI)
Altre funzioni:  PVR Ready e Timeshift via USB, Rec & View (DVB-S/T),  upgrade firmware/settings via USB/RS-232, Mediaplayer (Jpeg, WAV, Mp3, Mpeg-2), liste preferite (32), timer, sleep timer, Auto Stand-by, LCN, Parental Control, giochi, motore di ricerca canali, display LED, interruttore On/Off
Alimentazione: 100÷240 Vac – 50/60 Hz
Consumo: 30 Watt max (1 Watt in stand-by)
Dimensioni (LxAxP): 260x40x150 mm
Peso: 950 g
Euro 89,00

Da segnalare
+ Doppio tuner DVB-S e DVB-T
+ PVR Ready via USB con Timeshift
+ Doppio formato di registrazione (TS/PS)
+ Compatibile DiSEqC 1.0/1.1/1.2/1.3 (USALS)
+ Mediaplayer Mp3/Jpeg
+ Liste canali preferiti (32)
+ Display a LED
+ Doppia Scart
- Telecomando e gestione canali migliorabili

Dati apparecchio in prova
Maincode V2.06B2 (22/06/2010)

Per informazioni
Cobra
www.cobraspa.eu
Tel. 039 68341

Pubblica i tuoi commenti