Ricevitore SAT e DTT CI MVision ST-5 USB

In sintesi
Il decoder combo multimediale MVision ST-5 USB ha superato brillantemente tutti i nostri test mostrando un carattere da vero purosangue. Con questo apparecchio non solo possiamo sintonizzare i canali digitali satellitari e terrestri in chiaro e codificati (anche Mediaset Premium, La7 Cartapiù e le pay-tv con piattaforma Pangea grazie alla compatibilità con la SmarCAM/Samsung CAM) ma anche videoregistrarli su qualsiasi hard disc o pen drive USB, riprodurre file MP3, Jpeg e Mpeg-2 via USB, i filmati Mpeg in streaming dal PC attraverso la rete Ethernet, autoaggiornarsi via Web e molto altro. Da segnalare inoltre la ricerca Blind Scan, la CAM integrata Conax (riprogrammabile all-CAM tramite le solite patch) e l’uscita video Component. Giudizi positivi anche per il design, originale e moderno con il display circolare al centro del pannello frontale e per il prezzo, di 179 euro, piuttosto concorrenziale. Il telecomando, però, non ci ha pienamente convinto a causa della posizione scomoda di alcuni tasti. Disponibile con finitura nera e bianca.


Ottobre 2008. I decoder con doppio tuner digitale terrestre e satellitare, in gergo “combo”, rappresentano un’indubbia comodità per chi desidera ricevere tutti i canali radiotelevisivi digitali senza utilizzare due apparecchi differenti, semplificando così la “catena” audio/video domestica e i suoi collegamenti.
Il tuner satellitare permette di sintonizzare tutti i canali digitali in arrivo dallo spazio, a volte anche con il supporto della Common Interface per le pay-tv, mentre quello terrestre completa l’offerta con le emittenti via etere diffuse in formato DVB-T.

Il costruttore coreano HSMD, proprietario del marchio MVision, ha voluto interpretare a suo modo il progetto “combo” sviluppando un decoder multifunzione decisamente performante e versatile: l’ST-5 USB, oggetto oggi di un nostro approfondito test.

Al primo sguardo, a parte l’estetica originale full-black con display circolare in posizione centrale circondato dai tasti funzione cromati, il decoder ST-5 potrebbe essere scambiato per il solito fashion-decoder di grande apparenza e poca sostanza.

In realtà, il Combo di MVision è qualcosa di totalmente diverso, un prodotto molto concreto dalle molteplici funzioni: troviamo lo slot Common Interface e quello per la smart card abbinata alla CAM integrata di tipo Conax (ovviamente riprogrammabile tramite patch) per l’accesso alle pay-tv sia satellitari sia terrestri (è compatibile anche con la SmarCAM), le funzionalità PVR per la videoregistrazioni dei canali radiotelevisivi attraverso supporti di memoria USB esterni, il mediaplayer, la scheda di rete integrata per il downloading dei dati via web e lo streaming di file video, la ricerca Blind Scan satellitare, la gestione dei motori monocavo DiSEqC 1.2 e USALS, l’uscita video Component interlacciata in aggiunta alla RGB/S-Video via Scart.

Menu OSD, eccellente praticità
Il menu grafico che appare sullo schermo per la configurazione e la personalizzazione del decoder è composto da 5 sezioni: Canali, Installazione, Opzione, Utilità, Accessori - associate ad altrettante icone animate.
Per ogni sezione appare al centro dello schermo l’elenco delle voci e dei sottomenu disponibili, navigabili con i tasti freccia e OK del telecomando.

La sezione Canali permette di gestire l’elenco delle emittenti e dei satelliti memorizzati (cambio nome e posizione, blocco, eliminazione), creare fino a 8 elenchi di preferiti, visualizzare l’anteprima del canale selezionato e i suoi dettagli tecnici (nome, standard, satellite, frequenza, polarità, ecc.).

Installazione contiene le voci per la configurazione dell’antenna parabolica (satellite, DiSEqC, frequenza di riferimento, tipo LNB, motore DiSEqC 1.2/USALS), la ricerca dei canali automatica/manuale/blind scan, le opzioni di ricerca, la verifica del segnale SAT/DTT ricevuto tramite le barre di livello e qualità del segnale (con il dato in %) e il ripristino dei dati di fabbrica.

La voce Opzione consente di personalizzare le finestre OSD (posizione, durata banner, trasparenza pagine teletext), la EPG (intervallo di navigazione), la lingua (OSD/audio), il formato dello schermo (4:3, 4:3 Letterbox, 16:9), l’uscita video (segnale Scart TV S-Video, RGB, CVBS e Component), il modulatore RF (standard, canale), la modalità di zapping (con schermo nero o immagine canale precedente), la visualizzazione delle informazioni di accesso condizionato, la scelta del tipo di telecomando, la selezione del canale di avvio, la regolazione dell’orologio, del datario e del fuso orario (manuale o automatica), la gestione del Parental Control (blocco canali/menu Installazione), la configurazione e gestione della rete Ethernet (indirizzi IP/Gateway/DNS, funzioni download software e Home Stream).

Nel menu Utilità troviamo le informazioni di sistema (firmware, hardware, ecc.), la gestione della USB (visualizza contenuto, PVR, MP3/Jpeg/Mpeg player, upgrade firmware, format), la programmazione dei timer VCR (10 eventi disponibili), il videogioco Tetris e le opzioni di interrogazione della CAM Common Interface si trovano.

La sezione Accessori permette di consultare i dati della smart card associata alla CAM Conax integrata (status, tipo, ATR, ecc.) e di copiare i dati di programmazione tra due decoder identici configurati come “master” (sorgente dati) e “slave” (destinatario).

Ricerche manuali e automatiche indipendenti
Le procedure di ricerca dei canali sono indipendenti per i canali satellitari e per quelli terrestri, così come l’ordinamento in memoria (diviso per singolo/tutti i satelliti e DVB-T).

Nel primo caso, dopo aver configurato l’impianto di ricezione (singolo feed, multi feed, motorizzato) sono disponibili le modalità di ricerca automatiche di tutti i canali o dei soli canali liberi (cioè in chiaro) irradiati da tutti i satelliti ricevibili, di un solo transponder del satellite selezionato o di tutti i transponder collegati tra loro (rete/network).
Inoltre è disponibile la ricerca Blind Scan che esaminiamo in dettaglio più avanti e la Fast Scan (tasto BLU del telecomando) che effettua una ricerca dei soli canali appartenenti ai bouquet di TV Vlaanderen e Canal Digitaal.

Sempre nella finestra di configurazione/ricerca possiamo modificare i dati dei transponder, aggiungerne di nuovi, eliminare quelli non più attivi oppure inserire i codici PID per focalizzare l’attenzione su una singola emittente.

Alla sintonizzazione dei canali digitali terrestri è dedicato uno speciale sottomenu (Ricerca Terrestre in Installazione) con cui possiamo selezionare il canale VHF/UHF (6÷12 pari a 177,5÷226,5 MHz e 21÷69 - 474÷858 MHz) da esaminare, verificare (con le barre di livello e qualità del segnale) e utilizzare per la ricerca manuale del singolo multiplex oppure la modalità di ricerca automatica con scansione totale degli intervalli precedentemente indicati.
Sempre in questo sottomenu possiamo attivare la tensione di 5 Vcc sul connettore IEC Aerial per la telealimentazione di antenne attive o altri accessori.

Durante la scansione appaiono in due finestre separate il numero e il nome dei canali TV e Radio trovati, il satellite, la frequenza e la polarità del transponder esaminato, le barre di livello e qualità del segnale mentre al termine viene fornito il resoconto della ricerca con il numero dei canali TV e Radio memorizzati.
Il “navigatore”, ovvero la funzione di accesso rapido ai canali memorizzati, si attiva sul teleschermo con il tasto OK/List in due diverse modalità.
Quella semplice mostra unicamente l’elenco dei canali (10 per pagina) mentre quella dettagliata permette anche di effettuare l’ordinamento per lettera alfabetica e codifica/free, filtrare la lista per favoriti/satellite/lettera iniziale, visualizzare i soli canali bloccati.

Blind Scan veloce e efficace
Il decoder MVision ST-5 USB offre anche la modalità di ricerca Blind Scan che, come già spiegato in passato, permette di effettuare una ricerca “alla cieca” dei canali satellitari senza conoscere i dati di sintonia del transponder che li ospita: frequenza, polarità, symbol rate, FEC, PID, grazie ad una scansione passo-passo della banda Ku o C.

Nel nostro caso è possibile definire il passo di frequenza (2, 4, 6, 8 oppure 10 MHz), il range di symbol rate (tutti, >8000/<8000/4000-8000/>4000/<4000 ks/sec.) e la polarità (verticale e/o orizzontale).
Valori di step bassi assicurano maggiore precisione ma anche ricerche più lente mentre quelli alti garantiscono tempi di scansione più rapidi a scapito della precisione.

Con il tasto virtuale Cerca si avvia la scansione e la memorizzazione dei canali trovati, un’operazione che può richiedere da pochi minuti a oltre un’ora, a seconda dei parametri impostati e dell’affollamento del satellite.
I risultati ottenuti dai nostri test sono buoni, sia in termini di velocità sia di precisione.

La ricerca Blind Scan opera unicamente con i canali digitali satellitari e permette inoltre di aggiornare automaticamente il database dei transponder con le frequenze rilevate durante la scansione.

Banner originale
Il banner canale adotta una grafica originale e comprende numerose informazioni sullo status del decoder, l’emittente sintonizzata e la sua programmazione.

Nella barra principale sono presenti il numero, il nome del canale e il satellite dal quale trasmette, le barre di livello e qualità del segnale (a forma di anello), il formato audio, la traccia attiva e la lingua, la frequenza e la polarità di trasmissione, il datario e l’orario, alcune icone relative alla codifica, al blocco, all’inserimento nella lista dei preferiti ed alla presenza di sottotitoli o teletext.
Appena sopra troviamo, invece, una seconda barra che mostra l’orario di inizio/fine, il titolo del programma in onda/successivo e la barra di avanzamento.
Premendo il tasto INFO appare anche una piccola finestra con i dettagli sulla programmazione (es. titolo puntata, protagonisti, trama, ecc.).

La guida EPG conserva invece la tradizionale struttura a griglia con i canali sull’asse delle ordinate (y), gli orari sulle ascisse (x) e all’interno i titoli degli eventi.
Gli intervalli di tempo sono modificabili a piacere attraverso il menu OSD, con i tasti di colore giallo e blu si avanza e retrocede di 6 ore mentre in alto, oltre alle immagini televisive in anteprima, vengono visualizzati l’orologio, il nome del canale, l’orario di inizio/fine e gli approfondimenti sul programma selezionato nella griglia.
Non è prevista la possibilità di programmazione diretta del timer VCR né la guida dettagliata giornaliera/settimanale per il singolo canale.

Common Interface e CAM Conax senza limitazioni
Contrariamente alla maggior parte dei decoder Combo, l’MVision ST-5 USB dispone di uno slot Common Interface e di una CAM Conax integrata utilizzabili sia per i canali pay-tv satellitari sia per quelli terrestri.

I test condotti con la SmarCAM sulla piattaforma pay-tv di Mediaset Premium hanno, infatti, dato esito positivo anche se talvolta, quando si passa dal tuner terrestre a quello satellitare, la presenza della CAM impedisce la corretta visione dei canali (schermo nero). È sufficiente tuttavia estrarre la CAM per ripristinare il normale funzionamento.

Lo slot C.I. è compatibile con qualsiasi modulo ufficiale e programmabile mentre la CAM integrata, originariamente compatibile con il sistema di accesso condizionato Conax (e quindi, teoricamente, anche con le trasmissioni di Conto TV in DVB-T/S), può essere facilmente riprogrammata utilizzando gli appositi firmware alternativi disponibili sul web trasformandola in una vera e propria “all-cam” multisistema. Non smetteremo di ripetere, tuttavia, che la procedura di riprogrammazione è vietata dalla legge.

PVR ready su memoria esterna
Principale attrattiva del decoder MVision ST-5 USB è senz’altro la predisposizione alla videoregistrazione dei programmi televisivi e radiofonici su dispositivi di memoria esterni collegati al decoder tramite la porta USB.

Abbiamo testato con successo chiavette USB da 2, 4 e 8 GB così come hard disk portatili da 2,5 e 3,5”, sia di tipo autoalimentato sia con alimentazione esterna.
Anche in questo caso per garantire le migliori prestazioni si consiglia l’utilizzo di dispositivi ad alta velocità formattati in FAT32, possibilmente senza un’eccessiva frammentazione dei file preesistenti onde evitare rallentamenti e blocchi in fase di registrazione.

Per videoregistrare un programma televisivo basta premere il tasto REC del telecomando (pallino rosso) oppure impostare il timer tramite menu.
In qualsiasi momento è possibile fermare la registrazione oppure metterla in pausa (Time Shifting) per riprenderla successivamente.
Nonostante la presenza del doppio tuner, non è possibile registrare e vedere contemporaneamente due diversi programmi (satellitare e DVB-T).
Il file contenente la videoregistrazione prende il nome dal canale e dall’orario/data di registrazione.

Per rivedere una registrazione basta premere il tasto Play e selezionare il file relativo (estensione .TS) nell’elenco che appare sullo schermo e che mostra anche lo spazio occupato in megabytes e la data di registrazione.
È possibile anche cancellarlo, ordinarlo per tipo (video TS, JPEG, MP3, setting, firmware, ecc.) e formattare il supporto di registrazione.
Durante la riproduzione sono disponibili le funzioni di avanzamento veloce nei due sensi (tasti freccia destra/sinistra), pausa e, ovviamente, stop.

Sia il video che l’audio appaiono molto fluidi e con la stessa qualità dell’originale grazie all’adozione del formato Mpeg-2 con lo stesso bitrate variabile delle trasmissioni radiotelevisive digitali.
Le registrazioni possono essere anche trasferite su PC ed editate o riprodotte con uno dei tanti applicativi software freeware, shareware o a pagamento disponibili. Per i nostri test abbiamo scelto il freeware VLC Media Player.

Media Player e video streaming
L’MVision ST-5 USB integra anche un Media Player, ovvero un lettore multimediale di file d’immagine (Jpeg), video (MPG, TS) e audio (MP3) memorizzati su un qualsiasi dispositivo USB.
La selezione e la riproduzione dei file avviene anche in questo caso con il tasto Play (per far apparire l’elenco) e con il joypad del telecomando (frecce e Ok). Per gli MP3 è possibile anche creare una playlist con i brani desiderati “pescati” dall’elenco generale.

Altra interessante funzionalità di questo combo è la scheda di rete integrata che permette di effettuare il collegamento ad alta velocità con un PC o con un router ADSL per la navigazione web e, soprattutto, per la riproduzione in streaming di contenuti video.

Grazie al software Home Streaming scaricabile gratuitamente dal sito web di HSMD, è infatti possibile sfruttare il decoder per la riproduzione di video Mpeg-2 residenti sul PC. È sufficiente installare il programma sul PC, collegare il decoder alla rete Ethernet (via cavo o tramite sistemi Power Line) ed impostare automaticamente (DHCP) oppure manualmente gli indirizzi IP della macchina, del PC, del gateway (router), del DNS e della subnet mask.

A questo punto bisogna premere il tasto Fn del telecomando e selezionare la voce Network File Manager per far apparire l’elenco dei video salvati all’interno di una cartella predefinita del PC (indicata nel programma).
Come per la riproduzione via USB, vengono riconosciuti i file Mpeg-2 ma non i DivX né i WMV (Windows Media Video).

Il programma Home Streaming permette anche di scaricare gratuitamente film classici in bianco e nero (come le comiche di Stanlio e Ollio o colossal del calibro di Robinson Crusoe, Hercules, Superman) direttamente dal server di HSMD per la riproduzione in streaming sul Tv o, in alternativa, sul monitor del PC.
La connessione di rete viene utilizzata anche per l’upgrade firmware diretto dal sito di HSMD o il download di altri file.

Firmware e settings anche via USB e RS-232
L’aggiornamento firmware può avvenire anche via USB copiando su una chiavetta di memoria il file UPS scaricato da www.hsmd.tv/update/s.ups e selezionandolo via menu OSD o premendo il tasto Play del telecomando.

Alla stessa stregua si può copiare anche il database dei canali (settings) esistente o installarne uno nuovo. Una terza alternativa all’aggiornamento firmware e alla copia dei setting e delle impostazioni viene offerta dalla tradizionale RS-232.

Tra le altre funzioni presenti nel decoder MVision ST-5 USB segnaliamo il mosaico multi schermo (2x2 o 3x3) e il fermo immagine digitale.

Collegamenti possibili
Sul retro del decoder MVision ST-5 USB troviamo numerose prese e connettori per i collegamenti video, audio, dati e antenna.
La sezione video comprende 2 Scart, di cui una (TV) che fornisce in uscita i segnali Composito, RGB, S-Video e Component, un Cinch per il Composito e altri tre per il Component, ovviamente con segnale interlacciato a definizione standard (576i).

Le uscite audio sono sia analogiche (doppio Cinch) che digitali (singolo Cinch S/PDIF - formato elettrico) mentre quelle dati sono addirittura tre (USB 2.0, RJ45 Ethernet e RS-232).
Le rimanenti prese sono di tipo F (ingresso LNB Sat e uscita passante per un secondo decoder) oppure coassiale IEC per l’alimentazione del tuner DVB-T (ingresso e uscita passante per TV, VCR, DVD-R, ecc.) e per il modulatore RF (anch’esso con ingresso d’antenna collegabile direttamente alla presa Loop Out visibile a sinistra).

Come per altri decoder dotati di doppia Scart, l’ingresso VCR è passante verso la Scart TV per consentire ad un VCR o DVD di inviare i segnali direttamente al televisore senza ulteriori cavi, mentre l’uscita audio digitale è compatibile con i segnali Dolby Digital 2.0/5.1 trasmessi da alcuni canali satellitari e terrestri.

Da ricordare poi che collegando una telecamera di sorveglianza alla scart VCR, ogni qualvolta si vogliono visualizzare a Tv le immagini basta premere il tasto 0 dal telecomando, senza, per esempio, andare a vedere sul monitor dedicato chi magari a suonato alla porta.

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi antenna IF: 1
Uscite antenna IF: 1 (passante)
Ingressi antenna RF: 2
Uscite antenna RF: 2 (passanti)
Frequenza di ingresso SAT: 950÷2150 MHz
Frequenza di ingresso DTT: 177,5÷226,5 MHz (VHF III - ch 6÷12) e 474÷858 MHz (UHF IV/V - ch 21÷69)
Canali memorizzabili: 5000
Modulazione: DVB-S, DVB-T (COFDM 2k/8k)
Decodifica video: Mpeg2 - profilo MP@ML
Symbol Rate: 2÷45 Msym/s
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.1/1.2/1.3 (USALS)
Memoria SDRam/Flash: 32/2 MB
CPU: ARM946
Connessioni Video: 2 Scart (TV: RGB Out, S-Video Out, Component Out, CVBS Out; VCR: CVBS In/Out, RGB In/Out), 3 Cinch (Component Out), 1 Cinch (CVBS Out)
Connessioni Audio: 2 Cinch/2 Scart (analogico stereo Out), 1 Cinch (digitale elettrico Out compatibile PCM/Dolby AC3)
Presa RS232: D-Sub 9
Altre prese: USB 2.0, RJ45 (Ethernet)
Modulatore RF: PLL ch 21÷69
Teletext: Integrato e disponibile su uscita video (VBI)
Altre funzioni: PVR Ready (registrazione e riproduzione video su supporti di memoria USB, Time Shifting), upgrade firmware/settings via USB/Internet/RS-232/decoder, Media Player Jpeg/MP3/MPEG via USB, Home Stream (streaming video via PC), ricerca Blind Scan, mosaico multischermo, giochi, timer VCR
Slot CAM C.I.: 1
CAM integrata: Conax (programmabile) con lettore smart card
Alimentazione: 90÷250 Vac – 50/60 Hz
Consumo: 40 watt max
Dimensioni (LxAxP): 290x50x220 mm
Peso: 2 kg
Prezzo: Euro 179,00

DA SEGNALARE
+ Doppio tuner digitale satellitare/terrestre
+ PVR Ready via USB
+ Slot Common Interface compatibile SmarCAM
+ CAM Conax integrata e programmabile
+ DiSEqC 1.2/1.3 (USALS)
+ Ricerca Blind Scan
+ Scheda di rete integrata con funzione streaming video
+ Uscite video RGB, S-Video e Component
- Telecomando migliorabile

Dati apparecchio in prova
SW: MV-S5-1.80 (08/07/2008)
LDR: 01.07 (0709)
HW: IRM-1.00-ST-5-8
USB Drive 1.00

PER INFORMAZIONI
Nord-Est
www.nordestsnc.com
Tel. 0421 210527

Pubblica i tuoi commenti