Ricevitore SAT FTA Smart Titanium

In sintesi
Smart
Titanium è un decoder che non passa certo inosservato sia sotto
l'aspetto puramente estetico (bellissimo il display a Led blu dietro il
vetrino in plexiglass trattato a specchio) sia per quanto riguarda la
dotazione di funzioni.
Oltre a quelle “classiche” (DiSEqC 1.2,
ricerca multimodo, timer VCR, ecc.) troviamo alcune funzioni degne di
nota, come l'ordinamento automatico dei canali RAPS, l'uscita S-Video
dedicata e la doppia presa audio digitale.
Il menu OSD è ben
organizzato ma i numerosi errori di traduzione complicano un po' la
navigazione. Inoltre, abbiamo riscontrato qualche piccolo impuntamento
durante lo zapping (la continua pressione dei tasti viene memorizzata
nel “buffer” rendendo poi ingovernabile il decoder).
Nonostante questi piccoli inconvenienti si tratta di un prodotto molto interessante e con un ottimo rapporto qualità/prezzo.


Agosto 2007.
Proseguiamo la nostra conoscenza della produzione più recente della tedesca Wela Electronic, proprietaria del marchio Smart, con il free-to-air Titanium, un decoder molto compatto, elegante ed economico che consente la ricezione di tutti i canali in chiaro attraverso impianti fissi, multifeed e motorizzati (via DiSEqC 1.2).
Le funzioni e dotazioni disponibili sono quelle dei migliori FTA ma troviamo anche qualche “chicca” davvero interessante come la doppia uscita audio digitale (ottica e coassiale), la presa S-Video per migliorare la qualità d'immagine su apparecchiature dotate di questo ingresso, l'ottimo display a Led di colore blu che si staglia sul frontale “full-black”, la ricerca multisatellite e l'ordinamento automatico dei canali tramite la funzione RAPS.

Menu ad icone

L'OSD dello Smart Titanium si affida a sei diverse icone per l'accesso ai vari sottomenu, una soluzione intelligente che lascia spazio nella finestra anche alle immagini Tv in anteprima, alla barra d'aiuto (alla base del teleschermo) e a quella che evidenzia, al centro, il nome del sottomenu selezionato.

Abbiamo riscontrato, però, numerosi errori di traduzione in italiano (risolti solo parzialmente con l'aggiornamento firmware dello scorso gennaio) e qualche problema di visualizzazione delle voci che, spesso, fuoriescono dalla finestra o dallo schermo.

Il primo sottomenu Modifica il canale controlla l'elenco delle emittenti radiotelevisive (blocco, salto, spostamento, eliminazione, cambio nome e codici PID video/audio/PCR/teletext/PMT/AC3), Imposta i preferiti organizza l'inserimento delle emittenti desiderate in quattro diversi gruppi, suddividendole per genere (news, film, sport, music), mentre Installazione comprende tutti gli strumenti per impostare l'impianto di ricezione (scelta satellite, tipo/frequenza O.L./alimentazione LNB, controllo DiSEqC, tipo di ricerca, livello e qualità segnale), effettuare la ricerca per singolo satellite, multisatellite o frequenza, gestire il database dei satelliti (nome, posizione, aggiunta o eliminazione) e quello dei transponder precaricati, configurare il motore DiSEqC e impostare la funzione USALS per facilitare il puntamento dell'antenna.

Le regolazioni video (standard TV, uscita segnale Scart RGB/CVBS, formato schermo, standard e canale modulatore RF), tempo (fuso orario, ora solare/legale, regolazioni automatiche/manuali ora e data), la programmazione del timer VCR (8 eventi), l'aggiornamento firmware via satellite, le voci di gestione della funzione RAPS e la visualizzazione dei dati di programmazione (firmware, hardware) si trovano in Imposta il sistema mentre Preferenze dell'Utente permettono di accedere al Parental Control (blocco canali, menu, ricevitore, ecc.), personalizzare l'on screen display (lingua, trasparenza, durata banner), resettare il decoder alle impostazioni di fabbrica e gestire l'eventuale CAM esterna di tipo KeyFly (dongle RS-232).
L'ultimo sottomenu, Gioco, contiene un paio di videogame classici come Tetris e Serpente.

Sintonia multisatellite

La ricerca dei canali si effettua all'interno del sottomenu Installazione ed avviene secondo tre diverse modalità: singolo satellite, multisatellite e singolo transponder. Nel primo caso bisogna accedere alla sezione Imposta l'antenna, selezionare il satellite desiderato, la modalità di scansione (tutti i canali oppure solo quelli free-to-air con o senza il supporto della tabella di allocazione dei bouquet - NIT) e premere OK per avviare la ricerca. Se si dispone di un impianto multifeed, si può invece optare per la ricerca multipla (Scansione multi satellitare) che permette di memorizzare tutti i canali irradiati da un massimo di 4 satelliti (DiSEqC 1.0/1.1 porte A-B-C-D) mentre alla voce Ripetitore è possibile restringere il campo di ricerca ad una singola frequenza (transponder) che può essere “prelevato” dal database oppure creato ex-novo inserendo i dati necessari, ovvero frequenza, polarità, symbol rate, ecc. Sempre in quest'ultimo sotto-menu si può definire un nuovo canale all'interno del transponder specificandone il nome ed i codici PID.

La sintonia è abbastanza veloce e mostra i canali TV e radio trovati (con il numero totale), il transponder esaminato (numero sul totale, frequenza, SR) ed il corretto agganciamento (scansione OK). Il richiamo dei canali può avvenire tramite l'inserimento del numero tramite telecomando oppure attraverso la lista che appare sullo schermo con il tasto “OK” (“FAV” se si vuole accedere ai canali preferiti) e che comprende l'elenco generale delle emittenti con possibilità di ordinamento numerico, alfabetico, per accesso condizionato o satellite.

Ordinamento personalizzato

Per molti telespettatori l'ordinamento delle migliaia di canali ricevibili via satellite è un vero e proprio incubo, soprattutto quando si tratta di mettere in cima alla lista i canali nazionali, quelli regionali, locali e così via.
Con i tasti del telecomando potrebbero non essere sufficienti ore e ore di “sposta e incolla” per mettere tutto in ordine, salvo poi trovarsi, dopo poche settimane, a ripetere da capo l'operazione a causa dei continui spostamenti dei canali all'interno dei transponder di un satellite.
La quasi totalità dei decoder Smart, tra cui il nostro Titanium, dispone però di una funzione molto utile chiamata RAPS (Receiver Automatic Programming System) che permette di ordinare l'elenco dei canali a seconda di tabelle preimpostate per ogni singolo Paese (nel nostro caso RAI, Mediaset ai primi posti seguiti da tutti gli altri canali in lingua italiana, nazionali, locali, regionali e quelli stranieri) e con possibilità di inserire un filtro per evitare la presenza dei canali per adulti.

Queste tabelle vengono, inoltre, costantemente aggiornate e rappresentano una valida alternativa al trasferimento via PC dei setting preconfezionati disponibili su Internet.

Contrariamente ad altri sistemi già visti in passato, RAPS, pur essendo di origine tedesca, viene personalizzato per diversi Paesi europei (Italia compresa) e gestisce tutti i canali trasmessi dai satelliti Astra 19,2° Est, Eutelsat Hot Bird 13° Est e Turksat 42° Est.

Per attivare questa funzione nel decoder Smart Titanium è sufficiente entrare nel sotto-menu Imposta il sistema e poi in Sistema RAPS. La procedura di configurazione permette di selezionare i satelliti desiderati, attivare il filtro per l'oscuramento dei canali erotici e altro.

Al termine dell'elaborazione, il vecchio ordinamento dei canali viene sostituito da quello personalizzato RAPS in base alle scelte effettuate durante la procedura di configurazione.

L'elenco personalizzato per l'Italia, visibile sul sito web http://www.sattechnik.de/raps/tabellen/Italia.html comprende un centinaio di canali italiani collocati in cima alla lista (con Rai, Mediaset, Raisat ai primi posti) seguiti da tutti gli altri divisi per lingua, bouquet o contenuto.

Zapping incerto

Durante lo zapping, non particolarmente veloce e con qualche sporadico impuntamento (bufferizzazione), appare sulla parte bassa dello schermo un banner bicolore che mostre le informazioni sul canale sintonizzato sia sottoforma di testo (numero e nome canale, gruppo di appartenenza, titolo e orario di inizio fine sia del programma in onda che di quello successivo) sia di icone (canale criptato, servizio teletext, blocco, preferito, ecc.).
La guida ai programmi che si attiva con il tasto EPG permette di visualizzare il palinsesto giornaliero e settimanale dell'emittente desiderata (selezionabile con i tasti freccia su/giù) insieme alle immagini TV “live” ed agli eventuali approfondimenti. Con il tasto di colore rosso è inoltre possibile programmare direttamente il timer VCR in modo da consentire l'accensione automatica del decoder sul canale prescelto per la registrazione dell'evento selezionato attraverso un dispositivo esterno (VCR, DVD Recorder, ecc.).

Aggiornamento
via PC e decoder


Come da tradizione Smart, tramite la presa seriale RS-232 è possibile aggiornare e trasferire i dati di programmazione con un altro decoder identico oppure con un PC. I firmware aggiornati si trovano sul sito www.wela-electronic.de insieme agli applicativi e alle istruzioni (in inglese o tedesco).
Tra le altre dotazioni da segnalare, il fermo immagine/zoom digitale e il teletext integrato.

Collegamenti possibili
Uno dei “plus” del decoder Smart Titanium è sicuramente il parco connessioni, decisamente un gradino sopra la maggior parte dei decoder concorrenti non solo FTA ma anche Common Interface.
Per quanto riguarda la sezione video, oltre alle due Scart (per TV e VCR compatibili con i segnali Composito e RGB) troviamo l'uscita CVBS via Cinch e la mini-Din che mette a disposizione il segnale S-Video mentre per l'audio sono addirittura tre le uscite a disposizione, una analogica (soliti cinch stereo) e due digitali (S/PDIF elettrica e ottica Toslink entrambe compatibili AC3), oltre naturalmente a quelle analogiche presenti su entrambe le Scart.
Sulla sinistra troviamo poi le prese IF (ingresso e uscita passante per un secondo decoder) mentre al centro sono ospitati i connettori RS-232 (interfaccia PC/decoder tramite cavo null-modem) e IEC per il modulatore d'antenna e l'uscita passante.
Non manca nemmeno l'interruttore generale, collocato a destra accanto al cavo di alimentazione

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi/uscite antenna IF:
1/1 (passante)

Frequenza di ingresso: 950÷2150 MHz

Canali memorizzabili: 4000 (3000 TV e 1000 Radio)

Symbol Rate: 2÷35 Msym/s

Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.2 con sistema USALS

Memoria Flash/SDRam: n.c.

Connessioni Video: 2 Scart (TV: CVBS out, RGB out;
VCR: CVBS in/out, RGB in), 1 mini-Din (S-Video out), 1 cinch (CVBS out)

Connessioni Audio: 2 Cinch (analogico dx/sx),
1 S/PDIF e 1 Toslink (digitale coassiale e ottico compatibili Dolby AC3)

Presa RS232: D-Sub 9

Altre prese: IEC ingresso/uscita passante (modulatore)

Modulatore RF: PLL ch 21÷69 UHF

Teletext: Integrato e disponibile su uscita video (VBI)

Altre funzioni: RAPS, OTA, copia dati da PC/ricevitore via RS-232

Alimentazione: 100÷240 Vac - 50/60 Hz

Consumo: 30 watt max
Dimensioni (LxAxP): 270x65x140 mm

Peso: 1,1 kg
Prezzo: Euro 59,00

DA SEGNALARE
+ Dimensioni compatte
+ Display frontale a led blu
+ Funzione ordinamento canali RAPS
+ Prezzo molto contenuto
+ Uscita S-Video
+ Doppia uscita audio digitale
- Zapping incerto
- Menu OSD con errori di traduzione

Dati apparecchio in prova
Software: V 1.0.3 (06/01/2007)
Hardware: BMST202-M5

PER INFORMAZIONI
Nord-Est
www.nordestsnc.com
Tel. 0421 210527

Pubblica i tuoi commenti