Ricevitore SAT TivùSat i-CAN 1110SH

In sintesi
Il Tivubox di I-CAN svolge egregiamente le funzioni per le quali è stato progettato, è semplice da utilizzare e, grazie all'uscita HDMI, si trova perfettamente a suo agio con i display digitali. L'incompatibilità con le parabole motorizzate e la ricerca automatica limitata al satellite Hot Bird 13° Est lo rendono tuttavia poco versatile e non in grado di sostituire un eventuale decoder satellitare già presente in casa. Può essere però affiancato ad un free-to-air, un Common Interface o ad uno SkyBox utilizzando lo splitter in dotazione, configurato per la ricezione dei canali di altri bouquet e satelliti tramite la sintonia manuale che tuttavia richiede tempo e pazienza.
In evidenza il doppio slot smart card, il CAS Nagra e Conax, la piattaforma MHP, le funzioni di risparmio energetico che spengono il decoder dopo alcune ore di inutilizzo (max 8) e riducono il consumo in standby, la doppia EPG standard/Tivù, l'alimentazione a 220 Vca e 12 Vcc.
Il test ha evidenziato un fastidioso “baco” manifestatosi su alcuni canali (es. Koper TV a 13° Est) con l'invio del flag di codifica nonostante siano visibili in chiaro. In questo caso appare sullo schermo una finestra (canale criptato) che disturba la visione delle immagini. È probabile tuttavia che questi bachi vengano eliminati con i futuri aggiornamenti via OTA sui canali TivùSat.

Dicembre 2009. Negli scorsi mesi ci siamo già occupati di ADB, la società elvetica che da 15 anni si occupa della progettazione di set-top-box digitali per qualunque tecnologia e mercato, dal broadcasting (come OEM) al consumer con il brand i-CAN.

Finora, però, i decoder con marchio i-CAN lanciati sul mercato erano tutti dedicati al Digitale terrestre: dai modelli 2000T e 3000T del 2004 agli attuali 2100T, 1100T e 1110TH.
Con la nascita della piattaforma satellitare TivùSat che, ricordiamo, ha il preciso scopo di integrarsi con quella terrestre per una copertura totale del territorio e garantire a tutti i cittadini italiani l'accesso ai canali digitali nazionali e locali, ADB ha ritenuto opportuno sviluppare un decoder dedicato frutto dell'esperienza maturata sul mercato internazionale e dotato delle tecnologie più avanzate già viste nei box interattivi.

È nato così il ricevitore digitale satellitare interattivo 1110SH TivùSat che oggi esaminiamo da vicino per scoprirne vizi e virtù.

Sostanzialmente, il modello 1110SH è un parente molto stretto del decoder 1110TH, il box interattivo più evoluto della gamma i-CAN dotato di doppio slot Smart Card, CAS multisistema, piattaforma MHP, modem, uscita HDMI e circuiti di scaling e deinterlacing integrati per trasformare i segnali PAL interlacciati dei canali televisivi a definizione standard (formato 576i) in progressivi (576p) o “quasi” HD (720p/1080i).

Sottolineiamo il “quasi” perché, come ovvio, il tuner non è in grado di ricevere i segnali ad Alta Definizione ma, grazie a questi circuiti, si ottiene un beneficio in termini di qualità delle immagini e il vantaggio di poter trasferire dal decoder al Tv sia il video sia l'audio attraverso lo stesso cavo HDMI.
Ciò vale naturalmente per i Tv LCD/Plasma o i videoproiettori dotati di ingressi HDMI, mentre nulla cambia per coloro che collegano il decoder via Scart.

Nel decoder 1110SH (dove la S sta per Sat e H per HDMI) il tuner DVB-T è stato sostituito da quello DVB-S, sono stati aggiunti i comandi di gestione dell'antenna satellitare (DiSEqC 1.0), la ricerca manuale dei canali mentre lo chassis è stato ridisegnato per differenziare i due prodotti.

La CAS, inoltre, è compatibile con i sistemi di accesso condizionato Nagravision (versione TivùSat) e Conax CAS7 ma non con Irdeto, mentre la guida EPG è disponibile sia nella versione standard sia in quella interattiva Tivù (differente dalla MyEPG di Sorrisi e Canzoni).

Tutto il resto, ossia la struttura e la filosofia del menu, il parco connessioni, le funzionalità interattive (MHP, modem), le liste dei canali preferiti, le funzioni di autoaggiornamento del firmware e canali, l'ordinamento automatico dei canali LCN e il doppio slot Smart Card sono rimasti immutati, così come la facilità d'uso e di configurazione.

ADB ha pensato anche a chi già possiede un impianto satellitare e utilizza un decoder free-to-air, un Common Interface oppure uno Skybox: nella confezione è presente, infatti, uno splitter di segnale per collegare due diversi decoder alla stessa parabola.

Menu ottimizzato per il satellite
L'On Screen Display conserva la struttura e la filosofia dei box interattivi DTT pur con le opportune modifiche nella configurazione della parabola e nella ricerca dei canali.
Il menu principale accoglie le voci delle 8 sezioni - Gestione Timer, Gestione Canali, Organizza Liste, Blocco Bambini, Personalizzazione, Installazione, Aiuto -, le immagini televisive in formato ridotto del canale sintonizzato, il numero e il nome del canale, il titolo del programma in onda con l'orario di inizio/fine e l'orologio/datario.

Gestione Timer permette di impostare i timer per la visione e la videoregistrazione tramite VCR e DVD-R dei programmi televisivi (canale, data, ora di inizio/fine, frequenza singola/quotidiana/settimanale, ecc.).

Gestione Canali e Organizza Liste riguardano l'editing dei canali TV/radio memorizzati (blocco, salto, spostamento, modifica nome, ecc.) e la creazione/gestione delle 6 liste di canali preferiti. Blocco Bambini comprende gli strumenti del Parental Control per bloccare l'utilizzo del decoder oppure i canali in base alle fasce d'età consigliate dai broadcaster per i singoli eventi (7, 14, 18 anni).

Personalizzazione permette di scegliere la lingua di menu, audio, sottotitoli, teletext e le opzioni grafiche come la durata del banner canale, la presenza della barra volume sullo schermo, l'avvio automatico delle applicazioni interattive, l'immagine di sfondo e l'identità della radio.

Aiuto offre una guida semplificata alle principali funzioni del decoder e sull'uso del telecomando.

I parametri tecnici per la configurazione del decoder si trovano nella sezione Installazione, a sua volta composta da 6 sottosezioni: Impostazioni (formato schermo e immagine Tv, uscita Scart RGB/Composito, standard video, risoluzione video HDMI 576i/576p/720p/1080i, sistema CA, Dolby Digital, aggiornamento firmware manuale/automatico con relative impostazioni di orario e frequenza, modalità di risparmio energetico e funzione Auto Standby, configurazione e test modem); Livello del segnale (verifica livello/qualità segnale con indicazioni dell'LNB utilizzato, del transponder esaminato, dell'ID Servizio); Configurazione antenna (alimentazione/configurazione LNB, switch, associazione satelliti-LNB, test ricezione); Ricerca canale (sintonia automatica o manuale); Stato decoder (informazioni CAS/sistema/loader, aggiornamento manuale “forzato” del decoder alla ricerca del nuovo firmware, consultazione Smart Card TivùSat); Impostazioni predefinite (ripristino dei parametri di fabbrica).

Orizzonti limitati
Come era logico attendersi da un decoder satellitare, i tecnici di ADB hanno modificato le procedure di sintonizzazione presenti negli altri box interattivi DTT i-CAN aggiungendo anche la ricerca manuale.

La struttura del menu di ricerca risulta tuttavia limitata impedendo di fatto all'utente di muoversi in piena libertà tra le migliaia di canali e le centinaia di satelliti che affollano la fascia di Clarke.

Nel sottomenu Configurazione antenna sono infatti presenti solamente le voci per la gestione dell'alimentazione degli LNB in modalità on e standby, la scelta dello switch per gli impianti dual e multifeed (Tone Burst e DiSEqC 1.0), l'associazione LNB-satelliti e, per ciascuna di esse, la configurazione dell'LNB (tipo, O.L. range operativo) e la verifica dell'agganciamento del segnale su un transponder a scelta (frequenza, SR, polarità, FEC, livello/qualità segnale, status, BER).

Il decoder i-CAN 1110SH non permette quindi il controllo degli impianti multifeed con oltre 4 LNB, delle parabole motorizzate (DiSEqC 1.2 e USALS), la gestione e l'aggiornamento del database dei transponder per garantire una sintonizzazione più efficace.
Inoltre il database, preconfezionato dalla stessa ADB, comprende solo una parte delle frequenze di Hot Bird 13° Est (circa 500 Tv) escludendo tutte le altre dello stesso satellite e di altri come Astra 1, Astra 2, Eurobird 9, Eutelsat W2, ecc. (più o meno come lo SkyBox).

Tutto questo comporta certamente una semplificazione nell'utilizzo dell'apparecchio e nella sua configurazione, molto apprezzati dagli utenti alle prime armi, ma impedisce di sfruttare le potenzialità del decoder per ampliare l'orizzonte su altri canali e satelliti. Dopo aver impostato i parametri di configurazione in base al proprio impianto di ricezione, si può passare alla ricerca dei canali automatica oppure manuale.

Con la sintonia automatica possiamo effettuare una scansione generale dei transponder precaricati di Hot Bird con la possibilità di aggiornamento della lista precedente (Aggiorna la Tua Lista Canali - aggiunge solo i nuovi canali) o sostituzione (Reinstalla la Lista dei Canali).
Prima di avviare la scansione si può scegliere tra la numerazione canali automatica LCN con i canali TivùSat (50 circa) ordinati nel primo “blocco” di memoria da 1 a 1000 e tutti gli altri da 1001 in poi oppure normale seguendo l'ordine del database dei transponder.

La ricerca canale manuale offre invece la possibilità di impostare il numero dell'LNB associato al satellite (non solo Hot Bird, quindi, ma anche Astra 1, Astra 2, Turksat, ecc.), la frequenza, il symbol rate, la polarizzazione e il FEC del transponder da esaminare per memorizzare tutti i canali presenti.
Nella maschera di inserimento dei dati compaiono anche le barre di livello e qualità del segnale (con indicazione del dato percentuale), il valore del BER e lo status del tuner (agganciato/non agganciato) per una verifica immediata del corretto funzionamento dell'antenna parabolica e dei dati inseriti.
Non è possibile invece discriminare i canali free da quelli pay ed estendere la ricerca ai transponder “collegati” di uno stesso bouquet (Rete/Network).

Durante la scansione automatica, la finestra di ricerca mostra la barra di avanzamento, la frequenza esaminata, lo status del tuner (agganciato quando rileva una portante oppure sganciato in caso negativo), il numero dei canali TV, radio e dati rilevati. Al termine possiamo memorizzare tutti i canali trovati oppure ripristinare il precedente elenco.

Per personalizzare l'elenco dei canali Tv e radio digitali terrestri, il decoder i-CAN 1110SH offre 6 liste preferite nelle quali copiare i canali presenti nell'elenco generale.
Queste liste possono essere impostate per contenere solo i canali ai quali si accede frequentemente oppure per suddividere le emittenti in base al genere (sport, musica, news, generalisti) e si richiamano durante la normale visione di un programma Tv tramite il tasto List del telecomando.

EPG standard e interattiva
Durante lo zapping appare nella parte alta dello schermo un banner rettangolare che riporta il numero e il nome del canale, l'ora e la data.
Premendo i tasti freccia Su/Giù del joypad oppure Info appare un secondo banner bicolore per navigare nella lista canali, visualizzare il titolo e l'orario di inizio/fine dell'evento in onda/successivo, le informazioni estese ed i servizi disponibili (teletext, sottotitoli, età minima consigliata per la visione).
Selezionando l'evento successivo e si preme il tasto Ok viene impostato un avviso che ricorda l'inizio della trasmissione per la visione (Ok) o la registrazione (freccia sinistra).

Per i canali RAI nazionali dell'offerta TivùSat è disponibile anche il logo TivùSat e un terzo banner personalizzato (via MHP) che mostra il titolo del programma in onda, gli approfondimenti, l'orario di inizio/fine con la barra di avanzamento ed il logo del canale. Questo banner dura pochissimi secondi e viene sovrastato da quello standard del decoder.

La guida elettronica ai programmi è disponibile in due formati: standard e interattivo. Quello standard visualizza unicamente il palinsesto di un canale per volta selezionato con i tasti CH+/CH-.
I dati possono coprire l'intero arco della giornata (EPG giornaliera) oppure solo l'evento in onda e quello successivo (Now/Next).

È prevista la possibilità di impostare direttamente un timer selezionando l'evento futuro, attivare il filtro di visualizzazione per categoria (arte/cultura, bambini/giovani, cinema/teatro, news, sport, ecc. - servizio non ancora disponibile in Italia) ma non la comparazione dei palinsesti tra più canali (griglia).

Quella interattiva, da non confondersi con la MyEPG di Sorrisi e Canzoni, è attualmente disponibile solo sui canali RAI e si attiva con il tasto del telecomando di colore verde dopo aver atteso il caricamento dell'applicativo MHP.
All'interno della griglia sono elencati i titoli dei programmi trasmessi dai principali canali di TivùSat (RAI, Mediaset, La7, ecc.) e, con il tasto Ok, anche una finestra con i dettagli.
Con il tasto giallo si attiva il motore di ricerca per canale, giorno, fascia oraria, genere mentre con quello rosso si apre la schermata di aiuto.

Middleware MHP by Osmosys
Il middleware open standard DVB-MHP 1.0.2 targato Osmosys è lo stesso dei modelli DTT e, dovrebbe consentire l'accesso a tutti gli applicativi interattivi realizzati con questa piattaforma e messi a disposizione dai canali TivùSat.

Curiosamente abbiamo visualizzato la guida EPG interattiva e gli applicativi trasmessi dal canale satellitare tedesco ARD. Attraverso l'apposita voce del menu OSD si può scegliere se caricare automaticamente gli applicativi oppure attivarli manualmente tramite il tasto APP del telecomando.

Quest'ultima soluzione evita al telespettatore di essere continuamente disturbato dalle icone e dagli avvisi che appaiono sullo schermo durante lo zapping.

CAS Nagra e Conax con doppio slot smart card
Il decoder i-CAN 1110SH integra un modulo CAM (CAS) compatibile con i sistemi di accesso condizionato Conax CAS7 e Nagravision, quest'ultimo in versione TivùSat e quindi al 99% incompatibile con altre piattaforme pay-tv.

Il doppio slot smart card accetta sia le tessere pay-tv (per TivùSat e altre future piattaforme pay-tv come Mediaset Premium) sia le tessere elettroniche multifunzione come la CRS lombarda (Carta Regionale dei Servizi) per le applicazioni interattive di e-Government mentre il modem telefonico integrato con standard V90 è compatibile con tutti i servizi interattivi che richiedono il cosiddetto “canale di ritorno” come quiz, home shopping, home banking, televoto, prenotazione prestazioni, ecc.

Collegamenti possibili
A partire da sinistra troviamo il plug RJ11 del modem (canale di ritorno per alcuni servizi MHP), la presa ottica Toslink che fornisce il segnale audio digitale bicanale o multicanale (Dolby AC3) ad un impianto Home Cinema, la porta HDMI destinata a Tv LCD/Plasma, videoproiettori, switcher e compatibile con i segnali digitali audio (elettrico) e video (formati 576i, 576p, 720p, 1080i), i due Cinch RCA con l'uscita audio analogica stereo.

Al centro spicca l'unica presa Scart compatibile RGB/CVBS ed utilizzabile per la videoregistrazione dei programmi televisivi mentre a destra troviamo l'ingresso IF SAT e la presa di alimentazione 12 Vcc. L'assenza dell'uscita IF passante è compensata dalla presenza dello splitter di segnale fornito in dotazione.

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi/uscite antenna IF: 1/0
Frequenza di ingresso: 950÷2150 MHz
Canali memorizzabili: n.c.
Modulazione: DVB-S
Decodifica video: Mpeg-2 - profilo MP@ML
Symbol Rate: n.c.
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0 (4 LNB), Tone Burst (miniDiSEqC - 2 LNB)
Memoria SDRam/Flash: 64/20 MB
Connessioni Video: 1 Scart (CVBS Out, RGB Out), 1 HDMI (formati video 576i, 576p, 720p, 1080i)
Connessioni Audio: 1 Scart/2 Cinch (analogico stereo out ), 1 Toslink (digitale ottico Out compatibile PCM/Dolby AC3), 1 HDMI (digitale elettrico Out compatibile PCM/Dolby AC3)
Modem interno: Standard V90 (56 kbps)
Presa RS-232: No
Teletext: Integrato e disponibile su uscita video analogica (VBI)
Piattaforma interattiva: MHP v 1.0.2 by Osmosys
CAS: Compatibile Conax e Nagravision (TivùSat) con doppio lettore smart card
Altre funzioni: Controllo segnale antenna, Parental Control (blocco canali/decoder/accesso programmi in base all'età), timer, ordinamento canali LCN, EPG standard e interattiva, liste canali preferiti (6), autoinstallazione, aggiornamento firmware OTA manuale/automatico, ricerca automatica predefinita e manuale, modalità risparmio energetico
Alimentazione: 12 Vcc (tramite alimentatore esterno 100÷240 Vca - 12 Vcc, 1,5 A)
Consumo: 9 watt max (0,7-4,5 watt in standby)
Dimensioni (LxAxP): 235x42x175 mm
Peso: 560 g
Prezzo: Euro 99,00

DA SEGNALARE
+ CAS Nagra e Conax
+ Piattaforma MHP
+ Liste canali preferiti
+ Semplicità d'uso e configurazione
+ Doppia alimentazione 220 Vca/12 Vcc
+ Uscita HDMI con deinterlacer e scaler (max 1080i)
+ Installazione automatica passo-passo
+ Modalità risparmio energetico
-  Incompatibile con parabole motorizzate
-  Ricerca automatica limitata a Hot Bird 13° Est
-  Firmware da perfezionare

Dati apparecchio in prova
H/W: B09
S/W: Build 'v1152_3' (02/10/2009)
APP: 1.2.6
Driver: TIV_030
Loader S/W: 1.4fa 2

PER INFORMAZIONI
Zap
www.i-can.tv
Tel. 030 3707351

Pubblica i tuoi commenti