Ricevitore SAT TivùSat Sagemcom DS73 Tivù

In sintesi
Il nuovo Tivùbox di Sagemcom riconferma le buone prestazioni del modello precedente (che andrà presto a sostituire) presentandosi con un design più moderno e soprattutto una maggiore reattività ai comandi grazie alla riprogettazione dell’hardware. Sagemcom DS73 Tivù supporta sia gli impianti fissi (con il limite dei 4 feed) sia quelli motorizzati DiSEqC 1.2 e USALS, offre diverse modalità di sintonizzazione e può essere utilizzato senza problemi anche su altri satelliti per la ricezione dei canali free-to-air a definizione standard.
Il database dei satelliti e dei transponder è modificabile a piacere, mentre la procedura di autosetup guida l’utente passo dopo passo alla corretta configurazione del decoder sotto molteplici aspetti. Il test ha però evidenziato una certa lentezza e qualche impuntamento nel caricamento degli applicativi MHP, un difetto comune a quasi tutti i Tivùbox a definizione standard e l’assenza della guida EPG interattiva, più volte annunciata da Tivù in versione definitiva ma non ancora disponibile.

Febbraio 2012
A pochi mesi dal test del DS72, ritorniamo a occuparci della francese Sagemcom per esaminare da vicino il nuovo Tivùbox DS73, naturale evoluzione del precedente modello e distribuito nel nostro Paese sia sul canale consumer sia su quello professionale da diverse aziende, come la Nord Est a cui ci siamo rivolti per richiedere l’apparecchio in prova.
Il ricevitore DS73 Tivù ripropone gran parte delle funzioni e delle caratteristiche non solo del modello DS72 ma anche degli altri Tivùbox realizzati sulla stessa piattaforma hardware dai quali però si distingue sia per l’originalità del design sia per l’adozione di un hardware totalmente rinnovato per una maggiore velocità di esecuzione dei comandi. L’apparecchio supporta il CAS Nagravision Tiger, ossia la versione utilizzata da TivùSat per “proteggere” le trasmissioni dagli sguardi oltre confine, nella versione NASC 1.4. Si tratta della più recente evoluzione del sistema di sicurezza Nagra Advanced Security Concept messo a punto dall’omonima società svizzera del gruppo Kudelski per impedire il caricamento di software modificati nei decoder e “craccare” il sistema di codifica allo scopo di estrapolare la chiave e permettere la visione dei canali criptati senza un regolare abbonamento.

Ritroviamo, inoltre, il supporto agli impianti satellitari dual, quadri feed e motorizzati (Toneburst, DiSEqC 1.0, 1,2 e USALS), il database frequenze e satelliti preimpostato ed espandibile manualmente, il menu OSD sequenziale, le liste canali preferite, l’aggiornamento automatico e manuale del firmware e dei canali TivùSat, il timer, l’uscita audio digitale elettrica Dolby AC3, la doppia Scart, la funzione Protezione Minori (Parental Control) per proteggere tramite password l’accesso a canali e menu.

Menu OSD sequenziale
La grafica e la struttura del menu OSD sono identiche a quelle del precedente modello e si caratterizzano per lo sviluppo ad albero che assicura una navigazione rapida e l’utilizzo di caratteri di grandi dimensioni e facilmente visibili anche a distanza.
Le tre sezioni principali che appaiono in sovraimpressione alle immagini televisive – Prenota, Servizi e Impostazione – permettono di programmare il timer di registrazione/avviso per i programmi preferiti (ripetizione singola/giornaliera/giorno, ora inizio/fine) e consultare gli eventi già prenotati, visualizzare il numero seriale della tessera TivùSat e la release del CAS Nagravision Tiger.

La sezione Impostazione contiene a sua volta tre sottomenu – Canali, Preferenze e Sistema – necessari per il controllo di tutti gli altri settaggi e opzioni del decoder.
Canali consente di generare, gestire e richiamare fino a tre liste preferite e rinominabili a piacimento nella quali copiare i canali in base al loro contenuto o alle preferenze personali, cancellarli, bloccarli tramite password oppure cambiare la numerazione di tutti i canali “esterni” al gruppo TivùSat, ossia quelli memorizzati dalla posizione 1000 in poi.
Preferenze contiene le impostazioni della Protezione Minori (blocco visione programmi a seconda della fascia d’età impostata e consigliata dal broadcaster – nessun limite, maggiore di 7, 12, 14 o 18 anni, cambio codice PIN predefinito), del banner canale (tempo di permanenza sullo schermo da 0 a 15 secondi), dello zapping (modalità generale Tv/radio o liste preferite), degli applicativi interattivi (caricamento automatico o manuale dei servizi MHP) e dei sottotitoli.

Il nucleo principale dei settaggi si trova nel sottomenu Sistema da cui possiamo impostare le uscite audio/video (formato schermo/immagine, uscita Scart TV RGB/CVBS, uscita audio S/PDIF AC3 o disabilitata), configurare l’antenna parabolica fissa (satellite, tipo e alimentazione LNB, DiSEqC 1.0/Toneburst, ripetizione tono con verifica immediata tramite barre potenza/qualità segnale) e motorizzata (DiSEqC 1.2 oppure USALS, limiti, posizione, ecc.), scegliere la lingua di menu, audio e sottotitoli, abilitare l’aggiornamento dei canali e del firmware sia quando il decoder è acceso sia quando si trova in standby (con diverse opzioni di orario, frequenza, ecc.), sintonizzare i canali satellitari secondo diverse modalità (automatica TivùSat e altri, manuale, ecc.), visualizzare lo status del sistema (versioni hardware, firmware, loader, ecc.), scegliere la zona oraria (fuso GMT, ora legale), le impostazioni modem (prefisso, tipo chiamata, numero POP, user/pw, DNS per il canale di ritorno MHP, il test del modem e della connessione Internet), ripristinare le impostazioni di fabbrica.

PER INFORMAZIONI

Sagemcom Italia
www.sagemcom.com
Tel. 02 8227961

Nord Est
www.nordestsnc.com
Tel. 0421 210527

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http://www.01net.it/01NET/Photo_Library/946/eur229_Sagemcom-DS73_Tivu_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti