Ricevitore SAT TivùSat Sagemcom DS74 SD Tivù

In sintesi
La terza generazione del TivùBox Sagemcom ha raggiunto un’eccellente maturità dimostrandosi ancora più affidabile, performante e versatile anche per merito dell’introduzione del supporto SCR, ampiamente configurabile per adattarsi a qualsiasi soluzione, e della nuova guida EPG TivùSat.
Altri elementi di spicco dei modelli precedenti, come il pannello frontale con profilo sporgente e sportellino a protezione delle smart card, il menu sequenziale, il banner dettagliato, la ricerca multipla e i database transponder/satelliti editabili a piacimento, sono stati giustamente riproposti integralmente.
Per tutti questi motivi, il ricevitore DS74 si colloca tra i migliori Tivùbox a definizione standard nonostante qualche piccolo rallentamento saltuario nel caricamento delle applicazioni mhp.

Novembre 2012
Tra i vari produttori di TivùBox, i decoder satellitari dedicati alla piattaforma TivùSat e certificati per garantire la piena compatibilità con i canali e i servizi offerti, Sagemcom è l’unico a dedicarsi allo sviluppo costante di un unico prodotto con tuner a definizione standard.
Tutto è iniziato alla fine del 2010 con il lancio del modello di prima generazione DS72, seguito alcuni mesi dopo dal DS73 e, successivamente, dal DS74 protagonista del test di oggi.
L’evoluzione non ha riguardato solamente il firmware ma anche l’hardware, in particolare il chipset, per garantire agli utenti tutta la potenza e la versatilità necessaria a implementare nuove funzionalità e migliorare i tempi di risposta.

Come il suo predecessore, il ricevitore Sagemcom DS74 viene distribuito nel nostro Paese sia sul canale consumer sia su quello professionale da diverse aziende, come la Nord Est che ce lo ha gentilmente concesso per questo banco prova.
Rinnovato nel software ma immutato nel design, il nuovo TivùBox firmato Sagemcom riconferma le migliori funzionalità e dotazioni dei precedenti modelli, garantendo non solo eccellenti prestazioni ma soprattutto la piena compatibilità con qualsiasi impianto di ricezione satellitare e i servizi offerti dalla piattaforma TivùSat come la recente guida ai programmi interattiva multifunzione.
L’apparecchio è collegabile alle parabole satellitari monofeed (13° Est), dual-feed, quadri-feed, motorizzati e agli impianti che utilizzano la tecnologia SCR per distribuire, su una singola discesa, fino a 4 segnali indipendenti per altrettanti decoder (es. MySky HD, TivùSat, Common Interface, ecc.). Il supporto SCR è di tipo evoluto perché consente di scegliere sia la banda utente sia la frequenza e di effettuare le necessarie personalizzazioni.

Inoltre, supporta la versione NASC 1.4 del CAS Nagravision Tiger a garanzia di più elevati livelli di sicurezza, presenta il database delle frequenze e dei satelliti aggiornabili manualmente, rileva a memorizza automaticamente i nuovi canali TivùSat senza bisogno di alcuna risintonizzazione e infine protegge i programmi vietati ai minori grazie al Parental Control ampiamente personalizzabile.
Da segnalare anche lo sportellino reclinabile a protezione del doppio slot smart card, idoneo sia per la tessera TivùSat sia per altre chip card (CRS, servizi futuri), come pure il modem V90/92 per il canale di ritorno, il pannello comandi a tre tasti e 2 LED, la procedura di auto-installazione per guidare l’utente alla configurazione del decoder in 6 passi (lingua, orario, impostazioni audio/video e antenna/motore, LCN, ricerca canali e tabella riassuntiva) ed infine l’interruttore meccanico di accensione/spegnimento.

Menu sequenziale
Il menu OSD è ereditato dai precedenti modelli Sagemcom e caratterizzato da una struttura sequenziale ad albero, in sovrimpressione alle immagini televisive per rendere più piacevole e intuitiva la navigazione. I caratteri di grandi dimensioni facilitano, inoltre la lettura anche a grande distanza dallo schermo.
La home page del menu contiene le tre sezioni principali –
Prenota, Servizi e Impostazione – con i quali possiamo programmare il timer di registrazione/avviso per i programmi preferiti (singolo evento, quotidiano, singolo giorno della settimana, ora avvio/fine) e consultare gli eventi già prenotati, visualizzare il numero seriale della tessera TivùSat e la versione del Conditional Access Nagravision Tiger.

In Impostazione troviamo tre sottomenu – Canali, Preferenze e Sistema – dedicati agli altri settaggi e opzioni del decoder.
Canali consente di creare, gestire, personalizzare e richiamare fino a tre liste preferite per organizzare i canali in base al genere o ad altre caratteristiche, cancellare e bloccare tramite password qualsiasi emittente dell’elenco generale. E’ possibile anche modificarne la posizione ma solo dopo aver disattivato l’ordinamento LCN nel sottomenu successivo.
Preferenze conduce alla funzione Protezione Minori per bloccare con una password la visione dei programmi a seconda della fascia d’età impostata e consigliata dal broadcaster (nessun limite, maggiore di 7, 12, 14 o 18 anni).
Sempre in questo sottomenu possiamo variare la durata del banner canale (0, 3, 5, 10 o 15 secondi), cambiare il PIN della Protezione Minori e la modalità operativa dello zapping (lista canali Tv, Radio o preferiti), attivare o disattivare il caricamento automatico delle applicazioni MHP, la visualizzazione dei sottotitoli e l’ordinamento LCN.

La parte più “corposa” dei settaggi si trova nel sottomenu Sistema: qui è possibile configurare le uscite audio/video (formato schermo/immagine, uscita Scart TV RGB/CVBS, uscita audio S/PDIF AC3 o disabilitata), l’antenna parabolica fissa (satellite, tipo e alimentazione LNB, DiSEqC 1.0/Toneburst, banda utente e frequenza SCR con verifica immediata tramite barre potenza/qualità segnale) e quella motorizzata (DiSEqC 1.2 oppure USALS, limiti, posizione, ecc.), scegliere la lingua di menu, audio e sottotitoli, abilitare l’aggiornamento dei canali e del firmware sia quando il decoder è acceso sia quando si trova in stand-by (con diverse opzioni di orario, frequenza, ecc.) e ricercare immediatamente un nuovo firmware. Inoltre, contiene le voci per sintonizzare i canali satellitari secondo diverse modalità (automatica TivùSat e altri, manuale, ecc.), visualizzare lo status del sistema (versioni hardware, firmware, loader, ecc.), scegliere la zona oraria (fuso GMT, ora legale), impostare il modem analogico interno (prefisso, tipo chiamata, numero POP, user/pw, DNS per il canale di ritorno MHP, il test del modem e della connessione Internet) e resettare il decoder.

PER INFORMAZIONI
Sagemcom Italia
www.sagemcom.com
Tel. 02 8227961

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http://www.01net.it/01NET/Photo_Library/1011/eur238_SagemcomDS74SD_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti