Ricevitore SAT TivùSat United Tivù 1000

In sintesi
Docile e affidabile, il Tivùbox firmato United si adatta alla quasi totalità degli impianti di ricezione garantendo buone prestazioni su tutti i fronti e, soprattutto, la compatibilità al 100% con i MySky collegati a un LCN SCR.
In evidenza anche il CAS Conax, utile per chi è interessato alle pay-tv satellitari che utilizzano questo sistema di codifica, il Parental Control avanzato, le funzioni di aggiornamento automatico per firmware e canali, il display a LED multifunzione. Il menu, il banner e le schermate OSD, seppur ben organizzate, utilizzano caratteri di testo miniaturizzati che penalizzano la leggibilità mentre la guida EPG integrata si limita all’evento attuale e a quello successivo. Un nuovo font e, soprattutto, la guida EPG Tivù potrebbero però arrivare con i futuri aggiornamenti del firmware.

Dicembre 2012
Tra i membri del “Club Tivùbox”, ossia le aziende di elettronica di consumo che hanno in catalogo almeno un decoder progettato e certificato per la piattaforma TivùSat, figurano non solo i mostri sacri della TV digitale ma anche brand che spaziano a 360° sul mondo dell’elettronica. Proprio come United, azienda elvetica che produce TV, lettori DVD e sistemi Hi-Fi distribuiti in tutta Europa e presenti capillarmente nella grande distribuzione.
Per il suo debutto nel “Club”, United non ha certo badato a spese, commissionando alla coreana Topfield la “customizzazione” della sua eccellente piattaforma hardware TivùSat che “motorizza” numerosi altri set-top-box di questa categoria. Il risultato è il Tivù 1000, un decoder dalle eccellenti prestazioni ed elevata affidabilità che garantisce una pronta risposta a qualsiasi comando.

Il nuovo apparecchio implementa un tuner DVB-S MPEG-2 per ricevere tutti i canali TivùSat, quelli free-to-air e criptati di altre piattaforme satellitari a definizione standard grazie al duplice CAS Nagravision e Conax (con altrettanti slot smart card multifunzione), implementa la piattaforma interattiva MHP 1.03, supporta gli impianti fissi a 16 LNB (DiSEqC 1.0 + 1.1), quelli con tecnologia SCR e i sistemi motorizzati mono-cavo gestiti da comandi DiSEqC 1.2 oppure USALS.
Da sottolineare anche il display a LED rossi, il Parental Control in versione evoluta con blocco d’accesso ai singoli menu e ai programmi per fasce d’età, la procedura di auto-installazione che guida l’utente alla configurazione del decoder in pochi secondi, il parco connessioni ricco e versatile (2 Scart, un set AV Cinch e l’uscita audio digitale ottica).
Come tutti i Tivùbox certificati, inoltre, aggiorna automaticamente il firmware e i canali disponibili sia durante il funzionamento sia in stand-by.

Menu organizzato ma poco leggibile
La finestra principale del menu OSD è interamente occupata dalle sei icone che rimandano ad altrettante sezioni: Impostazioni, Orario, Servizi TivùSat, Installazione, Liste Canali, Informazioni. Una volta selezionata, ciascuna sezione mostra sullo schermo una coppia di finestre affiancate con i sottomenu, le singole voci e le opzioni disponibili.
La navigazione nel menu è rapida e intuitiva contrariamente  alla lettura dei testi che risulta un po’ difficoltosa a causa della miniaturizzazione e del tipo di font utilizzato.
Impostazioni permette di configurare alcune funzionalità come l’MHP (avvio automatico o manuale, temporizzazione banner) e il Parental Control (censura per età o totale, blocco ricevitore e singoli menu, cambio PIN), scegliere la lingua del menu OSD, impostare le uscite audio/video (operatività Scart VCR standard/AV esterno, uscita Scart TV RGB/CVBS, formato e aspetto video, audio mono/stereo), regolare la temporizzazione del banner, attivare l’ordinamento LCN e settare il modem interno (numero, prefisso, user ID, password, test connessione).

Orario offre la possibilità di impostare il fuso orario e l’ora legale manualmente oppure sincronizzarli in base alle informazioni fornite dai canali televisivi, e scegliere il formato 12/24 ore.
Servizi TivùSat visualizza il menu TivùSat contenente i dati principali sulla tessera e sul CAS Nagravision Tiger integrato.
Installazione comprende le voci per la ricerca automatica o manuale dei canali, l’impostazione dell’impianto di ricezione (LNB, motore DiSEqC 1.2 oppure USALS, ecc.) e il reset totale o parziale del decoder (impostazioni di fabbrica o cancellazione canali). Sempre in questa sezione è possibile cercare manualmente un nuovo firmware, attivare l’aggiornamento automatico del sistema e della lista canali (Auto Channel Upgrade) quando il decoder si trova in stand-by ma solo con LNB attivo (opzione LNB Spegnimento in Stand-by su Off), aggiornare manualmente la lista canali TivùSat oppure ripeterla da capo.

Liste Canali consente di rinominare, spostare, bloccare ed eliminare i singoli canali oppure copiarli in una delle 5 liste preferite (News, Film, Music, Sport, New), rinominabili a piacimento e gestibili come quella principale.
Per facilitare queste operazioni ed impedire modifiche involontarie, accanto al nome del canale appare anche il satellite dal quale trasmette, la frequenza, il symbol rate e la polarità.
Informazioni ospita altre informazioni tecniche come i dati di programmazione del decoder (firmware, loader, app), le specifiche dei CAS Conax, Nagravision Tiger e delle smart card inserite (versioni, numeri seriali, Sys ID, provider ID, situazione abbonamento, crediti, Parental Control, ecc.).

PER INFORMAZIONI
Reco SpA
www.recospa.it
Tel. 031 473033

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http://www.01net.it/01NET/Photo_Library/1011/eur239_unitedTivu1000_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti