Ricevitore SAT/DTT CAS Megasat Combo 2000

In sintesi
Anche se non dispone di alcuna funzionalità multimediale, Combo 2000 di Megasat si dimostra un decoder molto interessante e completo, un'ottima soluzione per chi cerca un decoder digitale satellitare e terrestre da abbinare ad un Tv provvisto del solo tuner analogico. Oltre ai canali in chiaro l'apparecchio può decodificare anche quelli criptati che utilizzano lo standard Conax (e altri previo “patching” del firmware) mentre la procedura guidata al puntamento dell'antenna e l'autoconfigurazione/sintonizzazione rappresentano due validissimi aiuti per i principianti che si trovano in difficoltà durante l'installazione dell'impianto e del ricevitore. Da segnalare inoltre il motore di ricerca dei canali, la guida EPG multimodo e l'uscita video Component via Scart Tv. Qualche problema di saturazione della memoria canali riscontrati durante il test.

Aprile 2009. Questo mese ci occupiamo del nuovo decoder “combo” Megasat, un apparecchio multistandard dalle prestazioni interessanti e dal prezzo contenuto, di poco superiore a quello di un decoder con il solo sintonizzatore satellitare.
Integrati nel ricevitore troviamo infatti sia il tuner sat (in formato DVB-S) sia quello digitale terrestre (DVB-T) per poter ricevere tutti i canali in chiaro (e parte di quelli criptati) tramite l'antenna parabolica e quella terrestre.

Megasat Combo 2000 appartiene inoltre alla schiera dei free-to-air con CAS, ossia CAM integrata abbinata ad un lettore di smart card.
Questa soluzione, se da una parte risulta meno versatile rispetto alla Common Interface (per definizione “aperta” a molteplici sistemi di accesso condizionato), dall'altra permette con una semplice riprogrammazione del firmware la possibilità di emulazione di più sistemi d'accesso contemporaneamente, anche se non in modo perfettamente legale.
Nel nostro caso, il sistema preprogrammato è il Conax, utilizzato da diversi canali e bouquet sia satellitari che terrestri, anche italiani (come Conto TV).

Oltre a queste peculiarità, il nuovo decoder Megasat ripropone le stesse dotazioni e funzioni degli altri modelli della famiglia come la compatibilità con gli impianti fissi monofeed, dualfeed, multifeed e con quelli motorizzati (DiSEqC 1.2), la memoria per 4000 canali, la procedura guidata al puntamento della parabola, la ricerca automatica, manuale e dettagliata, la doppia presa Scart (con quella Tv compatibile anche con i segnali video Component interlacciati) e l'uscita audio digitale ottica.

Menu OSD, completo ma anonimo
Il Menu principale (Main) ha una grafica piuttosto semplice e si articola in 5 sezioni: Servizio, Installazione, Preferenza, Sistema, Gioco.

La sezione Servizio ospita le voci per la gestione dei canali Tv/radio memorizzati, ovvero lo spostamento, il blocco, la cancellazione, il cambio nome e il salto con possibilità di selezionare direttamente il transponder (oltre al canale), il gruppo di appartenenza (satellite) e visualizzare i dati tecnici dei singoli canali (nome, satellite, transponder, PID, ID servizio, provider, sistema di codifica utilizzato).

Sempre in questa sezione troviamo lo strumento di creazione dei preferiti, ovvero di quei canali ai quali si accede frequentemente e che l'utente preferisce “copiare” in speciali liste richiamabili con il tasto FAV del telecomando. Il Megasat Combo 2000 mette a disposizione fino a 8 liste preferite personalizzabili anche in base al genere di trasmissione (es. sport, cinema, bambini, ecc.).

La sezione Installazione permette di configurare il decoder a seconda dell'impianto satellitare e terrestre utilizzato (scelta satellite, tipo LNB, switch 12 Vcc e DiSEqC, motore, tabella canali DVB-T nazionale, alimentazione antenna attiva, ecc.), sia manualmente che automaticamente, ricercare i canali e ripristinare le impostazioni di fabbrica (reset parametri, cancellazione canali, ecc.).

La sezione Preferenza riguarda la scelta della lingua di menu, audio, guida EPG, teletext e sottotitoli, della priorità audio (Dolby o PCM) e della modalità di visualizzazione dei sottotitoli (manuale o automatica), la gestione del Parental Control (blocco ricevitore, classifica censura in base all'età, attivazione e regolazione finestra oraria di accesso), l'impostazione dell'orologio (aggiornamento automatico/manuale, orario/datario, fuso GMT, ora legale, impostazione sveglia ed autospegnimento), le regolazioni video (formato in uscita da Scart TV RGB/CVBS/Component, formato immagine, standard Tv, regolazioni parametri luminosità/contrasto/saturazione), i settaggi del modulatore RF (canale, formato, offset) ed altre impostazioni (durata banner, trasparenza OSD, modalità commutazione servizio, tono acustico frequenza canale/ora).

Le informazioni di sistema, ovvero i dati di programmazione del decoder come la versione hardware/software/loader, il codice ID del modello e la data dell'ultimo upgrade, l'aggiornamento software/dati/impostazioni predefinite via RS-232 e la pagina con le informazioni personali o del produttore (modificabili a piacimento) si trovano in Sistema mentre Gioco comprende il tradizionale videogame Sokoban.

Ricerca con intelligenza artificiale
Come già visto in altri modelli “combo”, le procedure di ricerca dei canali sono indipendenti per i canali satellitari e per quelli terrestri, ciascuno con la propria modalità automatica o manuale.

Per i canali satellitari è necessario innanzitutto selezionare uno o più satelliti tra quelli disponibili e ricevibili con il proprio impianto, impostare la corretta frequenza di oscillatore locale dell'LNB, l'eventuale switch DiSEqC ed il motore, verificando poi il corretto agganciamento del segnale tramite le barre di livello e qualità del segnale.

A questa procedura manuale, che permette anche di modificare il database precaricato dei transponder, si affianca quella automatica che, per la prima volta in un decoder digitale, è in grado di rilevare con ottime probabilità di successo come è strutturato l'impianto, su quali satelliti è puntata la parabola e procedere automaticamente alla sintonizzazione dei canali.

Anche la modalità manuale dispone di una funzione automatica ma ristretta alla corretta configurazione dello switch DiSEqC qualora non si conoscano gli abbinamenti porte-satelliti.
È inoltre disponibile una procedura guidata al puntamento dell'antenna che, per il singolo satellite e transponder, mostra sullo schermo i valori di SNR e BER e le istruzioni per effettuare l'operazione in modo semplice e rapido.

Superata la fase di configurazione, con la procedura automatica vengono ricercati tutti i canali irradiati dai satelliti mentre con quella manuale possiamo decidere se cercare tutti i canali di uno o più satelliti, solo quelli irradiati da un transponder (e da quelli collegati - rete) o uno specifico tramite i PID video, audio e PCR.

Sono poi disponibili alcuni filtri che limitano la ricerca ai canali Tv e/o radio, free e/o criptati, oppure la estendono ai transponder collegati se non presenti nel database grazie alle informazioni contenute nella tabella NIT (Network Information Table). È inoltre disponibile la funzione di ricerca Blind Scan che, a differenza di quella disponibile su altri decoder, sembra solo migliorare la precisione in fase di scanning della banda disabilitando contestualmente l'estensione NIT.

Anche per i canali terrestri troviamo le modalità di ricerca automatica che passa in rassegna le bande VHF III, CATV S Superiore/Iperbanda, UHF IV e UHF V alla ricerca dei multiplex e quella manuale che si concentra su una singola frequenza.

Durante la scansione vengono mostrati in una finestra i canali Tv e Radio memorizzati (con il simbolo “$” se criptati), la percentuale di completamento con il tempo residuo stimato, il numero di nuovi canali Tv e Radio (e di quelli ripetuti), le barre di livello e qualità del segnale con il valore percentuale.
Al termine dello scan possiamo salvare il nuovo database oppure rifiutarlo.

Il nostro test ha evidenziato frequenti problemi di saturazione della memoria già con un impianto dual-feed, risolvibili solamente dopo un attento screening dei singoli satelliti eliminando i canali non ricevibili o superflui.

L'accesso alla lista canali si effettua tramite i tasti freccia alto/basso, digitando direttamente il loro numero, oppure selezionandoli dall'elenco in sovrimpressione sullo schermo premendo il tasto OK e che comprende numerose opzioni.

Con il tasto i si ottengono informazioni tecniche sull'emittente selezionata, con il tasto verde si accede direttamente alle EPG, con quello giallo si possono impostare alcune proprietà (favorito, blocco, salto, eliminazione, cambio nome), con quello blu possiamo modificare l'ordinamento (numero, lettera alfabetica, free/CAS, transponder) mentre con il tasto rosso si sceglie il gruppo (singolo satellite oppure “completa” con tutti i satelliti e i canali del Digitale terrestre).

Nella parte destra della finestra di navigazione sono riportate anche le immagini in miniatura, il satellite di appartenenza, i dati di frequenza/polarità/symbol rate e le barre di livello e qualità del segnale.
Con il tasto contrassegnato dall'icona della lente di ingrandimento possiamo attivare il motore di ricerca per parola chiave inserendo le prime lettere del nome del canale desiderato.

Informazioni dettagliate
Il banner canale è decisamente più colorato e dinamico del menu OSD e fornisce numerose informazioni grafiche e testuali.
A sinistra è visibile il numero, il nome del canale e l'icona della tipologia (Tv o radio), il gruppo selezionato (completo o singolo satellite), alcuni dati tecnici (satellite, frequenza, symbol rate, polarità) e la barra di livello con il dato %.

A destra troviamo, invece, l'orologio e il datario, i titoli degli eventi in onda e successivo con gli orari di inizio e fine, la barra di qualità del segnale (sempre con il dato %) e le icone relative alla codifica ed alla presenza di sottotitoli, teletext, EPG, audio multiplo.

Con il tasto i si attiva un'ulteriore finestra che comprende un piccolo estratto della guida EPG con le informazioni estese sul programma in onda e successivo (con il tasto verde) e la possibilità di modificare il gruppo (tasto rosso) e le proprietà (i/giallo - servizio, satellite, transponder, PID, nome provider, accesso condizionato utilizzato, gruppo favoriti, blocco, salto, eliminazione, cambio nome).

La guida EPG è disponibile in diverse modalità: semplice, con l'elenco dei canali e degli eventi in onda/successivi; multipla, con la programmazione giornaliera/settimanale inserita nella tradizionale griglia navigabile con i tasti freccia, per giorno/orario oppure per genere di trasmissione (film, notizie, spettacolo, sport, giovani, musica, arte, ecc.).

Con il tasto rosso possiamo scegliere il gruppo di appartenenza (satellite/DTT) mentre con quello giallo effettuare la programmazione automatica della registrazione/notifica e la consultazione/modifica dei timer già attivi.

Collegamenti possibili
A partire da sinistra troviamo le prese IEC con l'ingresso d'antenna terrestre per l'alimentazione del tuner DVB-T e l'uscita passante destinata a Tv, DVD-R o altri dispositivi con tuner terrestre, le prese IF per il tuner satellitare DVB-S (ingresso e uscita passante) e due Scart destinate a Tv e videoregistratore.

Al centro è presente un set di prese Cinch per le uscite video Composito, audio analogico e alimentazione (0/12 Vcc gestita da menu per commutatori e altri accessori), altre due prese IEC questa volta dedicate al modulatore RF, l'uscita Toslink per l'audio digitale ottico (AC3 ready), la porta RS-232 per l'interfacciamento con un PC/decoder dello stesso tipo e, più a destra, l'interruttore generale di alimentazione.

La Scart Tv fornisce in uscita anche il segnale video Component in modalità PAL interlacciata a definizione standard (576i) oltre alle solite RGB e CVBS, mentre quella VCR è passante verso la Scart Tv per consentire ad un videoregistratore o DVD player di inviare i segnali CVBS/RGB direttamente al televisore senza ulteriori cavi.

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi antenna IF: 1
Uscite antenna IF: 1 (passante)
Ingressi antenna RF: 2
Uscite antenna RF: 2 (passanti)
Frequenza di ingresso SAT: 950÷2150 MHz
Frequenza di ingresso DTT: 177÷226 MHz (VHF III - ch 6÷12), 230÷462 MHz (CATV S Superiore/Iperbanda - ch s11÷s41), 474÷858 MHz (UHF IV/V - ch 21÷69)
Canali memorizzabili: 4000
Modulazione: DVB-S, DVB-T (COFDM 2k/8k)
Decodifica video: Mpeg-2 - profilo MP@ML
Symbol Rate: 2÷45 Msym/s
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.1/1.2/1.3 (USALS)
Memoria SDRam/Flash: n.c.
CPU: n.c.
Connessioni Video: 2 Scart (Tv: RGB Out, Component Out, CVBS Out; VCR: CVBS In/Out, RGB In/Out), 1 Cinch (CVBS Out)
Connessioni Audio: 2 Cinch/2 Scart (analogico stereo Out), 1 Toslink (digitale ottico Out compatibile PCM/Dolby AC3)
Presa RS232: D-Sub 9
Altre prese: Cinch 0-12 Vcc
Modulatore RF: PLL ch 21÷69
Teletext: Integrato
Altre funzioni: Procedure automatiche di configurazione impianto e installazione antenna, timer VCR, sleep timer, Parental Control, motore di ricerca canali, EPG multimodo, giochi, pausa e zoom digitali
CAS: Conax (programmabile) con lettore smart card
Alimentazione: 100÷250 Vac - 50/60 Hz
Consumo: 20 watt max
Dimensioni (LxAxP): 300x65x220 mm
Peso: 1,5 kg
Prezzo: Euro 71,88

DA SEGNALARE
+ Doppio tuner digitale satellitare/terrestre
+ CAS Conax integrata e programmabile
+ Banner ed EPG ricchi di funzionalità
+ Procedura guidata puntamento antenna
+ Autoconfigurazione
+ Uscite video RGB e Component
- Manuale d'uso essenziale e solo in tedesco
- Saturazione memoria canali

Dati apparecchio in prova
ID: 5119_COOL
SW: 2.4.47 - Loader: 1.8.0

PER INFORMAZIONI
info@b2c-electronic.de
www.megasat.tv

Pubblica i tuoi commenti