Ricevitore SAT+DTT CI MHP Humax Combo-9000

Banco Prova –

Arriva finalmente nei negozi italiani il tanto atteso Combo-9000 di Humax, il primo decoder in assoluto ad offrire il doppio sintonizzatore digitale satellitare e terrestre con tanto di supporto interattivo MHP, Common Interface e CAM integrata per le pay-per-view italiane

decoder Humax Combo-9000

In sintesi
Combo-9000 è un apparecchio innovativo sotto molti punti di vista, realizzato con cura e con tutte le funzioni (davvero tutte) di un Common Interface satellitare e di un box interattivo per la tivù digitale terrestre (o almeno così sarà quando Humax rilascerà il nuovo firmware che abilita gli accessi condizionati Conax e Irdeto).
Il menu, le procedure di sintonizzazione, il banner canale e la guida EPG sono pressoché identiche a quelli di altri modelli Humax (quindi ottimi), l’estetica è elegante e raffinata, il parco collegamenti completo e versatile (uscite S-Video su entrambe le Scart). Forse si potrebbe richiedere una maggiore velocità nella ricerca dei canali, oppure la possibilità di cambiare canale anche con i tasti freccia del telecomando (sicuramente più intuitivi). Ma ciò non è un limite implicabile all’apparecchio. Le specifiche DGTVi prevedono infatti che le applicazioni MHP, successivamente all’avvio dello startup laucher, prendano il controllo esclusivo di vari tasti, tra cui quelli cursore. Quest’ultimi pertanto non consentono il cambio canale in presenza di dette applicazioni. Onde evitare questi problemi la funzione di cambio canale è associata esclusivamente ai tasti dedicati, cioè CH+/CH-

Gennaio 2008. Il decoder “unico” capace di ricevere i canali satellitari, anche le pay-tv grazie alla Common Interface, e quelli digitali terrestri con le stesse funzioni dei “box interattivi”, ossia MHP, CAM integrate, modem e quant’altro, è sempre stato l’oggetto del desiderio di molti appassionati.

Purtroppo, i “combo” visti finora sugli scaffali dei negozi presentavano la sezione DTT di tipo “zapper”, ossia senza CAM e motore interattivo, impedendo di fatto la possibilità di sfruttare al meglio tutti i servizi offerti dal Digitale terrestre.
Il sogno si è realizzato solo pochi mesi fa con l’annuncio da parte di Humax, azienda coreana che gli appassionati di Tv satellitare conoscono molto bene per la lunga esperienza sul campo e la qualità, la versatilità e la robustezza dei propri prodotti, del nuovo decoder Combo-9000: mix perfetto tra un decoder Common Interface di ultima generazione e un box interattivo per la Tv digitale terrestre.

Sul fronte della ricezione satellitare il nuovo gioiello di Humax offre le stesse funzioni disponibili nei migliori set-top-box Humax, come la compatibilità con gli impianti monofeed, dualfeed, multifeed, motorizzati (DiSEqC 1.0/2.0/1.2) e con i moderni sistemi SCR UniCable, 5000 canali di memoria, EPG, timer, ricerca automatica/manuale, Common Interface.

Per quanto concerne la parte DTT, il decoder Combo-9000 si comporta alla pari di un box interattivo “stand-alone” (es.: DTT-3500, DTT-4500) grazie al modem, alla CAM multisistema integrata compatibile con le pay-tv italiane e al “motore” interattivo MHP che permette il caricamento di qualsiasi applicativo e la gestione della smart card prepagata di Mediaset Premium.

Un apparecchio molto interessante, quindi, ma soprattutto utilissimo per tutti coloro che desiderano semplificare il proprio impianto audio/video domestico, senza alcuna rinuncia in fatto di prestazioni e funzioni. Lo Humax Combo-9000 vanta anche una linea elegante e moderna che, grazie alla doppia colorazione (bianco perla e nero), si adatta perfettamente a qualsiasi ambiente.

Menu OSD, un “classico” Humax
Il menu OSD del decoder Combo-9000 segue fedelmente quello già visto in altri modelli di ultima generazione della casa coreana: tutte le voci sono organizzate in modo chiaro e intuitivo con testi e grafica ad alta risoluzione che semplificano la navigazione all’interno del menu.
Il livello principale comprende cinque sezioni: Preferenze, Elaborazione canali, Installazione, Sistema e Servizi Pay per View.

Il primo comprende le tradizionali voci relative al parental control (blocco in base all’età, modifica PIN), alla lingua (menu, audio, sottotitoli, ecc.), alla visualizzazione dei sottotitoli (schermo e dimensione carattere), all’orologio (offset GMT manuale/automatico, ora legale, impostazioni di accensione e spegnimento automatici), la programmazione del timer VCR, le regolazioni audio/video (segnali in uscita dalle Scart TV e VCR, modalità audio mono/stereo, abilitazione Dolby Digital, formato e rapporto aspetto dello schermo) e altre impostazioni come il tempo di visualizzazione del banner, la trasparenza dell’OSD, l’attivazione delle opzioni nell’elenco dei canali e l’abilitazione della MyEPG, la guida interattiva di Sorrisi e Canzoni, scaricata via etere. In questa sezione troviamo, inoltre, le impostazioni visuali di caricamento degli applicativi MHP (logo e avviso).

In Elaborazione canali troviamo gli strumenti per il blocco, lo spostamento, la cancellazione e la modifica dei nomi dei canali presenti dell’elenco generale (divisi per DTT e SAT), la creazione fino a 5 liste preferite (ampiamente personalizzabili), l’attivazione della numerazione automatica dei canali DTT in base alle liste predefinite fornite dagli stessi broadcaster ed utilizzate in tutti i box interattivi che sono stati aggiornati di recente) e l’aggiornamento della numerazione.

Il menu Installazione permette di effettuare l’impostazione dell’impianto di ricezione satellitare, la ricerca dei canali DTT e SAT, l’attivazione della telealimentazione di eventuali antenne attive (+5 Vcc in uscita dall’ingresso antenna IEC), aggiornare il firmware e la lista canali in modalità manuale o automatica (in stand-by oppure durante il normale funzionamento) inserendo l’orario di avvio della procedura e la sua frequenza (giornaliera/settimanale), ripristinare tutti i parametri ai valori di fabbrica (reset).

La voce Sistema permette di visualizzare lo status del decoder (versioni hardware e software, loader, system ID, accesso condizionato CAM inserita nello slot C.I., ecc.), monitorare il livello e la qualità del segnale per il canale sintonizzato (SAT oppure DTT), interrogare il modulo Common Interface inserito nell’apposito slot oppure configurare il modem telefonico integrato che, ricordiamo, ha la funzione di canale di ritorno per alcuni servizi interattivi (sondaggi, televoto, home banking, e-government, ecc.).

L’ultima sezione, Servizi Pay per View, riguarda infine la consultazione delle smart card dei vari operatori pay e dei sistemi di accesso condizionato integrati nel decoder (Nagravision – Mediaset Premium/Pangea, Irdeto, Conax).

Ricerche flessibili e dettagliate
Come avviene in tutti i “combo”, la sintonizzazione dei canali satellitari e terrestri segue due percorsi differenti anche se, al termine, tutti i canali televisivi e radiofonici digitali confluiscono in un’unica lista pur in due blocchi differenti (da 0 a 999 per i canali DTT e da 1001 a 5000 per i SAT).
Per quanto riguarda la ricerca delle emittenti SAT, prima di tutto bisogna configurare il decoder a seconda del proprio impianto satellitare, selezionando i satelliti di riferimento, la frequenza O.L. degli LNB, l’eventuale porta DiSEqC o SCD (SCR/UniCable), programmare il motore (DiSEqC 1.2) e così via.

Ciò dipende dal fatto se prima della ricerca dei programmi DTT sia stata abilitata o meno la numerazione automatica (LCN). Per esempio disattivando questa funzione prima di avviare la ricerca terrestre durante la prima installazione, la numerazione parte da 1 ed i programmi SAT vengono aggiunti direttamente in coda a quelli terrestri. Inoltre l’utente è libero di spostare i vari programmi all’interno dell’elenco, indipendentemente dal fatto che si tratti di programmi DTT o SAT.
I vari programmi possono essere infatti mischiati a piacere. Se la numerazione automatica è invece abilitata, sempre secondo quanto specificato dal DGTVi, i primi 1000 posti programma sono riservati per i programmi DTT.

Fatto questo si può procedere con la ricerca dei canali, disponibile in diverse forme: quella automatica memorizza tutti i canali irradiati da uno o più satelliti, la manuale esamina un transponder presente nel database interno oppure uno nuovo semplicemente inserendone i dati (frequenza, polarità, SR, FEC) e memorizza i canali presenti con l’eventuale estensione ai bouquet collegati (network-rete) mentre l’avanzata si comporta come quella manuale ma offre in più la possibilità di definire i codici PID. Nelle ricerche “manuale” e “automatica” possiamo anche limitare la ricerca ai soli canali free o criptati, alle radio e/o alle TV.

Nel decoder Humax Combo-9000 troviamo, inoltre, le modalità di ricerca SMATV (per gli impianti centralizzati) che permette di inserire la frequenza IF di singoli transponder e quella multi-transponder che si comporta come quella manuale pur interessando tutti i transponder selezionati dall’elenco che appare sul teleschermo.
Nella schermata della ricerca multi-transponder è possibile anche procedere all’editing delle frequenze (cancellazione, aggiunte, modifiche) per mantenere sempre aggiornato il database e permette così ricerche sempre più precise ed affidabili. Ovviamente non mancano le barre di livello e qualità del segnale per avere sempre un riscontro diretto sul corretto funzionamento dell’impianto e sui dati inseriti.

DTT facile-facile
Per quanto riguarda la sintonizzazione dei canali DTT, gli unici settaggi riguardano la telealimentazione e l’attivazione della ricerca dei canali “nascosti” (es.: dati, aggiornamento firmware, ecc).
Le modalità di ricerca disponibili sono quelle classiche, ovvero automatica e manuale. Nel primo caso il decoder effettua una scansione delle bande VHF (canali D…H2, 6…9) e UHF (21…69) e rileva tutti i canali presenti nei vari multiplex, mentre la sintonia manuale permette di effettuare una ricerca mirata su un determinato canale VHF/UHF (numero oppure frequenza in MHz) scegliendo anche la larghezza di banda (7 o 8 MHz) ed eventualmente l’estensione ai multiplex collegati (network).
Al termine della scansione, il decoder offre la possibilità di memorizzare tutti i canali trovati, solo alcuni oppure nessuno.

Nel caso dei canali DTT viene anche effettuato un riordino automatico in base alla numerazione “standard” definita dagli stessi broadcaster. La lista dei canali memorizzati può essere richiamata con il tasto LIST del telecomando e, oltre a mostrare l’elenco delle emittenti per gruppo (Tv/Radio, Preferiti, Terrestri, Satellite, Codificato), permette di ordinarle per lettera alfabetica, numero, codifica, satellite, ecc.

EPG standard e personalizzata
Il banner che appare per brevi istanti sul teleschermo ad ogni cambio di canale è identico a quello della maggior parte dei modelli Humax ed è un vero e proprio punto di riferimento per chiarezza ed efficacia. Mostra il numero dell’emittente ed il suo nome, il gruppo di appartenenza, l’orario corrente, il titolo del programma in onda o successivo (tasto freccia destra) con la barra di avanzamento e l’orario di inizio e fine del programma ed alcune icone che indicano la tipologia di trasmissione (DTT/SAT), la presenza di teletext, sottotitoli, audio multiplo normale o Dolby, le tipologie di codifica utilizzate (ND per NDS, MG per Mediaguard, ecc.), l’età minima consigliata per la visione del programma, ecc.

Per conoscere altri dettagli sull’evento trasmesso è sufficiente premere il tasto “i” del telecomando mentre con LANG e OPT+ si attivano due finestre con le varie opzioni disponibili (selezione sottotitolo/audio, sblocco canale, eliminazione, informazioni tecniche – frequenza, PID, SID, ecc. – e l’inserimento diretto in una delle liste preferite).

La guida EPG è del tipo a “griglia” con gli orari in orizzontale, i canali (5 per volta) in verticale ed all’interno delle celle i titoli dei programmi in palinsesto. Per scoprire ulteriori dettagli sui singoli programmi bisogna navigare con i tasti freccia tra le varie celle mentre per cambiare orario o giorno bisogna premere il tasto di colore verde.
Gli altri tasti colorati (rosso, giallo, blu) permettono invece di selezionare i vari gruppi di canali (TV/radio, preferiti, terrestre, satellite, codificato), programmare direttamente le registrazioni oppure effettuare una ricerca per parola all’interno dei palinsesti (motore di ricerca programmi).
Le immagini del canale sintonizzato, così come l’orario e la data correnti, sono sempre visibili in formato ridotto all’interno di una finestra collocata in alto a destra. Alla guida EPG standard (DVB) si affianca quella sviluppata da Sorrisi e Canzoni che il decoder può scaricare automaticamente via etere (si tratta di un’applicazione MHP) indipendentemente dal canale sintonizzato e che è accessibile con il tasto MyEPG del telecomando.

Questa guida è decisamente più ricca in quanto mostra tutti gli eventi dei principali canali DTT nazionali come Rai, Mediaset (anche pay-per-view), La7, MTV nell’arco dei 7 giorni successivi, offre un motore di ricerca per evento e la possibilità di sintonizzare automaticamente il canale televisivo dopo aver cliccato sull’evento desiderato.

Piattaforma MHP per DTT e SAT
La piattaforma interattiva con profilo 1.0.2 integrata nel nuovo combo di Humax è stata sviluppata come sempre da Alticast e garantisce l’accesso se l’applicativo è basato sulla versione 1.0.2 MHP trasmesso dai broadcaster italiani e stranieri sia via DTT sia via SAT (Mediaset/DFree, ARD, ZDF, MDR, Bayerische, Eins Plus, ecc.). Tramite il menu OSD è possibile personalizzare la visualizzazione dei vari messaggi ma non l’avvio degli applicativi che avviene sempre automaticamente quando il decoder ne rileva la presenza.

CAM multistandard e Common Interface
Per consentire l’accesso ai canali pay-tv e pay-per-view disponibili in ambito nazionale e locale sulla rete DTT ma anche via satellite, il decoder Combo-9000 è dotato di uno slot per moduli CAM Common Interface e di una CAM integrata compatibile con i sistemi di accesso condizionato Nagravision, Irdeto, Conax.
Quest’ultima è ovviamente abbinata ad un lettore smart card capace di leggere non solo le smart card di abbonamento ma anche le carte servizi. Con l’attuale versione firmware, tuttavia, i sistemi Irdeto e Conax non risultano ancora abilitati ma lo saranno molto presto (si parla di fine gennaio) con un semplice upgrade via etere o via PC.
Nessun problema invece per Mediaset Premium e per gli altri canali che utilizzano (o utilizzeranno) lo standard Nagravision: questo decoder, così come tutti i box interattivi dotati dell’ultimo aggiornamento firmware, dispone, infatti, del menu Pangea per la gestione delle smart card Nagravision utilizzate da altri operatori (oltre a Mediaset Premium che dispone di un menu dedicato).

Collegamenti possibili
Il pannello posteriore del decoder Humax Combo-9000 ospita un parco connettori piuttosto completo: a partire da sinistra troviamo le due prese IEC per l’ingresso d’antenna terrestre con possibilità di alimentazione per antenne interne di tipo attivo, l’uscita passante per TV, VCR, DVD-R, le prese IF per l’ingresso antenna SAT e la relativa uscita sempre di tipo passante, due prese Scart configurabili da menu per quanto riguarda le tipologie del segnale video in uscita (RGB/CVBS/S-Video per TV e CVBS/S-Video per VCR), un set di uscite Cinch A/V (audio analogico e video composito CVBS) e la presa audio digitale ottica (Toslink) compatibile Dolby AC3.
Sulla destra sono, invece, collocate le prese “dati” RS-232, indispensabile per effettuare l’aggiornamento del firmware via PC (ma anche per gli eventuali settings), e il miniplug RJ11 del modem interno utilizzato come canale di ritorno per alcuni servizi interattivi. Si nota l’assenza dell’interruttore generale di alimentazione, una feature disponibile su quasi tutti i decoder firmati Humax.

DATI TECNICI DICHIARATI
Ingressi/uscite antenna DTT: 1/1 (con possibilità di telealimentazione 5 Vcc da menu)
Ingressi/uscite antenna SAT: 1/1
Frequenza di ingresso DTT: 177,5÷226,5 e 470÷862 MHz
Frequenza di ingresso SAT: 950÷2150 MHz
Canali memorizzabili: 5000 (1000 DTT e 4000 SAT)
Modulazione: DVB-S (QPSK)/DVB-T (OFDM)
Decodifica video: Mpeg-2 – profilo MP@ML
Symbol Rate SAT: 2÷45 Msym/s
Comando LNB/motori: DiSEqC 1.0/1.2/2.0, SCD (SCR/UniCable) – USALS
Memoria SDRam/Flash: 64/8 MB
CPU: Conexant CX24155
Connessioni Video: 2 Scart (TV: RGB Out, S-Video Out, CVBS Out; VCR: CVBS In/Out, RGB in, S-Video Out), 1 Cinch (CVBS)
Connessioni Audio: 2 Cinch/2 Scart (analogico stereo),
1 Toslink (digitale ottico compatibile Dolby AC3)
Modem interno: Standard V90 (56 kbps)
Altre prese: RS-232 (D-Sub 9 pin)
Modulatore RF: No
Teletext: Integrato e disponibile su uscita video (VBI)
Slot CAM C.I.: 1
Slot per smart card: Multifunzione (servizi MHP, pay-tv e PPV)
Sistemi di accesso condiz. integrati: Nagravision (Mediaset Premium e Pangea), Irdeto*, Conax* – altri sistemi implementabili tramite upgrade firmware
Piattaforma interattiva: MHP v 1.0.2 by Alticast
Alimentazione: 90÷250 Vac – 50/60 Hz
Consumo: 28 watt max
Dimensioni (LxAxP): 310x60x237 mm
Peso: 1,8 kg
Prezzo: Euro 159,00
* attivazione prevista entro fine gennaio tramite aggiornamento firmware

DA SEGNALARE
+ Doppio tuner SAT/DTT
+ Middleware MHP
+ Slot Common Interface
+ CAM integrata Nagra (Mediaset Premium/Pangea)
+ Compatibile DiSEqC 1.0/1.2/SCR-UniCable/USALS
+ Uscite video CVBS/RGB/S-Video
+ Display frontale a led
- Accessi condiz. Irdeto/Conax disponibili con prossimo upgrade firmware

Dati apparecchio in prova
HW: rev. 1.0
SW: MHWSTN 1.02.30 – 20/10/2007
DTT: 02 – Loader: U 2.20
System ID: 1b26.0000

PER INFORMAZIONI
Mediasat
www.mediasat.com
Tel. 0471 543777

Pubblica i tuoi pensieri