Ricezione – ASTRA 1N con parabola multifeed

Abito vicino a Lugano, leggo Eurosat ormai da anni e vi faccio i complimenti per le preziose informazioni che mensilmente mi accompagnano. Recentemente ho installato una parabola per ASTRA 28,2° Est, uno spot abbastanza critico che in passato richiedeva almeno un diametro di 90 cm. Dalle misurazioni effettuate con uno strumento Unaohm, ho costatato come i transponder abbiano sensibilmente migliorato la loro potenza.
Ho ripetuto il test con una parabola di dimensioni ridotte e, con stupore, ho visto che il livello e la qualità del segnale sarebbero sufficienti per eseguire l'impianto. Mi chiedo se ora sarebbe possibile realizzare un impianto per ASTRA 19,2° Est, ASTRA 28,2° Est e Hot Bird 13° Est con una sola parabola: cosa fino ad oggi impossibile almeno nella mia zona. Ne approfitto per segnalarvi i nuovi valori di FEC (8/9) e SR (23000) per il transponder 50 di ASTRA 1N.

Federico N.

La ringraziamo sia per i complimenti sia per i suoi importanti contributi. Ipotizzando che il segnale di ASTRA 1N, che ha preso il posto del 2D, rimanga su questi livelli di potenza e qualità anche in futuro, è probabile che un'antenna toroidale da 80/90 cm possa garantire buoni risultati non solo negli slot indicati ma anche su quelli vicini. Antenne di questo tipo sono costituite da due riflettori conformati in modo da ottenere una “linea focale” al posto del “punto focale” delle normali parabole offset o primo fuoco, così da garantire prestazioni costanti su diversi slot orbitali.
La Wave Frontier T90, ad esempio, può puntare fino a 16 posizioni orbitali differenti in un arco di circa 40° (+/- 20° rispetto al satellite centrale) garantendo gli stessi risultati di un'antenna offset dello stesso diametro. Qualora decisa di effettuare alcuni test di ricezione multi-feed con antenne offset o toroidali, le chiediamo di comunicarci i risultati (e anche qualche immagine, se possibile) così da condividerli con gli altri lettori.

Pubblica i tuoi commenti