Ricezione SAT – Segnale buono al mattino, scarso alla sera

Possiedo una parabola motorizzata da 120 cm collegata a un decoder MVision. Ho notato che la ricezione dei satelliti più deboli, come i Badr a 26° Est o i Nilesat a 7° Ovest, varia nel corso della giornata. Al mattino i segnali sono abbastanza forti mentre a partire dal pomeriggio e per buona parte della sera diventano deboli e le immagini “squadrettano” fino a scomparire. Potreste spiegarmi il motivo? Grazie e complimenti per la rivista.

Luigi S.

I satelliti per telecomunicazioni sfruttano l’orbita geostazionaria posta a circa 36.000 km di distanza dalla Terra. Il termine “geostazionario” o “geosincrono” deriva dal fatto che, per un osservatore a terra, il satellite appare fermo in cielo, sospeso sempre al di sopra dello stesso punto dell’equatore perché si muove alla stessa velocità angolare della Terra. In realtà, però, a causa della forma non perfettamente sferica del nostro pianeta, l’orbita del satellite subisce alcune variazioni che le normali antenne paraboliche non sono in grado di compensare perché sprovviste del tracking automatico dell’elevazione (presente invece in quelle professionali utilizzate per l’uplink dei segnali).
A questo si aggiunge l’inevitabile fluttuazione dei segnali causati dall’atmosfera e dai trasmettitori dei satelliti, soprattutto quelli più “datati”. Solitamente, le condizioni di ricezione ottimali si hanno nelle prime ore della giornata (fino alle 10-11) e nella tarda serata (dalle 23 in poi) mentre il periodo meno favorevole è quello che va da mezzogiorno alle 23.

Pubblica i tuoi commenti