Samsung, potere e coinvolgimento del televisore UHD

TV Samsung SUHD TV JS9000 R-Perspective_SilverLo studio neuropsicologico “Screen Sensation: The Ultra HD Effect” realizzato da Samsung in collaborazione con MindLab International ha evidenziato gli effetti dell’UHD su corpo e mente.

 

Samsung Electronics Italia, presenta una ricerca condotta in collaborazione con Mindlab International, che rivela gli effetti dell’Ultra HD su corpo e mente degli spettatori, dimostrando un coinvolgimento del 38% superiore rispetto a un contenuto di un pannello Full HD.

Lo studio neuropsicologico “Screen Sensation: The Ultra HD Effect” ha preso in esame gli effetti fisiologici di un televisore UHD rispetto a un pannello Full HD, con l’obiettivo di sottolineare i progressi tecnologici della gamma Samsung SUHD TV. Per questo motivo, ai partecipanti di età compresa tra i 18 e i 65 anni, sono stati applicati elettrodi al cuoio capelluto e sottoposti a monitoraggio delle funzioni cerebrali tramite elettroencefalogramma (EEG), dell’attività elettrotermica (EDA) e del ritmo cardiaco, durante la visione di un video su Netflix - la principale piattaforma di servizi di streaming - e una partita di calcio europea, sia in formato UHD, sia in FHD, nascondendo la marca del televisore.

Aumentata elaborazione visiva

I risultati dello studio hanno ampiamente dimostrato, che il televisore Ultra HD è più “coinvolgente” dello schermo Full HD grazie a una combinazione di aumentata motivazione di approccio (una misura associata al sentirsi attratti verso qualcosa), elaborazione visiva e potere beta (una misura associata alla concentrazione o al pensiero attivo). È stato dimostrato che il coinvolgimento cresce fortemente durante esperienze quali una corsa sulle montagne russe, l’acquisto di un nuovo prodotto o un appuntamento interessante. Il maggiore coinvolgimento garantito da un Samsung SUHD TV suggerisce una partecipazione più positiva e intensa da parte dello spettatore rispetto alla fruizione dei contenuti su uno schermo Full HD. Il sistema Full HD infatti trasmette oltre il quintuplo delle informazioni visive rispetto a un televisore con una risoluzione standard, mentre i televisori in Ultra High Definition (UHD) sono in grado di visualizzare immagini con un livello di dettaglio pari a quattro volte quello di uno schermo Full HD.

I risultati hanno soddisfatto moltissimo gli appassionati di Calcio. Nel seguire infatti una partita su un pannello UHD, i partecipanti hanno sperimentato livelli di elaborazione visiva del 62% superiori: ciò significa che il cervello sfrutta una maggiore capacità per elaborare le informazioni visive, ottenendo una percezione più ricca e dettagliata di ciò che avviene realmente in campo.

Più concentrati e attenti

Nel corso dello studio, i soggetti che hanno guardato un filmato per la prima volta su un Samsung SUHD TV si sono sentiti maggiormente “vigili” (25% di differenza), più pronti a reagire a ciò che veniva visualizzato sullo schermo, più concentrati, attenti e focalizzati: una condizione perfetta per gli amanti dei film di azione, alla costante ricerca di un’esperienza di visione potenziata. I partecipanti si sono sentiti attratti in modo molto più significativo dai contenuti visualizzati su uno schermo UHD (20% di differenza rispetto a un Full HD), generando una reazione emotiva positiva e nel rivedere un filmato per la seconda o la terza volta, chi lo guardava su uno schermo UHD si sentiva molto più “attratto” (29% di differenza rispetto a uno schermo HD).

L’esperimento è stato condotto nel laboratorio Mindlab presso il Sussex Innovation Centre di Brighton tra il 26 e il 28 ottobre 2015. All’esperimento hanno preso parte 24 persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni (età media: 36) – di cui 12 uomini e 12 donne – che avevano guardato la televisione almeno due volte nel corso dell’ultimo mese e hanno ricevuto un gettone di presenza.

 

Pubblica i tuoi commenti