SAT, DTT, HD e Internet in perfetta armonia

Luglio 2010. Non più universi distinti ma uniti grazie alla linea di ricevitori HDR: la soluzione definitiva che integra doppio tuner HDTV, chipset multimediale di ultima generazione, sistema operativo Linux, interfaccia facile per la navigazione Internet, Hard Disk, LAN.

Il decoder 600i HDR Plus sarà la punta di diamante di una serie di set-top-box ibridi, composta dai modelli 600i, 500i e 501i, oltre ad una vasta gamma di accessori.
In particolare il nuovo decoder 600i HDR+ nasce per la nuova piattaforma aperta europea HbbTV (www.hbbtv.org), per usufruire di Tv HD e Internet insieme, interagire con i contenuti Tv, guida EPG con preview, messaggi e informazioni anche da internet.

Facile è guardare e registrare in HD contemporaneamente, condividere Mp3 e DivX in rete, accedere alla pay-tv, navigare su Internet e collegare accessori USB e SATA. Le versioni 600/500/501 sono “italianizzate” e compatibili con DGTVi.

Distribuzione capillare
I ricevitori HDR, prodotti dalla coreana iPlus Technology, saranno distribuiti in Italia da C.T.A. Consorzio Tecnologie Avanzate di Bologna (www.c-t-a.org) sia attraverso la propria rete di 700 installatori affiliati sia attraverso il sito di e-business raggiungibile all’indirizzo web www.ctatrading.it.

Ricordiamo che il consorzio già distribuisce attraverso la controllata CTA Trading s.r.l. in esclusiva per il territorio italiano, materiali con elevato rapporto qualità prezzo per impianti satellitari EMP-Centauri (www.emp-centauri.cz), misuratori Horizon (www.horizonhge.com), LNB GT-SAT (www.gt-sat.com) e gli apprezzatissimi decoder satellitari Manhattan.

Consegne in tempi rapidi
Il successo della distribuzione on-line risiede nella consegna a domicilio dei materiali in 24 ore dall’ordine di prodotti che spesso non sono disponibili nella tradizionale distribuzione del settore.

iPlus Technology dispone di un centro R&D in Germania, dove ingegneri e informatici sviluppano i prodotti, realizzati in Corea, nel rispetto delle  specifiche richieste dai mercati europei. È partner industriale di EBU nel progetto europeo di sviluppo della HbbTV.

In Italia i decoder verranno personalizzati da Studio DL, già partner di iPlus., che sotto la direzione di Lauro D’Amico sviluppa applicazioni e software “italianizzato”, oltre a garantire assistenza tecnica post vendita.

Marketing e comunicazione
Federico Trussoni, consulente di aziende operanti nel settore del trattamento dei segnali digitali, si occuperà della direzione di una task-force dedicata al marketing ed alla comunicazione, che si sta già adoperando per siglare accordi con importanti aziende italiane interessate a fornire i primi servizi via Internet integrati con quelli trasmessi dai broadcaster televisivi.

Pubblica i tuoi commenti