SAT sul PC, immagina i vantaggi…

Gennaio 2011. La ricezione della Tv da satellite attraverso il computer estende il ventaglio delle opportunità di visione molto sentite da buona parte del pubblico televisivo consentendo altresì di fare fronte a una serie di situazioni e di esigenze più comuni di quanto si pensi. Vediamole:
– Realizzare un primo approccio alla ricezione la Tv da satellite, soprattutto per chi non dispone di un impianto SAT nel proprio condominio, senza “disturbare” la configurazione del televisore principale.

– Accedere con una semplice installazione (anche temporaneamente) ai programmi satellitari nelle aree non ancora coperte dal Digitale terrestre.
– Vedere la Tv satellitare, in combinazione con un’antenna portatile, quando si è in viaggio (auto o camper) o in situazioni d’emergenza.
– Disporre di un secondo ricevitore Sat collegato all’impianto d’antenna domestico, per avere in tal modo una diversa scelta del programma rispetto a quella del televisore principale, ottenendo anche funzionalità talvolta non presenti in quest’ultimo, come la ricezione HDTV e la registrazione dei programmi.
–  Esplorare i satelliti presenti lungo la fascia di Clarke, in combinazione con un’antenna orientabile a mano o motorizzata.
– Ricevere contenuti diversi dai programmi video, come contenuti multimediali in streaming o in download (ad es. musica e software di aggiornamento) leggibili attraverso l’ampia possibilità di decodifica che offre il computer.

La struttura dell’impianto
Per vedere la Tv sul computer occorre un opportuno decoder realizzato appositamente per l’impiego con il computer e un’antenna parabolica con relativo LNB da collegare al decoder per mezzo di un cavo dotato di connettore F. Il decoder può essere realizzato su scheda tipo PCI per l’impiego con computer fissi, in cui la scheda s’inserisce in uno slot del rack.

Più in generale il decoder è integrato in un modulo provvisto di connessione USB utilizzabile tanto con i computer portatili quanto con quelli fissi. Importante è verificare quale sistema operativo è richiesto dal modulo decoder: più in generale è previsto Windows da XP in poi, meno di frequente l’OS MAC. L’impianto è completato da un’antenna parabolica che può essere la stessa già esistente nella residenza domestica, oppure un’altra da installare sul balcone o sul camper, dopo l’indispensabile orientamento verso il satellite interessato.
Vediamo nelle pagine di seguito alcuni prodotti specifici per questo tipo d’impiego: decoder per computer, antenne aggiuntive, accessori, ecc. fornendo i principali criteri per una corretta installazione di tutto il sistema.

Parabola fissa oppure mobile?
Sono diverse le soluzioni per dotarci di un’antenna satellitare provvisoria con cui vedere la Tv satellitare sul computer, secondo il tipo d’installazione desiderato: fissa sul balcone di casa oppure mobile da trasportare nei nostri viaggi.
Prendiamo in considerazione un paio di esempi di prodotti disponibili in commercio per ognuno di questi casi.

TivùSat, come ricevere la nuova piattaforma
TivùSat è una piattaforma satellitare gratuita e complementare a quella del Digitale terrestre, perché in grado di raggiungere le aree del territorio da questo non coperte. Sulla nuova piattaforma digitale satellitare i telespettatori possono vedere via satellite in versione integrale i palinsesti della maggior parte dei canali nazionali diffusi in DTT, e un’ulteriore serie di canali internazionali senza alcun tipo di abbonamento. Per visualizzare TivùSat, oltre alla parabola puntata sulla posizione orbitale 13° Est, satellite Hot Bird  6/8/9 (lo stesso di SKY), è necessario un decoder certificato da TivùSat completo di relativa Smart Card per vedere i canali che altrimenti, risulterebbero oscurati perché trasmessi del tutto o in parte, in modalità criptata.

L’utilizzo della codifica si è resa necessaria perché il satellite, per sua natura, irradia i segnali televisivi su aree assai più ampie rispetto ai confini nazionali e molti programmi televisivi come sport e film sono invece acquistati per essere trasmessi solo sul territorio nazionale. Per far sì che le emittenti non incorrano in violazioni sui diritti, si è optato per l’impiego di un sistema di codifica (Nagravision) e di una Smart Card di decriptaggio, venduta solo in Italia e in abbinamento gratuito con i decoder certificati da TivùSat. In questo modo potrà visualizzare i canali TivùSat solo chi possiede la relativa Smart Card. Attenzione, non è possibile l’accesso mediante il decoder di SKY. La codifica proprietaria NDS è del tutto incompatibile.

Installiamo il ricevitore sat

Montaggio dell’antenna
Nella figura è illustrato lo schema completo per il montaggio del ricevitore satellitare:
1) Montare l’LNB sulla parabola con l’apposito braccio.
2) Fissare il complesso con l’apposito sostegno (ventosa o treppiede) in modo che la direzione interessata al puntamento non sia coperta da edifici o alberi.
3) Collegare il cavo al decoder, raccomandando di non superare la lunghezza max del cavo di 10 metri.
4) Alimentiamo il tutto e procediamo al puntamento verso il satellite Eutelsat Hotbird 13° Est. Normalmente è più pratico iniziare con lo spostamento orizzontale della parabola per passare poi all’elevazione.

Montare il decoder
Nel caso di decoder per PC fisso va inserita la scheda, a computer spento, in una slot PCI libera, può essere richiesta una seconda slot per l’opzione HDTV. Nel caso di decoder tipo USB l’installazione è più semplice, poiché basta collegarlo alla porta USB libera del computer fisso o portatile, e all’alimentatore di rete fornito col decoder.

Installazione del driver nel PC
Bisogna ora installare il software driver fornito nell’apposito dischetto che permette al PC di effettuare le varie funzionalità previste dal decoder che abbiamo scelto. Il  riconoscimento della periferica avviene automaticamente ma, in alcuni casi, bisogna indicare la posizione dei driver (CD o HDD se scaricati dal Web) e procedere con l’installazione seguendo le indicazioni che appaiono sul monitor del PC. Terminata l’installazione e riavviato il sistema operativo sarà possibile guardare la TV digitale satellitare sul monitor del computer! Diamo di seguito le caratteristiche di alcuni prodotti e dei relativi software.

Puntiamo l’antenna

Ecco i punti essenziali per il puntamento dell’antenna satellitare

Coordinate del satellite
Le posizioni angolari dei satelliti per il broadcasting TV in orbita geostazionaria sopra l’equatore e fra i quali scegliere quello che ci interessa, sono le seguenti:
– Astra 1B-1H,2C - 19,2° Est
– Eutelsat W2 - 16° Est
– Hotbird 1,2,3,4,5 - 13° Est
– Eutelsat W1 - 10° Est
– Eutelsat W3A - 7° Est

Direzione di puntamento
La parabola va rivolta verso Sud secondo un angolo di elevazione rispetto al piano orizzontale e un angolo di azimuth rispetto all’asse Sud-Nord, i cui valori si possono ricavare dalle tabelle allegate alla parabola o da Internet  in funzione di latitudine e longitudine in cui ci troviamo (ricavabili con un navigatore satellitare GPS o su Internet con Google Earth).

Puntamento di massima
Per puntare la parabola con il valore di azimuth richiesto si utilizza una bussola. Per ottenere invece l’elevazione richiesta basta leggere il valore sulla scala graduata generalmente presente sul palo su cui è montata la parabola, e muovere verticalmente la parabola finché il valore non è quello desiderato.

Puntamento fine
Possiamo utilizzare l’intensità del segnale d’uscita dal decoder o spesso è più pratico utilizzare un Sat Finder, strumentino economico acquistabile a 15-20 euro, collegato in serie al cavo di antenna il più vicino possibile al LNB stesso. Si autoalimenta attraverso il cavo collegato al decoder che deve essere quindi acceso. Si parte con il potenziometro regolato per la massima sensibilità, per poi ridurla quando la lancetta è a fondo scala e la segnalazione acustica è molto forte.
Occorre fare spostamenti micrometrici della parabola in tutte le direzioni, in alto e in basso, controllando se il livello dell’indicatore aumenta guardando la scala e ascoltando il tono del Sat Finder. Ogni volta che lo strumento evidenzia un massimo di segnale sulla scala graduata, occorre verificare sul decoder di che satellite si tratta.

I software forniti in dotazione

Per la scheda TerraTec

Tutti i prodotti Tv della serie Premium TerraTec, includono due software per gestire la TV su computer. TerraTec Home Cinema se si utilizza il computer con Windows ed Elgato Eye TV lite con il sistema operativo MAC OS.

THC (TerraTec Home Cinema) per Windows
E’ caratterizzato da una grafica gradevole, semplice, intuitiva, con numerose funzioni:  bastano pochi clic del mouse per sintonizzare in modalità automatica o manuale i canali TV o Radio presenti nella zona. È possibile impostare l’elenco dei canali secondo le personali preferenze, rinominare, cancellare alcuni canali, creare, gestire e organizzare sino a 5 liste di programmi preferiti. Possiamo effettuare la registrazione Tv direttamente nel formato Mpeg-2,  Mpeg-TS ,DivX, XviD, WMV, HD , visualizzare il video a schermo intero, in formato libero, in modalità 4:3, panoramico 16:9 o in modalità desktop in cui il video viene visualizzato come sfondo del desktop di Windows.
Il software THC permette inoltre di selezionare  l’audio desiderato in caso in cui il programma è trasmesso in più lingue o selezionare il video desiderato, nel caso in cui la trasmissione avviene in doppio streaming video. Il software THC supporta la modalità  HDTV con il codec  H.264/AVC.

EyeTV lite per MAC
La procedura di installazione del software Elgato EyeTV lite è molto semplice perché il computer MAC non prevede l’installazione dei driver del dispositivo: è il software stesso che si occupa del riconoscimento del prodotto in uso e alla sua configurazione. Il software, ottimizzato sia per PowerPC e IntelCore processors è il migliore programma oggi disponibile per il mondo MAC. Eye TV lite offre un’elevata qualità di ricezione e visualizzazione delle trasmissioni televisive gestendo sia la Tv analogica sia quella digitale. L’interfaccia è semplice e ben realizzata, con numerosi comandi per le funzioni necessarie (visualizzazione della Tv, programmazione delle emittenti, TimeShifting).

Per la scheda Skystar

DVB Viewer TE
La gestione e la configurazione delle funzionalità della scheda SkyStar USB 2 HD CI avviene tramite il nuovo applicativo DVB Viewer TE (Technisat Edition) che ha preso il posto del tradizionale TechniSat TV Center. L’interfaccia grafica essenziale e l’ottimizzazione dei menu a tendina ha reso ancora più semplice e intuitivo l’uso delle funzioni disponibili. Nella parte superiore della finestra sono ospitati i menu a tendina: Files, Channel, Settings e Info, mentre in quella inferiore trovano posto i tasti virtuali per l’accesso alle funzioni PVR (play, pausa, stop, registrazione), la selezione dei canali (elenco, CH+/-, swap tra gli ultimi due canali sintonizzati), la regolazione del volume e il mute, l’attivazione del teletext, della guida EPG condensata (banner informativo) e completa, della ricerca canali. Gran parte di queste funzioni sono replicate anche nel menu a tendina, sulla tastiera del PC e su quella del telecomando IR in dotazione che interagisce direttamente con il box senza bisogno di un ricevitore esterno. Può gestire impianti di ricezione di tipo fisso (singolo feed, dual-feed, quadri-feed) mentre la sintonizzazione dei canali avviene automaticamente (modalità Fast Scan con scansione dei transponder precaricati e memorizzazione di tutti i canali trovati) oppure manualmente per frequenza (con possibilità di selezionare la polarità, la modulazione, ecc.). Per aggiornare il database bisogna entrare nel menu Opzioni/Enhanced, selezionare la voce Scan di SiehFern Info e attendere qualche minuto.  La scheda SkyStar USB 2 HD CI può essere utilizzata anche con altri applicativi gratuiti e a pagamento come ad esempio la versione “pro” di DVB Viewer, ProgDVB, ALTDVB e MyTheater.

Pubblica i tuoi commenti