Selfsat SNIPE P30DA

In sintesi
SNIPE rappresenta una valida alternativa alle antenne motorizzate automatiche installate su camper e caravan grazie alle dimensioni compatte, alla rapidità di installazione (bastano 5 minuti) e alla facilità d’uso. Un sofisticato e robusto meccanismo gestito da tre motori orienta automaticamente l’antenna in pochi secondi utilizzando il Controller a filo con GPS integrato. L’antenna supporta qualsiasi decoder satellitare (anche senza DiSEqC o USALS) ed è facilmente trasportabile grazie alla valigetta in dotazione. Il database dei satelliti e delle frequenze è aggiornabile e personalizzabile da un PC via USB per garantire sempre le migliori prestazioni. L’antenna piatta ha le stesse prestazioni di una tradizionale parabola offset da 50-60 cm e permette di ricevere gran parte dei canali trasmessi sugli slot più “gettonati”. Il prezzo, seppur un po’ elevato, è giustificato dalla qualità della componentistica e dalle soluzioni tecnologiche adottate.

Agosto 2014
Chi “mastica” un po’ di TV satellitare conoscerà certamente le antenne piatte Selfsat, da noi testate qualche anno fa e da pochi mesi distribuite in esclusiva sul territorio italiano da Auriga.
Questi dispositivi hanno saputo guadagnarsi i consensi di pubblico e critica grazie alla buona efficienza e alla capacità di mimetizzarsi perfettamente su facciate e balconi, trasformandosi così in parabole “ecologiche” a basso impatto ambientale. Non a caso, alcuni modelli della gamma sono stati omologati da Sky e utilizzati nelle installazioni a vista, dove la tradizionale antenna parabolica è mal tollerata o, addirittura, vietata.
Il segreto delle antenne piatte Selfsat sta nella tecnologia brevettata Wave Guide Horn Array in grado di catturare il segnale tramite una matrice di cellette (guide d’onda) veicolandolo all’LNB posteriore, di tipo singolo (1 uscita), twin (2 uscite) oppure quad (4 uscite) a seconda del modello. Lo spessore ridotto delle cellette ha permesso di ridurre il volume e il peso dell’antenna, moltiplicando le possibilità di installazione. Oltre a balconi e facciate, le antenne Selfsat vengono impiegate con successo anche nelle installazioni temporanee in campeggi e villaggi vacanze, al pari di altre parabole satellitari portatili. A differenza delle soluzioni fisse, quelle temporanee richiedono però un nuovo puntamento ogni volta che si cambia luogo, un’operazione di pochi minuti se l’antenna è appoggiata per terra o su un tavolo ma decisamente più lunga e complicata se questa è installata sul tetto di caravan e camper. Per facilitare questa procedura I-DO-IT, l’azienda coreana che progetta le antenne Selfsat, ha ideato un sistema di puntamento completamente robotizzato applicandolo a una delle sue antenne piatte più performanti. E’ nata così SNIPE, la parabola motorizzata automatica capace di catturare in pochi secondi qualunque satellite visibile sulla fascia di Clarke: semplice da installare e ancor più da utilizzare.

Tre motori per un puntamento perfetto
SNIPE è composta da una base con fori per l’eventuale fissaggio su superfici orizzontali, da un corpo principale di colore bianco, dall’antenna piatta e dal suo braccio di sostegno. Il corpo principale ruota completamente intorno alla base (360°) per permettere all’antenna di spostarsi da Est a Ovest e viceversa mentre il braccio di sostegno la solleva dalla posizione di riposo e regola l’elevazione (15°÷90°).
Un terzo motore, questa volta posizionato tra il braccio di sostegno e l’antenna, consente di regolare lo skew (±60°), ovvero l’inclinazione dell’LNB (nel nostro caso di tutta l’antenna visto che il convertitore è integrato) per ottimizzare il puntamento anche quando la superficie di appoggio non è perfettamente piana, quando si puntano i satelliti agli estremi Est-Ovest della fascia di Clarke o quelli ormai alla fine della vita utile e quindi in orbita inclinata.
Sul bordo posteriore della base sono posizionati i connettori F per il collegamento al tuner satellitare di Tv/decoder e all’unità Controller, il “cervello” dell’antenna SNIPE.

Tutto sotto Controller
La quasi totalità delle antenne motorizzate, da casa oppure mobili, sono gestite automaticamente dal decoder satellitare attraverso i comandi DiSEqC 1.2 o USALS allo scopo di spostare l’antenna a seconda del canale sintonizzato. SNIPE utilizza invece un’unità Controller esterna che si collega all’antenna con il cavo minicoassiale fornito in dotazione e ad una sorgente di alimentazione di 12 o 24 Vcc.
La soluzione DiSEqC/USALS è senza dubbio molto comoda ma quella del Controller si dimostra altrettanto valida e, soprattutto, pratica. Basta infatti accendere il Controller con l’interruttore On/Off, premere il tasto del satellite desiderato tra quelli preimpostati (Turksat, ASTRA 2, ASTRA 3, ASTRA 1, Hot Bird, ASTRA 4, Thor, Atlantic Bird 3, Hispasat) e personalizzabili (User 1, User 2, User 3), premere il tasto OK e attendere qualche secondo fino al termine del puntamento. Sul pannello comandi del Controller si trovano anche il tasto Home (con relativa spia LED rossa) per riportare l’antenna nella posizione di riposo, obbligatoria durante il trasporto o il viaggio se montata sul tetto di caravan e camper, e la spia di colore blu che si illumina quando il modulo GPS interno riceve i dati dai satelliti GPS. Questi dati sono necessari al Controller per conoscere la sua posizione geografica con uno scarto di poche decine di metri, calcolare i dati di puntamento di tutti i satelliti in memoria (azimut, elevazione e skew) e rendere più precisa e rapida la ricerca. L’antenna SNIPE effettua comunque una sequenza predefinita di movimenti (rotazione > elevazione > skew > rotazione > elevazione > skew, ecc.) utilizzando il database dei satelliti e delle frequenze integrato nel Controller fino a trovare la posizione che massimizza il livello e/o la qualità del segnale.

Database satellite aggiornabile via PC
Il Controller è dotato di una porta USB di tipo B (trapezoidale, come quella delle stampanti) per l’agile collegamento ad un PC Windows al fine di aggiornare il database dei satelliti. L’operazione si effettua con l’applicazione SNIPE Update scaricabile dal sito www.i-do-it.co.kr insieme al database aggiornato (es. 20140305_EU_Satinfo.idt) e ai driver USB.
Dopo aver installato e lanciato l’applicazione, è necessario caricare il file .idt, scegliere una delle porte COM disponibili (es. COM7), cliccare su “Connect” e poi su “Send_Data” per programmare il Controller. La barra verde indicherà lo stato di avanzamento ed al termine apparirà un messaggio di conferma.
SNIPE Update permette anche di programmare le posizioni “User” semplicemente indicando fino a tre transponder di riferimento per ciascuno dei satelliti o slot orbitali che si vogliono aggiungere.

Pronta in 5 minuti
L’installazione dell’antenna SNIPE è simile a quella delle altre antenne piatte Selfsat e richiede solo pochi minuti di lavoro, nessun attrezzo né conoscenze particolari. Qualche accortezza in più va riservata in caso di fissaggio sul tetto di caravan e camper, utilizzando l’apposito kit opzionale, al fine di evitare sgradevoli infiltrazioni d’acqua piovana all’interno del mezzo.
Una volta posizionata l’unità principale, si procede a collegarla al Controller e al decoder satellitare con i cavi coassiali in dotazione:dopo aver attivato il Controller, basterà quindi scegliere il satellite desiderato. Tutto qua.
Dal momento che l’LNB integrato è di tipo universale mono-feed, la configurazione del decoder è altrettanto semplice e, in molti casi, sarà sufficiente lasciare invariate le impostazioni di default. In caso di dubbi, dopo aver selezionato lo stesso satellite impostato sul Controller (es. Hot Bird 13° Est), basterà verificare il tipo di LNB (universale) oppure la frequenza dell’oscillatore locale (9,75/10,6 GHz) e disattivare qualsiasi switch DiSEqC presente nelle impostazioni. Se l’impostazione è corretta, le barre presenti nella schermata d’impostazione dell’antenna o ricerca manuale del decoder indicheranno la qualità e il livello del segnale per ogni transponder selezionato. A questo punto provvederemo ad avviare la ricerca dei canali oppure a sintonizzarne uno tra quelli già in elenco (es. Rai 1 per Hot Bird 13° Est).

Stesse prestazioni di una parabola da 60 cm
SNIPE offre prestazioni di tutto rispetto se paragonate agli ingombri e alla forma. Il guadagno dichiarato è di 33,7 dBi a 12,7 GHz, più o meno quello di un’antenna parabolica da 50-60 cm e qualcosa in più di molte antenne a cupola (Dome) montate su camper e barche. I nostri test, effettuati nell’hinterland milanese, hanno confermato in pieno questi dati. Inoltre, siamo rimasti sorpresi dalla precisione con la quale la SNIPE riesce a puntare i satelliti e la velocità di spostamento tra slot orbitali molto distanti tra loro. I motori e la meccanica sono robusti ed hanno sopportato senza problemi le ripetute sollecitazioni del nostro test, difficilmente ripetibili nelle normali condizioni d’uso. In condizioni ottimali, ovvero a cielo sereno e col cablaggio in dotazione, siamo riusciti a ricevere senza problemi gli slot “europei” a 19,2° Est, 13° Est, 9° Est, 7° Est, 30° Ovest e qualche segnale anche a 28,2-28,5° Est.
Teoricamente, se il footprint del satellite prevede la copertura della propria zona con un segnale di almeno 50 dBW, la SNIPE non dovrebbe avere problemi di ricezione, almeno in condizioni ottimali.

PER INFORMAZIONI
Auriga
www.auriga.it
Tel. 02 5097780

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1162/EUR259_Antenna_SNIPE_Selfsat_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti