Serie A “a sbafo”, chiusi due siti web

Febbraio
Lo streaming, gratuito e di bassa qualità, era visibile da migliaia di utenti attirati dalla possibilità di vedere le partite delle squadre italiane direttamente da PC, smartphone e tablet senza bisogno di alcun abbonamento. In una nota Mediaset ha espresso “piena soddisfazione per i tempestivi provvedimenti che dimostrano la determinazione dell’Autorità per la difesa del diritto di autore e per la tutela degli editori che investono in contenuti. Un atto di fermezza che si conferma l’unica strada contro lampanti attività di pura pirateria che nulla hanno a che fare con la libera manifestazione del pensiero”.
“I provvedimenti odierni - prosegue la nota - costituiscono un precedente positivo per ulteriori istanze presentate da Mediaset all’Autorità contro ripetute violazioni di propri diritti online relativi a opere cinematografiche e serie tv”.
www.agcom.it
www.mediaset.it

Pubblica i tuoi commenti